UNA SPERANZA PER LE ALLERGIE: AGEBA RICERCA

Lo scorso dicembre è stata fondata l’Associazione Genitori di Bambini Allergici “Ageba Ricerca” con sede presso l’Ospedale S.Orsola-Malpighi di Bologna con lo scopo di fornire un supporto tecnico e scientifico alle famiglie sempre più numerose di bambini che soffrono di allergie alimentari o respiratorie, estendendo il supporto anche agli adulti colpiti da questa patologia.

La presentazione ufficiale dell’Associazione avverrà il prossimo 7 febbraio alle ore 10,00 presso l’Aula Magna della Clinica pediatrica del S. Orsola in Via Massarenti, 11 a Bologna con un convegno, aperto a tutti, sul tema delle allergie di cui si riporta il programma qui di seguito.

Si invita chi fosse interessato a partecipare e a contattarmi per informazioni.

Sabrina Catani

programma-convegno

Assemblea Generale AVIS del 06 Gennaio 2009

Ecco un resoconto (mi scuso per il ritardo …) della riunione AVIS fatta il giorno dell’Epifania in cui, oltre alla consueta consegna del pacco dono ai donatori attivi nel 2008, si sono anche rinnovate le cariche del Consiglio che resteranno in carica per i prossimi tre ann ( sul fondo i risultati.

Alle ore 10:10 il Presidente uscente, Bernardi Franco, interviene ringraziando gli intervenuti e illustrando un po’ i risultati dell’anno appena trascorso (numero di donatori e donazioni) e sottolinea l’importanza di votare per il nuovo consiglio sostenendo soprattutto i nuovi e giovani candidati per rinnovare un po’ il Consiglio stesso. Ricorda poi che il Presidente dell’Assemblea sarà Agresti Fabrizio, vice Presidente Ginexi Giuseppe e segretario Ravaioli Carlo.

Cede la parola al tesoriere Camporesi Sergio che ribadisce brevente i l’incremento sia dei donatori che delle donazioni, dati sintetizzati nella tabella seguente:

SITUAZIONE AVIS MELDOLA
Al 31/12/07 Al 31/12/08 Percentuale
Totale Soci AVIS 309 323 4,5%
Donatori Attivi S.I./P.L. 246 275 11,8%
Nuovi Donatori 23 21 -0,9%
Donatori in Riposo Definitivo 15 10 -33,0%

Donazioni S.I. 473 485 2,5%
Donazioni P.L. 84 109 29,8%
Totale Donazioni 557 594 6,6%

Sergio illustra poi i dati salienti del Bilancio Consuntivo e di quello preventivo che, molto sinteticamente, vedono: Continua a leggere “Assemblea Generale AVIS del 06 Gennaio 2009”

La giustizia è il potere dei senza potere

Con questa citazione di Vaclav Havel (che non conosco ma mi sembra abbia in pieno centrato il concetto) intitolo questa discussione che, in pratica, vorrebbe semplicemente mostrare come il giornalista Marco Travaglio spiega l’attuale subbuglio sul caso De Magistris e, più in generale, sui Magistrati di Salerno. Ho grassettato le cose che mi sembrano più importanti del racconto molto ben circostanziato che è stato tratto dalla rubrica (“Passaparola”) che il giornalista stesso tiene settimanlmente sul blog di Beppe Grillo.

Onestamente ascolto spesso la versione registrata e messa a disposizione (gratuitamente) sul podcast (serve un lettore di podcast…) del comico nelle mie transumanze in bicicletta … questa l’ho ascoltata + di una volta perché proprio non la mando giù ….Ma magari qualcuno è capace di dimostrare che si può trangugiare liberamente e facilmente … ve ne prego, aiutatemi a mandarla giù!!!

Qui trovate la versione video ( se non avete troppa voglia di leggere …)

Buongiorno a tutti. Mi dispiace, ma devo ancora parlarvi del cosiddetto caso Salerno-Catanzaro perché ci sono delle clamorose novità e, visto che sono clamorose, voi non le avete sapute.

…. Ricorderete l’ultimo episodio, l’ultimo anello di una lunga catena iniziata un anno e mezzo fa con l’esproprio e le avocazioni delle due principali inchieste di Luigi De Magistris. L’ultimo atto è che, la settimana scorsa, il ministro Alfano il cosiddetto ministro della Giustizia Alfano ha sparato fuori i capi di incolpazione contro il procuratore capo di Salerno, Luigi Apicella, e contro i suoi due sostituti, Gabriella Nuzi e Dionigio Verasani, che hanno il torto di essere titolari dell’indagine nata dalle denunce di De Magistris che ha portato, a metà dicembre, al provvedimento di sequestro e perquisizione per acquisire a Catanzaro le carte dell’inchiesta Why Not, che la procura di Catanzaro non consegnava da mesi e mesi, nonostante le richieste della procura di Salerno. Continua a leggere “La giustizia è il potere dei senza potere”

Giorno della Memoria 2009

L’Associazione culturale “LiberaMente”, in collaborazione con il Comune di Meldola, propone anche quest’anno alcune iniziative per celebrare il Giorno della Memoria.

Nella giornata di martedì 27 gennaio, presso la biblioteca comunale, si è tenuto un incontro con le classi quinte della scuola elementare “E. De Amicis” a cura di Renato Cappelli e Rita Aglietti, nel corso del quale sono stati presentati ai ragazzi brani tratti dal libro “Il bambino di Noè” di Eric-Emmanuel Schmitt.

Sabato 31 gennaio, a partire dalle ore 15,00, sempre nei locali della biblioteca, si svolgerà, per il secondo anno, una maratona di lettura con il coinvolgimento di una trentina di lettori. Il libro scelto quest’anno è “La notte” di Elie Wiesel.

Ecco il volantino edizione 2009 … mancare è un pò dimenticare!!!

L’ultimo periodo inGASato ….Quante novità e quanti ordini aperti!!!

Ecco un riepilogo delle discussioni e di quanto si è mosso e si è scritto nel gruppo di acquisto inGASati di Forlì; spero sia di stimolo per chi ancora si ostina a pensare che fare la spesa significa solo cercare l’ultima offerta speciale!!!

Saluti radiosi

Era un pò che non scrivevo e così nel riepilogo ci ho messo anche discussioni passate che magari stimolano chi non segue assiduamente il nostro blog.

Circa gli ordini aperti il buon Paolo ha fatto un capolavoro di sintesi quindi vi invito a questa discussione … abbiamo ordini per tutti i gusti 🙂
Prima di andare oltre mi preme segnalare che il gruppo cresce non tanto crescendo gli acquisti ma crescendo la consapevolezza che “fare” gruppo sia importante; è importante appunto non pensare che ci si trovi in un negozio on-line bensì in un gruppo in cui si condividono le scelte economiche della spesa ma si cerca anche di dare qualcosa pur nel massimo rispetto delle condizioni contingenti di ognuno. Se qualcuno vuole (e magari conosce il settore) potrebbe aiutare il nostro magico Paolo nella gestione informatica del blog, altri seguire il buon esempio di Serena e Riccardo che si sono offerti per la referenza del Riso e magari permettere la rotazione di qualche referente “stanco” (non è un compito impossibile e con l’aiuto di chi conosce la referenza può risultare persino divertente!!!), ci si potrebbe incaricare di qualche articolo di approfondimento, si potrebbe riesumare la vecchia analisi delle materie prime di cui a questa discussione. Insomma … ci sono un sacco di possibilità, fatevi avanti!!!

E adesso dall’ultimo invio ad oggi le discussioni, non scadute, e di un certo interesse:

Pannolini lavabili

Calendario inGASato Ordini

LE API SCONFIGGONO LE MULTINAZIONALI DEGLI AGROFARMACI

Come lavi i panni? Le palle le fai girare?

2008 e 2009 inGASati

Tatawelo: auguri…

Energia elettrica, dopo la liberalizzazione che fare?

Le auto-segnalazioni inGASate Questo può interessare se vuoi condividere il tuo saper fare o le tue passioni con il gruppo

Il superriso OGM che divide gli scienziati Brusco rialzo

Maiale, animale nobile!!! La fortuna di essere inGASati

Risposte al “Ti impegni a…” di Samuele Branchetti

A Seguito dell’invito  a rispondere al nostro “Ti impegni a …” ecco le risposte del candidato alle primarie del PD ed ex Consigliere Comunale Ing. Samuele Branchetti:

Carissimi “meldolesi”,

un saluto a tutti, ed un ringraziamento per la passione civile che dimostrate nel vostro spazio.

Mi è già capitato di scambiare con alcuni tra voi l’auspicio di un dialogo che credo sia necessario sviluppare.

Anche rispetto alle richieste che avete avanzato credo possa essere utile un confronto e una discussione.

In ogni caso, vi elenco le proposte che ritengo più interessanti e condivisibili (peraltro molte di queste presenti in forme simili anche nella bozza di programma sviluppato dal Partito Democratico): Continua a leggere “Risposte al “Ti impegni a…” di Samuele Branchetti”

Risposte al “Ti impegni a…” di Loris Venturi

A Seguito dell’invito  a rispondere al nostro “Ti impegni a …” ecco le risposte del Sindaco in carica e candidato alle primarie del PD Geom. Loris Venturi:

TI IMPEGNI A…

Istituzione

1. … non ripresentarti come candidato alla carica di Sindaco dopo il secondo mandato? Certo

2. …partecipare ogni anno al premio dei Comuni virtuosi a 5 stelle (www.comunivirtuosi.org <http://www.comunivirtuosi.org>)? Intanto cominciamo ad approfondire

3. …finanziare le elezioni di un Consiglio Comunale dei bambini istituito democraticamente presso i plessi scolastici del territorio comunale? si

4. …istituire una consulta permanente degli adolescenti e dei giovani meldolesi? si Continua a leggere “Risposte al “Ti impegni a…” di Loris Venturi”

La caccia ai fannulloni

Avrei voluto scrivere e pubblicare questo articolo prima ma il tempo è tiranno e il problema è comunque attuale anche se nel frattempo il nostro Ministro ha aggiunto altre perle alla sua collezione.

L’articolo è stato pubblicato anche sull’ultimo numero di Libres.

Negli ultimi mesi il Ministro Brunetta si è fatto grande sbandierando la sua campagna anti fannulloni e cogliendo un notevole consenso da parte degli italiani, popolo di notoria specchiata moralità. Per fortuna in Italia non ci sono problemi come la mafia, il lavoro nero, le morti bianche sul lavoro, l’evasione fiscale, i risparmiatori truffati da banche, banchieri e  imprenditori, i “furbetti del quartierino”, le scuole che crollano, le strade sempre più pericolose, le famiglie che non arrivano a fine mese e mi fermo qui, perciò è giusto che il vero target da colpire siano i dipendenti pubblici nullafacenti, unico neo di questo meraviglioso paese.
Non nego che nella categoria siano presenti sacche di “impunità e libertà dal lavoro”, (ma vorrei farvi riflettere su chi e perché le ha volute e tollerate, non certo i tantissimi che in questi settori lavorano onestamente e per uno stipendio spesso da fame) ma quando si arriva a demonizzare un’intera classe di lavoratori si rischia una deriva che può portare anche a situazioni pericolose. Prendiamo ad esempio il recente episodio accaduto alla Provincia di Forlì-Cesena: nei giorni scorsi un iscritto al collocamento obbligatorio si è presentato presso gli uffici provinciali e con fotografo al seguito ha cosparso se stesso e il pavimento di benzina minacciando di darsi fuoco se non gli fosse stato trovato un lavoro. Questa non è che la punta di un iceberg di situazioni che vedono i cittadini sempre più arrabbiati ed esigenti nei confronti della pubblica amministrazione, senza capire che i problemi non si risolvono aggredendo impiegati che spesso sono essi stessi vittime di una burocrazia che nessuno finora ha voluto riformare seriamente.
In una situazione come l’attuale, dove i problemi reali sono sempre più gravi e di difficile gestione e soluzione, giova sicuramente alla classe politica al governo indirizzare l’attenzione dei cittadini su nemici che di volta in volta cambiano e vengono descritti come pericolosi e dannosi per la collettività. Così abbiamo avuto la caccia allo zingaro, le rapine in villa, gli stupri da parte di extracomunitari, i fannulloni da bacchettare; in questo modo l’attenzione del cittadino è continuamente distolta dalla realtà “vera” e dalla gravità della crisi che sta investendo il nostro paese.
In particolare Brunetta sta schiacciando il “bubbone” del pubblico impiego con norme che, se analizzate, non sono poi così vantaggiose per la cittadinanza che ne è invece tanto soddisfatta. Dopo la pubblicazione e l’entrata in vigore del Decreto Legge 112/2008 le assenze dei dipendenti pubblici sono indubbiamente calate, ma forse non si considera che in cambio di una aumentata presenza in servizio di persone che spesso vanno in ufficio ammalate per non vedersi decurtare lo stipendio (rischiando anche di contagiare colleghi e utenti) sono lievitati i costi che le amministrazioni devono sostenere per la gestione delle visite fiscali. Queste vanno richieste alle ASL anche a fronte di un solo giorno di assenza per malattia, sono pagate con denaro pubblico, e il tempo che occorre per la richiesta delle stesse e la loro gestione costringe spesso gli enti a distogliere il personale da altre attività forse più importanti e utili per la collettività.
Non si possono poi dimenticare i tempi necessari agli uffici stipendi e presenze per applicare le detrazioni sugli stipendi a cui si accompagna la necessità, da parte degli enti pubblici di aggiornare i programmi di gestione delle buste paga (che le softwerhouse non faranno gratuitamente), per adattarli alle nuove disposizioni volute dal ministro.
Questi costi fissi non sono certo compensati dalle detrazioni sullo stipendio previste in caso di malattia, che fra l’altro colpiscono fortemente dipendenti in posizione di responsabilità e dirigenti e molto meno le categorie impiegatizie. Ci sono poi macroscopiche differenze, per esempio, fra Dirigenti statali e Dirigenti delle Autonomie Locali che risultano molto più penalizzati. Ciò deriva diversa suddivisone delle voci salariali prevista dai rispettivi contratti di lavoro, strano però che il legislatore non se ne sia accorto all’atto della redazione della legge.
Ritengo poi profondamente mortificante e ingiusta la estensione, solo per i dipendenti pubblici, delle ore di reperibilità coprendo la fascia oraria che va dalle 8 alle 13 e dalle 14 alle 20 di tutti i giorni, compresi i non lavorativi e i festivi, mentre rimangono immutate per tutti gli altri lavoratori. La disparità di trattamento creata e voluta non mi sembra giustificabile se non con il solo intento di fare contenti i cittadini mostrando i muscoli contro gli odiati fannulloni pubblici.
Non è con l’accanimento contro una categoria di lavoratori o fomentando l’odio sociale che si risolvono i problemi del paese, ma fa comodo agire in questo senso. Spero solo che la gente sia presto in grado di vedere al di là degli slogan e inizi a usare la ragione di cui tutti dovremmo essere dotati.

Sabrina Catani

Comunicare nel traffico

Ho aspettato che le spoglie mortali della ragazza (Alice) che è rimasta uccisa recentemente in un passaggio pedonale a Forlì trovassero il giusto riposo.

Non riesco nemmeno lontanamente a pensare cosa possa passare per la testa ai suoi poveri genitori né tanto meno alle due automobiliste coinvolte in questa tragedia ma mi sembra giusto e fondamentale cercare di trarre da ogni disgrazia un’occasione per riflettere e, magari fosse possibile, evitarne altre di simili.

Proprio il giorno della disgrazia mi sono fermato per far passare un ragazzo di fronte al supermercato Conad di Meldola e chi sopravveniva da dietro mi ha superato (la corsia è piuttosto larga nei pressi del passaggio pedonale) sfrecciando come un pazzo; io ed il ragazzo ci siamo guardati per un istante con sguardo di compatimento dopodiché … tutto passato, tutto dimenticato … o forse no!

La prossima volta che mi fermerò ad un passaggio pedonale metterò anche la freccia a sinistra così da non invogliare altre furbate del genere!!! Magari cercherò personalmente di ricordarmi che nei centri abitati è bene andare più piano … quanti errori fatti senza pensare a cosa poteva succedere!!!

Adesso il prontuario predisposto dal Presidente della FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) di Forlì (Antonio Morgagni) che ritengo un grande anche perché si propone presso tutte le scuole per l’insegnamento dell’educazione stradale e denuncia gli incroci o le strade più pericolose. E’ una persona veramente speciale anche perché queste sue conoscenze non sono prettamente ed unicamente scolastiche bensì maturate sulla strada di tante nazioni europee che ha “girato” spesso in bicicletta. Vi invito ad una lettura attenta perché sicuramente è vero che in tanti (quasi tutti) siamo automobilisti ma in realtà nasciamo come pedoni prima e come ciclisti poi … ma molte volte alcuni passaggi sono per noi automatici e rileggere alcuni consigli fa sempre riflettere!!!

<!– @page { size: 21cm 29.7cm; margin: 2cm } P { margin-bottom: 0.21cm } –>

Comunicare nel traffico

Nella netta maggioranza dei paesi civili, gli utenti deboli non hanno bisogno di rivendicare il proprio diritto di precedenza, diritti e doveri sono spesso acquisiti e praticati nel traffico quotidiano. Nel nostro paese, per pedoni e ciclisti nel traffico, la comunicazione assertiva diventa una necessità vitale. Continua a leggere “Comunicare nel traffico”

Ti impegni a …. darci una risposta?

Bene bene siamo arrivati ad una prima scadenza importante, visto che fra una settimana si terranno le elezioni primarie per il candidato del PD ho appena inviato, a nome di coloro che hanno contribuito alla sua creazione, la versione 1.0 del “Ti impegni a …“. Mi sono permesso di inviarla anche ai principali media locali … magari decidono di dargli risonanza.

Permettetemi, a nome di tutto il gruppo, un GRAZIE a Giulia che è stata fondamentale per raggiungere questo primo importante risultato di sintesi. Adesso attendiamo le risposte dai due candidati Branchetti Samuele e Venturi Loris.

Spero non otterremo come risposta che c’è poco tempo perché so che entrambi sono molto attenti a cosa succede nella loro città, quindi sono certo che staranno già monitorando questa idea, da quando è nata e poi si è ulteriormente sviluppata. In più visto che ancora il programma non è noto magari potrebbe essere una buona occasione per capire meglio le peculiarità dei due candidati.

Impegno personalmente il blog a pubblicare i questionari compilati senza filtri ed in versione integrale.

Ecco la presentazione e le domande finali raccolte:

TI IMPEGNI A…

Domenica prossima ci saranno le elezioni primarie del PD che permetteranno di scegliere la persona che, con buone probabilità, rappresenterà la lista di centro sinistra alle prossime elezioni Amministrative di Giugno.

Il programma del PD ancora non è noto ed in più, spesso, questi programmi politici sembrano spesso capolavori di retorica letteraria, dove i contenuti possono essere interpretati in svariati modi e non costituiscono, di per sé, precisi impegni ad operare sui quali sia poi possibile giudicare il mandato.

Poichè www.meldolesi.net è una libera associazione di cittadini e famiglie meldolesi che si propone, tra le altre cose, anche di condividere idee e conoscenze in modo amichevole, sereno e comprensibile, abbiamo pensato di tentare l’esperienza “Ti impegni a….”

“Ti impegni a…” è una raccolta di domande, proposte, richieste fatta attraverso il sito www.meldolesi.net che sottoporremo ai candidati Sindaco alle elezioni Amministrative prossime venture, affinchè forniscano risposte chiare, positive o negative che siano. In attesa di Giugno abbiamo coinvolto nelle domande i due candidati alle Primarie affinché, per ogni impegno che prenderanno, si esprimano anche sul tempo che impiegheranno per mantenere la promessa. La raccolta “Ti impegni a…” è integrale, non sono cioè state effettuate selezioni di nessun tipo, che sarebbero a nostro avviso arbitrarie.

I dossier, completi delle risposte, potranno avere, per i cittadini, molti usi: da quello di orientamento al voto a quello di guida all’osservazione del mandato, a quella di vademecum dei temi di reale pubblico interesse sui quali i cittadini stessi saranno chiamati alla responsabilità ed alla partecipazione.

Forse saranno, nella versione definitiva per i candidati a Sindaco delle elezioni Amministrative, anche un interessante, per quanto semplice, strumento della futura giunta e della futura opposizione per misurare le loro scelte sulla scala che va da ciò che è impopolare a ciò che crea consenso.

“Ti impegni a…” è costituito da 64 punti ed è ordinato nei seguenti argomenti:

Continua a leggere “Ti impegni a …. darci una risposta?”