Me ne frego!

Ieri c’e’ stata una riunione della maggioranza.
Hanno ribadito la decisione!
Il macello si tira giu’. Ci costruiranno un parcheggio.
Cosi’ i meldolesi perderenno l’unica possibilita’di avere, in pochi anni, una struttura in cui ospitare servizi.
Per ripristinare l’Ospedale vecchio (via Cavour), lo spazio che oppongono all’ex macello, ci vorranno ottimisticamente 10 anni.
Complimenti, ottima scelta.
Non hanno fatto i conti con i meldolesi, vi pare?

Annunci

Prometere non costa nulla se non la perdita della faccia

L’assessore ai lavori pubblici (Sig. Pieraugusto Rossi) durante l’assemblea pubblica indetta dal centro destra, aveva detto che:
(a)
la Giunta ha le idee chiare ed un programma a cui lavora da diverso tempo e che prevede la valorizzazione del centro storico (ed e’ per questo che abbatte l’Ex macello);
(b)
entro il mese di maggio la Giunta avrebbe indetto una assemblea pubblica in cui il Sindaco si sarebbe profuso nella descrizione dei progetti per la valorizzazione del centro storico (e quindi giustificare l’abbattimento dell’Ex macello).

Fino ad oggi non e’ comparso nessun manifesto con l’indicazione della data della assemblea promessa dall’Assessore e siamo al 30 di maggio 2007.

Non ho parole.

L’inceneritore …. proviamo a discuterne l’impatto!!!

Abitiamo a Meldola ma non per questo possiamo fregarcene se a Forli’ ingrandiranno l’inceneritore magari bruciando anche tutti i rifiuti delle vicine e meno vicine citta’ che non hanno la “fortun” di avere il loro bell’inceneritore.

Le polveri ricadono sui territori limitrofi principalmente in base alle correnti d’aria quindi non possiamo sicuramente dichiararci disinteressati dai problemi che possono generare in noi e nei nostri figli; mi sono gia’ espresso sugli inceneritori pertanto non mi dilungo oltre ma spero di vedere anche qualche meldolese Lunedi’ 28/05/2007 all’auditorium della cassa dei Risparmi di Forli’ … se non per la propria sensibilita’ all’argomento almeno per l’appoggio che padre Alex Zanotelli ha dato alla cosa. Non cito nemmeno i relatori che mi sembrano di spessore veramente elevato!!!

Insomma … troviamoci la’!!!

Saluti radiosi

Formazione alimentare … a Meldola … senza meldolesi!!!!

Vinta l’iniziale difficolta’ per il ritardo (sono arrivato alle 19:45 con ben 45 minuti di ritardo) che mi e’ costato buona parte dell’intervento di Milillo (mi sto’ riferendo al corso di formazione presentato qui’) , ho dovuto prendere atto delle tante assenze; avrebbero dovuto esserci 25 genitori ma eravamo in una decina + tre bambini … ed il problema e’ che erano per lo piu’ di fuori Meldola!!! Continua a leggere “Formazione alimentare … a Meldola … senza meldolesi!!!!”

Rappresentativita’ della politica

In un recente post sottolineavo come la politica non sia rappresentativa.
Dopo il mio post anche D’Alema si allarma per la crisi di fiducia dei cittadini verso la politica. Che l’abbia letto? 🙂
Ma che c..zo si aspettavano che accadese dopo che i partiti scelgono i candidati da elegere senza alcun filtro e contributo da parte della base, e quando i politici fungono palesemente da “ufficio di collocamento” per se stessi i propri familiari e gli “amici” moltiplicando poltrone e strapuntini in Istituti, societa’, comunita’ montane, provincia, enti, ecc….?
Anche a Meldola subiamo questa crisi di rappresentativita’. La stragrande maggioranza degli assessori non sono neanche stati eletti, chi rapprentano? A chi rispondono? Che lavoro fanno nella vita?
Li ha cooptati il Sindaco quali figure con una preparazione e curriculum adeguato alla bisogna.
Essendo personaggi pubblici molti cittadini sono interessati a conoscere il loro curriculm vitae.
Prego Assessori, potete pubblicarlo su questo blog, e’ la sede giusta.

Si vota a Castrocaro

La presente per ricordare che a Castrocaro Domenica e Lunedi’ prossimi si vota per le elezioni Amministrative.

Ci sono dei fiammanti candidati (dalle coalizioni di centro destra e centro sinistra, scelti nelle segrete dei loro stanzoni). Come novita’ c’e’ poi la lista civica “Partecipazione democratica” composta da cittadini di svariati fronti.

Ho seguito un po’ la nascita e l’evolvere della lista ed ho avuto anche dei bei confronti con uno dei candidati. Certo che sono strane coincidenze … riesco a comunicare facilmente soprattutto con le liste civiche???

Onestamente mi sembra che, anche per queste elezioni, non siano mancati i colpi ad effetto (vedi ad esempio la storia delle terme…) ma la goccia che veramente ha fatto traboccare il vaso e’ stata l’idea di aprire un Casino’!!!

Possibile che le idee innovative per un paese possano ridursi a corbellerie del genere??? I giochi d’azzardo hanno ridotto famiglie alla spaccatura, persone al suicidio, i soliti noti ad arricchirsi ancora di piu’ alle spalle di queste disgrazie …. basta, mi fermo qui altrimenti correrei il rischio di straparlare; prima di fermarmi spero che simili baggianate non spuntino mai fuori nel paese in cui anche io pago le mie tasse …. mi vedrei costretto ad alterarmi!!!

Se hai amici a Castrocaro cerca di avvisarli, fagli presente che e’ meglio che non si fermino al buono sconto arrivato pochi giorni prima delle elezioni ma che provino ad andare a fondo alle proposte e verifichino chi e’ piu’ avvicinabile e risponde alle loro richieste …. e’ rimasto poco tempo, l’elezione si avvicina 🙂

Saluti radiosi

Ci gemelliamo … era ora!

Concittadini, ci gemelliamo!

Veramente ne sentivamo l’esigenza, tra i problemi che affliggono la nostra municipalita’ uno dei piu’ assillanti era proprio il gemellaggio con San Gregorio Magno, ameno paesino di 4.616 anime in provincia di Salerno.
Quali le ragioni di questo “fondamentale” sforzo progettuale della Giunta tutta?

Il Consiglio Comunale indetto per il 27 maggio credo che ci illustrera’ ragioni e finalita’ di questo fondamentale risultato di politica “ester”.
Chissa’, forse mangeremo mozarella di bufala campana DOP fresca tutti i gioni.

Dopo il gemellaggio ci auguriamo che la Giunta trovera’ le energie per affrontare i problemi principali del nostro paese quali per esempio:
– il disagio giovanile;
– il ritorno della gente alla vita cittadina;
– lo sviluppo economico;
– la difesa del territorio da attivita’ economiche rapaci ed inquinanti;
– la mancanza politiche culturali.

Sono troppo ottimista?