I bicchieri della mensa … molto belli e trasparenti … ed anche bio-degradabili!!!

Bicchiere mensNell’andare a mangiare in mensa e nel vedere per l’ennesima volta quei bellissimi bicchieri trasparenti e robusti mi e’ venuta voglia di contattare il sito che c’era scritto in fondo al bicchiere. Una strana sigla “PLA” riportata mi aveva fatto pensare alla PLAstica e mi si era alzata la pressione e cosi’ ho chiesto conferme all’azienda produttrice. Con l’occasione ho anche chiesto dove si potessero trovare in vendita questi prodotti.

Penso che questa risposta possa interessare anche a diversi lettori … sembra cosi’ ma stiamo tutti lavorando per un progetto veramente all’avanguardia nelle nostre mense: Continua a leggere “I bicchieri della mensa … molto belli e trasparenti … ed anche bio-degradabili!!!”

Elogio ai colleghi

!– @page { size: 21cm 29.7cm; margin: 2cm } P { margin-bottom: 0.21cm } –>

Effettivamente capisco che la televisione abbia una parte saliente nella formazione delle conoscenze e cosi’ … succede che anche a Ravenna si accorgono di Meldola e sulla scorta di quanto hanno capito dalla televisione hanno deciso una colletta estemporanea. Bastava che si leggessero il resoconto del Consiglio Comunale sull’argomento per tranquillizzarsi o forse no ….

foto lavoro

  Continua a leggere “Elogio ai colleghi”

I Boschi, tra realtà e … fantasia. Per bambini dai 4 ai 9 anni!!!

Miseria, sempra che succeda tutto venerdi’ … anche una bella seratina con animazione annessa per i bambini dai 4 ai 9 anni al museo di ecologia a partire dalle 21:00.

Serata che si intitola appunto I Boschi, tra realta’e …. fantasia

Guardatevi il bel volantino e se volete far fare qualcosa di diverso ai vostri figlioli … cogliete la palla al balzo.

Visto che non ci si deve far mancare niente alle 18:00 inizia con il Consiglio d’Istituto, poi si continua con l’incontro sulla mensa del comitato mensa e, se riusciremo ad arrivare in tempo, spero che ci teniate qualche posto anche per noi 🙂

Grazie Giancarlo!!!

Saluti radiosi

Benessere di ciascuno, prosperità di tutti.

Ricevo da un’amica una bella citazione; ho controllato un po e la ritengo effettivamente veritiera quindi la pubblico; qualcuno trova delle assonanze con un qualche periodo recente che stiamo vivendo?

“Puo’ tuttavia accadere che un gusto eccessivo per i beni materiali porti gli uomini a mettersi nelle mani del primo padrone che si presenti loro. In effetti, nella vita di ogni popolo democratico, vi e’ un passaggio assai pericoloso. Quando il gusto per il benessere materiale si sviluppa piu’ rapidamente della civilita’e dell’abitudine alla liberta’, arriva un momento in cui gli uomini si lasciano trascinare e quasi perdono la testa alla vista dei beni che stanno per conquistare. Preoccupati solo di fare fortuna, non riescono a cogliere lo stretto legame che unisce il benessere di ciascuno alla prosperita’di tutti. In casi del genere, non sara’neanche necessario strappare loro i diritti di cui godono: saranno loro stessi a privarsene volentieri… Se un individuo abile e ambizioso riesce a impadronirsi del potere in un simile momento critico, trovera’la strada aperta a qualsivoglia sopruso. Bastera’che si preoccupi per un po’ di curare gli interessi materiali e nessuno lo chiamera’a rispondere del resto. Che garantisca l’ordine anzitutto! Una nazione che chieda al suo governo il solo mantenimento dell’ordine e’ gia’schiava in fondo al cuore, schiava del suo benessere e da un momento all’altro puo’ presentarsi l’uomo destinato ad asservirla. Quando la gran massa dei cittadini vuole occuparsi solo dei propri affari privati i piu’ piccoli partiti possono impadronirsi del potere. Non e’ raro allora vedere sulla vasta scena del mondo delle moltitudini rappresentate da pochi uomini che parlano in nome di una folla assente o disattenta, che agiscono in mezzo all’universale immobilita’disponendo a capriccio di ogni cosa: cambiando leggi e tiranneggiando a loro piacimento sui costumi; tanto che non si puo’ fare a meno di rimanere stupefatti nel vedere in che mani indegne e deboli possa cadere un grande popolo”

Citazione dal saggio di Alexis De Tocqueville, De la democratie en Amerique, 1840

 

Saluti radiosi

Venerdì 23 Maggio ci si ritrova per capire la Mensa e parlare con il nostro Pediatra

Ecco il volantino che e’ stato distribuito venerdi’ e sabato scorso a scuola; non era a colori per evidente necessita’di risparmiare inquinanti e risorse ma spero proprio che possa far pensare e riflettere in quanto gli argomenti sono interessanti ed importanti:

“Pasto Bio & eco-compatibile, cosa stiamo facendo a Meldola?”
A cura Dott. ssa Milillo Maria Alfonsa – Dirigente settore alberghiero ISSD

“Il COmitato di controllo della Mensa e di promozione dell’EDucazione Alimentare”
A cura Dott.Venezia Pietro – Genitore e Coordinatore del COMEDA

“Da bambini consapevoli ad adulti coerenti: Emozioni nel rapporto con il cibo”
A cura Dott. Di Biase Tonino – Pediatra

Alle 20:45 e’ prevista la degustazione di alcune portate del menu’ scolastico Meldolese. Continua a leggere “Venerdì 23 Maggio ci si ritrova per capire la Mensa e parlare con il nostro Pediatra”

Libretti postali inutilizzati… ocio che possiamo anche perderli ….

Segnala la sempre attenta Paola Zucchi che le Poste stanno per fare un repulisti di libretti

Utilizzo questo spazio per segnalare quanto segue: sul sito delle poste italiane (http://www.poste.it/bancoposta/dormienti/libretti_dormienti.shtml) e’ possibile visionare un documento di 3515 pagine suddiviso per Comuni nel quale sono indicati numericamente i libretti che non risultano movimentati da piu’ di 10 anni. Se i titolari non si metteranno in contatto con le poste entro il 25 di agosto il deposito verra’chiuso. Si tratta di libretti con importo superiore a 100 €. Segnalo che per Meldola la pagina di riferimento e’ la 1006. Probabilmente si tratta di persone anziane o decedute ma e’ bene informarsi soprattutto in caso di successioni o di parenti vecchietti.

Spero che non regaleremo questi soldi alle Poste … magari si tratta dei risparmi di qualche nostro parente, e’ comunque certo che solo con il numero di libretto si riesce a fare poco … sarebbe l’ideale mettere anche il nome di chi era l’intestatario ma cosi’ … era troppo facile!!!

Complimenti alle Poste, un bell’esempio di trasparenza nei confronti dei clienti.

Grazie comunque a Paola per la preziosa segnalazione!!!

Saluti radiosi