Contro il sottile veleno delle presunte certezze, elaboriamo un programma per Meldola

Per molti l’impegno politico coincide con il diretto impegno in un partito, questa presunta certezza si insinua come un sottile veleno anche nelle menti piu’ critiche e brillanti.

Non mi pare che questo Paesea’‚ si trovi di fronte ne’ ad una rivoluzione francese o in un suicidio di massa. Il Paese puo’ contare su una ricchezza di movimenti che si auto organizzano, come per esempio nel caso dei gruppi di acquisto solidale, i blog in cui discutere, la raccolta firme da parte di comitati, ecc…
Per carita’ e’ lecito impegnarsi in un partito, ma lasciateci la liberta’ ( e l’orgoglio) di organizzare e partecipare ai movimenti pacifici che nascono dalla gente e dai loro bisogni.

Non e’ piu’ il tempo di una lotta genericamente “contro”, oggi l’impellenza e’ combattere il tentativo di bloccare ancora una volta l’ascesa, necessariamente convulsa, dei ceti popolari, mediante una normalizzazione di tipo moderato.

E’ tempo per aprire una stagione di lavoro che sviluppi una autonoma elaborazione critica e progettuale per la nostra cittadina.

Dovremo pensare alla vocazione del nostro paese, alla politica ambientale ed energetica, a quella per i ragazzi e le famiglie, lo sviluppo delle imprese e dell’artigianato, il commercio, ecc…

Le buone idee, sopratutto se sono meditate e rispondenti ai bisogni, fanno paura.

Anche in questo caso, l’ingresso e’ libero!

Resoconto Consiglio Comunale del 15/10/2007

Ecco il consueto riepilogo del Consiglio Comunale in oggetto con comunque la solita e doverosa premessa.

I lavori del Consiglio hanno inizio alle 18:45 con presenza completa dei Consiglieri.

In apertura Bandini chiede a Branchetti (che e’ anche Capogruppo del “La tua Meldola”) se Continua a leggere “Resoconto Consiglio Comunale del 15/10/2007”

Sono senza parole

Ho letto l’articolo sul blog di Grillo, una rapida puntatina sul blog del Passatore ed alle 08:14 ho spedito questa e-mail a chi tanto si e’ prodigato per portare avanti il bavaglio all’informazione libera on-line.

Mi meraviglio veramente di questo Governo.
Ancora piu’ di persone che, completamente in linea a quanto viene loro richiesto di attuare, lo fanno senza pensare che hanno dei figli o dei nipoti che poi queste leggi le subiranno; magari pensando che le stesse possano sempre rimanere nella loro stanzina dorata senza contatti con il resto del mondo.

Almeno Berlusconi aveva il buon senso di fare leggi “ad personam” ed al massimo qualcuna “contro personam”; qua’si sta passando a leggi “contro l’informazione” e quindi contro TUTTE le persone facendo diventare il paese una bella “dittatura mediatic”.

Magari farete chiudere tanti siti ma farete anche passare la voglia di ascoltarvi a milioni di persone ed alla fine troveremo un cavillo con cui aggirare la legge ma certamente passerete come i censori dell’informazione ….

Avremo costretto alle dimissioni un condannato ma certamente ce la volete far pagare troppo cara la Vostra rivincita.

Mi meraviglio di almeno due Ministri che onestamente non pensavo potessero arrivare a tanto ma sono ben conscio che nonostante qualche defezione nelle file di una certa schiera di Parlamentari di sinistra, ci sara’ una gran parte di parlamentari di destra che appoggeranno questa iniziativa altrimenti dovrebbero tornarsene a lavorare.

Romeo Giunchi
(indirizzo)
Un contributore di un blog ai suoi ultimi articoli
http://www.meldolesi.net

Saluti radiosi

E voi che fate? gli volete scrivere a levi_r@camera.it?

Saluti radiosi

Se tre milioni di catto-excomunisti vi sembran pochi!

La partenogenesi del Partito Democratico pone molti problemi al modello di gestione democratica dei partiti, infatti:
1. E’ una anomalia tutta italiana quella di eleggere prima il leader di una formazione o poi dettare lo statuto ed il programma del partito (una procedura berlusconiana, non vi sembra cari fondatori del PD?) I cittadini hanno pericolosamente votato un uomo, non un indirizzo.

2. Se il Segretario del PD dovesse rimettere anticipatamente il suo mandato sarebbe necessario richiamare al voto i tre milioni e passa di italiani. Non vi pare? La democrazia rappresentativa ha bisogno di un “biglietto di andata e ritorno”, non solo, come nel caso di Veltroni, quello di andata.

Piu’ ancora:

Quale collocazione assumerete in Europa, aderirete al gruppo socialista?

Quale posizione assumerete sulla frontiera della ricerca biologica piu’ promettente per la cura di malattie terribili? ( Sulle staminali assumerete la posizione della Sacra Romana Chiesa Apostolica, mi pare! Amen.)

Che cosa farete per i diritti della famiglie di fatto e per quelle di lesbiche e gay?

Che posizione assumerete sul problema del ridisegno e regolazione del capitalismo?
Sul problema della redistribuzione del reddito e per la tassazione delle rendite da capitale?

E cosa proporrete per far fronte alla grande concentrazione dei capitali e regolare il loro libero movimento?
Che cosa farete per sanare il lavoro precario e lo strisciante problema della disoccupazione?

Domande difficili? Se il vostro disegno, come sembra, e’ allearsi con le forze del centro (Casini, Mastella, Dini, e chissa’ mai Fini e Berlusconi) riserverete al nostro paese ad altri quarantacinque anni di governo democristiano. Allora non occorre che rispondiate a nessuna domanda.

Iperattività dei bambini

Da qualche giorno ho messo sulla barra laterale destra (vedete subito sopra le statistiche di accesso) una bella finestra che richiama ad una iniziativa volta a NON ammettere l’utilizzo di psicofarmaci a dei bambini che vengono considerati iperattivi. Avevo gia’ scritto qualcosa sul mio vecchio blog al proposito quindi invito la lettura per approfondire un po l’argomento.

In questo articolo voglio approfondire l’importanza della prevenzione; avevo letto tempo fa un interessante articolo su un settimanale di informazione scientifica che andava ad indagare i coloranti per alimenti in relazione a questa iperattivita’.

Onestamente mi sono segnato in un post it i nomi dei coloranti che nello studio sono stati inseriti nell’alimentazione di un campione di bambini e li riporto per completezza:

Giallo tramonto ( E110), il giallo di chinolina (E104), l’azorubina (E122), rosso alluria (E129), benzoato di sodio (E211). Quest’ultimo un conservante per l’esattezza.

La prova e’ stata fatta con insegnanti e genitori ignari di chi avesse assunto questi additivi ed altri che invece non li avevano assunti. A tutti era stato chiesto di rimuovere dalla dieta dei bambini alimenti che avessero questi additivi fra i loro ingredienti per tutto il periodo della sperimentazione.

<

>Sono stati rilevati aumenti di iperattivita’ nei bambini che li avevano assunti e nonostante il pool di ricercatori poi alla fine dicessero che l’eliminazione degli additivi prevenga automaticamente questa iperattivita’ (secondo me se non lo dicevano il giorno successivo sarebbero stati licenziati in tronco ….).<!–
>A Meldola abbiamo tolto dalle Scuole Medie i distributori di merendine che magari potevano avere di questi componenti; ai genitori il compito di vigilare anche al supermercato per cio’ che i nostri figli mangiano a casa … magari faro’ una verifica anche in mensa per capire come siamo messi.

P.s.: cercasi volontari che siano disposti ad aiutarci a far continuare l’opera di questo blog … astenersi perditempo 🙂

Saluti radiosi

Accendi il risparmio con un Click

Partecipai, un po’ di tempo fa, ad un interessante pomeriggio di buone esperienze organizzato dai Verdi di Forli’ e sentii interessato la relazione di un accalorato responsabile di una ditta che stava cercando di portare presso le amministrazioni pubbliche un interessante congegno che permette di parzializzare (ottimizzando) il funzionamento dei pali di illuminazione delle strade/incroci.

Effettivamente capita di imbattersi in strade che hanno una illuminazione eccessiva e che soprattutto funziona tutta notte ininterrottamente quando, magari, ad una certa ora si potrebbe spegne anche oltre la meta’ dei “lampioni”.

La ditta e’ la Umpi ed e’ di Cattolica, dal sito che e’ in costruzione si capisce molto poco ma guardando un po’ l’opuscolo che quel giorno ho recuperato io capisco che:

  • Non servono altri cavi in quanto il sistema funziona ad onde convogliate sugli impianti esistenti;
  • serve una scatolina con dell’elettronica della grandezza di un pacchetto di sigarette posto in prossimita’ del singolo punto luce che verra’ comandato da una centralina unica che serve a portare i comandi in remoto remoto con un computer;
  • In pratica si puo’ programmare il funzionamento della lampada, parzializzarne il flusso (riducendo luminosita’ e consumo), spegnerla, controllarne il funzionamento avendo la segnalazione automatica di quando e’ guasta risparmiando inutili manutenzioni programmate e/o lamentele dei cittadini.

Chiaro che gli opuscoli sono fatti per invogliare ed ingigantiscono i risultati attesi ma sono convinto che il nostro Comune (come tutti per il resto) avrebbero ogni interesse a capire come funziona e dov’e’ il possibile tranello (non vorrei che il sistema debba per forza essere gestito da un unico centro della ditta che cosi’ potrebbe in qualsiasi momento, una volta raggiunta un certa diffusione, decidere di cambiare i costi di gestione). Tutto il mio “scarso” capire e’ a disposizione per approfondire l’argomento e valutare l’applicabilita’ di questo sistema che mi sembra veramente rivoluzionario per cercare di ridurre i consumi elettrici e, magari, risparmiare qualche incenerimento per far funzionare inutili lampadine che illuminano …. il nulla.

Sarebbe bello capire quanti kW/h la nostra Meldola consuma in illuminazione pubblica in un anno per capire un eventuale risparmio del 50% ed anche oltre potrebbe portare alle casse ed all’aria della nostra citta’ … pronto … risponde nessuno dei nostri amministratori?

Vedete voi se commentare, se fossi un Amministratore oltreche’ un tecnico proverei ad approfondire e lo farei forse con un pizzico di costrizione …. se piuttosto che 1 diventassero 100 i concittadini elettori che mi tirano per la giacchetta.

Un ultima domanda mi sorge spontanea, un piano per l’energia Meldola ce l’ha????

Saluti radiosi