Proposta popolare sbefeggiata dalla maggioranza

Ieri sera si e’ riunito il Consiglio Comunale.
Un ordine del giorno presentato dalla La Tua Meldola ha dato voce a diversi cittadini che hanno avanzato la proposta, discussa su diversi blog, per l’installazione di autovelox ben segnalati sul tracciato cittadino della bidentina per garantire maggiore sicurezza.
Dispiace che la Giunta Comunale, ed in particolare ‘l’Assessore Pieraugusto Rossi, abbia ironizzato sull’esiguita’ del numero di cittadini che si sono espressi tramite il blog.
L’assessore ritiene che coloro che hanno discusso sul blog meldolesi.net e latuameldola siano solo tre cittadini.
Una giunta di centro sinistra dovrebbe festeggiare il fatto che (forse per la prima volta a mia memoria) dei cittadini avanzino proposte da sottoporre al Consiglio Comunale.
Per buona informazione dell’Assessore vogliamo ricordare che il numero dei post relativi alla discussione sono complessivamente:
numero 16 su: www.meldolesi.net
numero 11 su: www.latuameldola.it
per un totale di 27 commenti.
Dispiace anche perche’ il Partito della Rifondazione Comunista aveva avanzato alla maggioranza, putroppo inutilmente, una ottima proposta (soprattutto dal punto di vista politico) e cioe’ di addivenire ad un ordine del giorno condiviso tra le varie forze politiche in ragione della trasversalita’ e l’importanza dell’argomento.
La proposta, ovviamente, non e’ passata ma mi e’ gradito ringraziare sentitamente il gruppo consigliare della La Tua Meldola e quello di Rifondazione Comunista per l’appoggio e le ottime argomentazioni utilizzate per sostenere la nostra proposta “popolare”.
GRAZIE.

Un occhio ai vicini Forlimpopolesi

Grazie a Corinna che molti di noi conoscono come “la Finlandese”, ricevo e pubblico l’elenco di alcuni film che nel mese di Luglio caratterizzeranno le serate forlimpopolesi:

le proiezioni sono all’aperto (nel cortile della Rocca Sforzesca) in caso di pioggiaa’‚ ci si accomodera’ all’interno del Cinema Verdi

In fondo le condizioni economiche e l’indirizzo esatto.
LUGLIO (ore 21,30)

SAB. 30 (giugno) ore 21,30 – DOM. 1a’‚ orea’‚ 21,30 Continua a leggere “Un occhio ai vicini Forlimpopolesi”

Prove tecniche … IMPORTANTE!!!

Ragazzi vi chiedo un minuto di tempo,

Recentemente ci sono venuti al pettine alcuni problemi con il blog e in particolar modo con l’antispam.

Da quando il blog e’ stato aperto e’ presente ed attivo un antispam che le prime volte che si commenta richiede un’autorizzazione dopodiche’ dovrebbe essere autonomo e riconoscere chi scrive.

Solitamente questi messaggi arrivano ed io provvedo ad autorizzarli tutti indistintamente ma alcune segnalazioni inspiegabilmente proprio non mi sono arrivate, il problema e’ che alcuni di questi provenivano da navigatori che magaria’‚  non erano propriamente concordi con le opinioni espresse e cosi’ in alcuni casi qualcuno si e’ arrabbiato parecchio ritenendo il “meldolesi.net” schierato ed a senso unico.

Ho gia’umilmente chiesto scusa a queste persone (e con me anche l’amico l’informatico che mi aiuta nel mantenere il blog) ed a tutti indistintamente lo richiedo; proprio per questo gradirei che chiunque legge questo articolo provi a commentarlo e mi faccia sapere attraverso il form “Contattaci” (presente sulla sinistra della barra orizzontale subito sotto il nome del blog) eventuali problemi di inserimento.

Potete scrivere di seguito qualsiasi cosa … magari non delle offese personalia’‚  🙂

Mi ri-scuso pubblicamente con enjo ed Age e rinnovo l’invito a loro prima di tutti ed anche a tutti gli altri volenterosi lettori che hanno voglia di provare a dire la loro aprendo discussioni in prima persona a farsi vivi … con immenso piacere accoglieremo anche coloro che hanno idee diverse dalle mie/nostre (come vedete a volte succede di non essere d’accordo nemmeno noi al 100% su taluni aspetti…) perche’ proprio alla diversita’dobbiamo l’attuale stato evolutivo della specie umana!!!

Saluti radiosi

Il centro storico e il centro commerciale

Contrapporre il borgo di Meldola, come fa la Giunta Comunale, ad una struttura commerciale e’ un errore fatale.
E’ come se volessimo contrapporre la medicina naturale a quella ufficiale.
Entrambe adempiono a due funzioni diverse e non contrapposte.
Non avere un centro commerciale nel nostro paese significa meno occupazione e concittadini che invece di gravitare attorno al paese si muovono sempre piu’ spesso verso altre citta’.
Oggi Meldola esporta la ricchezza dei propri cittadini verso quelle citta’ che hanno un centro commerciale, in particolare parlo di Forli’ e Forlimpopoli.
Chi di noi non si reca mensilmente in un centro commerciale per i propri acquisti?
Non avere un centro commerciale a Meldola significhera’ che i lavoratori dell’IRST e tutti coloro che gli graviteranno attorno (per esempio) invece di fare la spesa a Meldola andranno nelle vicine Forlimpopoli e Forli’. Ha senso?
Un centro commerciale se ben gestito e’ in grado di vitalizzare i negozi del centro storico per esempio pubblicizzandolo e utilizzando tessere fedelta’ spendibili nei negozi del centro. Un centro commerciale ben gestito fa da ancora per un piccolo paese come il nostro!
Pensarla come la Giunta si ottiene un solo risultato, impoverire il nostro paese e costringerlo a ruoli subalterni rispetto ai paesi limitrofi.

Porta a Porta, quando partiamo?

IL breve preambolo di introduzione e’ per spiegare che gia’ al Consiglio Comunale del 20/02/2007 e’ stato votato ALL’UNANIMITa’l’ordine del giorno proposto da Rifondazione Comunista sulla sperimentazione in territorio Meldolese della raccolta dei rifiuti con metodo porta a Porta come avviene a Forlimpopoli gia’ da tempo.

Qua’si puo’ trovare il testo dell’ordine del giorno che dopo una sospensione del Consiglio e un’analisi a porte chiuse dei vari capigruppo e’ stato ritoccato, modificato e convenuto e poi, ripeto, votato ALL’UNANIMITA’!!!

Orbene, da allora non ho visto accadere assolutamente nulla Continua a leggere “Porta a Porta, quando partiamo?”

L’ex macello è di sinistra

Purtroppo siamo piu’ poveri e meno socialmente mobili di venti anni fa.
Difficilmente oggi il figlio di un operaio potra’ ambire ad occupazioni socialmente prestigiose.
E questa disuguaglianza e’ una ingiustizia sociale.
Quando i beni pubblici sono messi a disposizione di tutti i cittadini creano mobilita’ sociale.
Se tutti i cittadini possono usufruire di ottima istruzione, efficaci servizi sanitari, opportunita’ di partecipazione, ecc… e’ molto facile poter avere mobilita’ sociale.
Per questo motivo e’ importante che a Meldola nasca al piu’ presto un centro sanitario decoroso e facilmente fruibile.
Come e’ possibile che una giunta di sinistra non recepisca l’importanza politica di dare ai propri cittadini, al piu’ presto, un polo sanitario (in cui sia compreso anche il centro prelievi)?
La struttura dell’ex macello e’ oggi l’unico immobile pubblico che puo’ essere ripristinato nel giro di poche decine di mesi e dove puo’ trovare ottima collocazione il servizio sanitario. Questo importate servizio non e’ piu’ ulteriormente rimandabile.
Signor Sindaco faccia qualcosa di sinistra, si impegni a consegnare il centro sanitario entro la scadenza del suo mandato.

Quale credibilita’ rimane alla Giunta?

Gli amici della La Tua Meldola collezzionano le pagine dei giornali che parlano di Meldola.
Hanno trovato un articolo de Il Resto del Carlino del dicembre 2004 in cui la Giunta si dava tre anni per cambiare faccia al Paese.
articolo rdc
Gli interventi previsti in quell’articolo sono gli stessi presentati nella assemblea pubblica di martedi’ 12 giugno scorso.
Se di tutto il progetto in tre anni hanno realizzato solamente il mantaggio dei dissuasori di velocita’ e il restyling di via Roma, come e’ possibile pensare che riescano a realizzare in quattro anni il seguente programma: ricucire il loggiato demolito negli anni a’¢â‚¬Ëœ60 in Piazza Italia, risanare l’arena Hepseria, recuperare il Palazo del Podesta’, recuperare l’ex ospedale, realizzare nella rocca spazi pubblici, fare la pista ciclabile in viale della Republica, ripavimentare la piazza F. Orsini e via Cavour, e costruire, entro il 2008, quattro nuovi parcheggi?
Signor Sindaco non demolisca l’ex macello, e’ l’unica struttura pubblica di Meldola che puo’ essere concretamente ripristinata per poter ospitare il centro sanitario.

Incontro del 12/06/2007 sul “Progetto Centro Storico” di Meldola

Serata molto interessante e frequentata, sono rimasto molto favorevolmente impressionato soprattutto dal progetto del centro storico nel suo insieme, un vero programma, forse un tantino pienotto ma … staremo a vedere.

Integro un po l’articolo di Gilberto soprattutto per rendere disponibile il documento consegnatoci in cui ci sono racchiusi precisi impegni

Mi piace la carta (anche se mi sarebbe piaciuta di piu’ scritta da ambo i lati e su carta riciclata…) perche’ carta canta e fra qualche tempo andremo a verificarne lo stato d’avanzamento. La presentazione e’ stata piuttosto approfondita (si e’ partito con la lettura di una parte di programma elettorale) e, per fortuna, e’ stato consegnato il documento in modo da non lasciarci solo con tanti numeri e confusione per la testa (va’ detto che comunque della confusione un po’ ne ho lo stesso).

E’ stato a lungo sottolineato come l’intero progetto per Meldola e’ visto per cercare di favorire il centro commerciale di Meldola: il centro storico; proprio in questa funzione l’obbiettivo dichiarato e’ anche quello di cercare di dotare di parcheggi ai nostri 1200 metri di portici.

Si e’ parlato piu’ o meno di tutto ed anche detto il contrario di tutto paventando sia l’aumento dei parcheggi che la riduzione del traffico e la conseguente riduzione dell’uso delle auto in favore dell’uso e della rifunzionalizzazione dei servizi pubblici (????)

Magari piano piano rientreremo in ogni singolo immobile ed idea in modo da approfondire e dibattere; lo scopo primario di questa discussione e’ mettere disponibile a tutti la raccolta di fogli ed informazioni che fanno parte dell’impegno per Meldola della nostra attuale Amministrazione.

Comunque il vecchio Macello e’ nelle mani della Sovrintendenza … Checche’ ne dica il Sindaco (che ha asserito che non si puo’ mettere il carro davanti ai buoi e che finche’ la Sovrintendenza non si esprime non si puo’ discutere della sua eventuale demolizione) mi pare che questo benedetto “progetto” sia assolutamente “blindato” (basta leggersi il capitolo sui parcheggi e le successive due pagine trionfali della dispensa ci sui sopra) … Ma forse sono troppo pessimista???

Comunque Gilberto ha centrato perfettamente anche il mio pensiero e non attenderemo certamente il parere della Soprintendenza per perorare una nobile causa … vero ragazzi?

 

Qualche flash che approfondiro’ e che riporto per buttare via il foglietto in cui li avevo appuntati:

 

  • Spesi fin qui 339.000 euro per fotovoltaico sugli immobili pubblici;
  • Prevista spesa di 416.000 euro per il rifacimento del Ponte di Ca’ Baccagli;
  • Il 23/09/2007 si dovrebbe inaugurare l’IRST per permettere ai primi di ottobre il trasferimento dei primi pazienti nella struttura entro Ottobre/Novembre.
  • Sempre c/o l’ex ospedale e’ prevista la realizzazione di una parte di immobile (che sorgera’ in fondo alla via Maroncelli) per la predisposizione e la preparazione di una sostanza Radiofarmica (ci devo studiare sopra perche’ ho fatto inalberare un Assessore … lo stesso che ama incenerire, onestamente la reazione mi e’ sembrata alquanto scomposta quindi, meritevole di approfondimento!!!!)

Particolarmente interessante il progetto sul vecchio ospedale (che ha 403 anni) per portarci:

 

  • Farmacia Comunale,
  • Polo sanitario per una sorta di guardia medica per risolvere casi semplici risparmiando cosi’ viaggi al pronto soccorso (recentemente e’ stato stipulato un accordo fra Amministrazione e Medici di Base);
  • Uffici Direzionali ed amministrativi dell’Istituzione ai Servizi Sociali Davide Drudi (si presume per permettere ai dipendenti di non stranirsi dalla vita del paese)
  • Purtroppo non si riesce proprio a ricavare una stanzina per una sala prelievi (magari speriamo di poter valutare il progetto per capire quanto e’ grande l’ufficio del Diret…..)

Infine un ultimo accenno all’ex Senatore presente che ha fatto un bell’intervento … ed ho anche avuto modo di apprezzarlo quale fervente nuclearista (avro’ modo di tornare anche sopra a questo punto).

Saluti radiosi

Un patto per il clima: le buone pratiche

Visto che anche io partecipero’ con un mio piccolo intervento dedicato ai “gruppi di acquisto” vi segnalo volentieri l’iniziativa.

VENERDI 15/06/2007 ORE 15:00 all’auditorium della Cassa Dei Risparmi di Forli’!!!

Ho gia’ precisato piu’ di una volta che mi classifico “apartitico” ma un’iniziativa come questa che (come avete modo di vedere) riporta esempi pratici di persone che trascinano con il loro esempio mi sembra una buona occasione sia per cercare spunti che per estendere anche ad altri l’idea di fare la spesa in un modo diverso dal consueto e piu’ consapevole.

Se verrete mi fara’ piacere salutarvi e potrete gustarvi la mia sana follia 🙂

P.s. Sappiate che sono sempre disponibile ad incontri sul tema perche’ il gruppo di acquisto a Meldola resta ben fisso nei miei obbiettivi!!!

Saluti radiosi