Pino Vaienti, un “ragazzo” molto fortunato.

foto-pino1Ci siamo cimentati nel progettare un futuro per il nostro paese, una Meldola a vocazione biologica,  una opportunità concreta.
Le sole nostre forze non erano sufficienti per avviare avventure solitarie, la “politica” si fa cercando alleati.

Abbiamo scelto di far valere le nostre idee per Meldola aderendo alla coalizione “Centro sinistra Insieme per Meldola”, di cui  condividiamo comuni principi quali:  l’uguaglianza dei diritti  per italiani e stranieri, la supremazia della educazione scolastica pubblica quale strumento di formazione della coscienza civile, il diritto ad un lavoro dignitoso, la salvaguardia dell’ambiente , ecc…
Il programma della coalizione ha accolto le nostre proposte.

Pino Vaienti in consiglio comunale si spenderà affinché l’amministrazione comunale:
•    dia avvio alla raccolta differenziata porta a porta,
•    promuova la realizzazione di impianti di biodigestione
•    si attivi insieme ad altri comuni per la costruzione di un centro di riciclaggio dei rifiuti secchi su scala provinciale;
•    promuova l’uso delle fonti energetiche rinnovabili a partire dagli immobili pubblici;
•    garantisca una gestione democratica dell’uso degli impianti sportivi tale da razionalizzare ed ottimizzare la loro fruizione da parte di tutte le società e i gruppi sportivi meldolesi;
•    valorizzi l’esperienza dei gruppi di acquisto solidale, con scambi diretti produttore-consumatore a chilometro zero e sostenga l’esperienza in atto di agricoltura biologica con la reintroduzione di colture tradizionali abbandonate.
(Pino Vaienti & Gilberto Romboli)

curriculum, memorie e valutazioni di Pino Vaienti

Annunci

Un paio di possibilità per le elezioni Provinciali

a5volantinoretroa5_volantino_frontevolantino_provincia_fronte_v30Ecco qua due possibilità Meldolesi per le Elezioni Provinciali; sono quelle che mi sono arrivate in posta elettronica (e sono anche due persone che contribuiscono o hanno contribuito commentando nel blog…) e sono le uniche che ho vagliato perché, puntualmente, la buchetta della posta la svuoto nel bidone della carta (chissà perchè nonostante il cartello “No Pubblicità” serpeggi bello in grande nella buchetta, quella elettorale non sia considerata tale ed infatti in questi giorni è continuamente intasata e servono due/tre svuotamenti al giorno …)

Comunque mentre di Stefano pubblico sia il fronte del volantino (con una foto così “fascinosa” come potrei non farlo…) che il retro (simpaticissimi alcuni punti che cita :-);  di Samuele ho trovato una foto sul blog del PD e quello che invece si ripromette di portare in Provincia lo potete leggere tranquillamente in questa discussione.

Riporto il testo della mail di Samuele perchè anch’esso molto piacevole:

Carissimi amici di Meldola, come forse già alcuni di voi sanno, ho accettato la proposta del Partito Democratico di candidarmi in Consiglio Provinciale per le elezioni amministrative del 6-7 Giugno.
Non pensavo che ad una distanza così breve dalle elezioni Primarie di Gennaio mi sarei di nuovo impegnato direttamente in una competizione elettorale.
Nella lettera che trovate in allegato ho cercato di riassumere i motivi che mi hanno spinto ad accettare e gli obiettivi che mi sono posto di raggiungere. Questa lettera aperta, rivolta ai cittadini, la stiamo diffondendo in questi giorni nei territori dove sono candidato: Meldola, Magliano e Carpena.
Si tratta di una sfida difficile, come sempre, ma non impossibile. Se ci sarà una buona mobilitazione da parte della gente e quindi un sostegno forte al momento del voto, abbiamo una buona possibilità di successo.
Per questo, come dice il nostro slogan alle elezioni provinciali, sono di nuovo a chiedervi un supporto ed un impegno per ANDARE AVANTI. INSIEME.
Grazie mille e a presto!
Samuele Branchetti

Il prossimo rinnovo Amministrativo dovremo attivarci per tempo per ridurre la carta da macero …. grazie a Samuele e Stefano per non aver sprecato carta con me 🙂

Saluti radiosi.

L’acqua del Sindaco in Consiglio Comunale!!!

consiglio-comunale-1Avevo scritto nel titolo: Demordere mai!!!

Lo avevamo riportato nel nostro “Ti impegni a…” alla domanda 44 e cosa succede all’ultimo Consiglio Comunale della Legislatura cui non ho potuto partecipare per andare in mensa a mangiare con mio figlio Lorenzo?

CI SONO LE CARAFFE DI VETRO e l’ACQUA DELL’ACQUEDOTTO

Non so onestamente come ringraziare per questa squisita attenzione anche perchè incrociando Assessori e Consiglieri Comunali all’uscita praticamente tutti hanno avuto un pensiero nei miei riguardi e tanti mi hanno detto che in Consiglio si è pensato anche a me quando si beveva 🙂

consiglio-comunale-2foto-destraDiciamo che c’è un certo margine di miglioramento, dato dai bicchieri che vedo ancora di plastica, ma in questo articolo voglio proprio essere orgoglioso di essere Meldolese ed anche che, in fondo, il blog è letto e seguito anche da tanti che, pur non palesandosi apertamente commentando, comunque recepiscono quelle che sono idee e stimoli che vengono dai cittadini.

Grazie All’assessore Zucchi Paola che mi ha inviato le foto e che è stata, a onor del vero, l’unica che si portava la bottiglia da casa riempita con acqua del rubinetto!!! Grazie al Sindaco ed ai Consiglieri che hanno anche posato per la foto sorridendo soddisfatti 🙂

Sono sicuro che comunque vadano le elezioni prossime venture questa è una, seppur piccola, conquista che resterà anche a chi verrà!!!

Saluti particolarmente radiosi 🙂

Noi Meldolesi

Dopo aver presnetato la squadra di Insieme per Meldola, ricevuto l’opuscolo a casa per il centro destra riporto i vari candidati ricopiandoli da li e rigorosamente in ordine alfabetico:

  1. Zattini Gian Luca: candidato Sindaco
  2. Aldini Gabriele (Rappresentante)
  3. Bacchi Cristina (Artigiana)
  4. Branchetti Enrico (Imprenditore)
  5. Casadio Andrea (A.T, Meccanico Aeronautica Militare)
  6. Fabbri Fabio (Rappresentante del Consorzio Agrario Interprovinciale)
  7. Fontana Massimo (Dirigente)
  8. Poli Leonardo
  9. Ghetti Luca (Commericante)
  10. Lensi Ciro (Operaio)
  11. Maglioni Maddalena (Lavora in ambito scolastico)
  12. Mercuriali Glauco (Pensionato)
  13. Pellegrino Francesco (Sottufficiale Aeronautica militare)
  14. Petrini Giorgio (Commerciante)
  15. Sangiovanni Annalisa (Avvocato)
  16. Schittinelli Maria Concetta (Insegnante)
  17. Zanola Evelina (Impiegata e scrittrice)

(fonte: volantino pubblicitario pervenuto nella buchetta)

Ed ora ecco il programma che, dopo una serie di disguidi, alla fine è arrivato 🙂

Saluti radiosi

Meldola in fiore

Una bellissima serie di inziative per una edizione che sembra veramente ricca di eventi.

Si parte da venerdì 29 maggio con sfilata canina ed un’animazione per bambini da 5 a 9 anni

Si passa a Sabato 30 Maggio con una interessante lunga serie di eventi musicali sparsi nelle piazze del paese ed anche una mostra fotografica e saggio di ginnastica

Per finire Domenica 31 Maggio all’insegna di Moda, aquiloni, ed altra musica orchestrale.

Inutile raccomandarvi sabato mattina alle 10:00 un incontro già segnalato e che veramente può farci fare un salto qualitativo se opportunamente valorizzato e contraddistinguerci veramente a livello anche internazionale.

Saluti radiosi….

Bimbi a tavola. (parte II)

Eccoci alla seconda puntata di “Bimbi a tavola”!
Anche questa volta vorrei lasciarvi un paio di ricette e qualche consiglio.
Noto che nei menu’ scolastici spesso troviamo inserito il cous-cous, per cui ho pensato che, se gradito, può entrare anche nell’alimentazione casalinga.
Non dimentichiamoci che il cous cous è semolino in granuli, cotto a vapore, per cui è un alimento estremamente leggero al quale possiamo aggiungere vari ingredienti per renderlo più saporito: carne, pesce, verdure, spezie ed erbe aromatiche.
cous-cous
Pomodori ripeni di cous cous

Ingredienti :
4 pomodori rossi ramati
180 grammi di cous cous precotto
1 piccolo peperone verde
1 cipollotto fresco
olive nere
basilico
sale
olio extra vergine d’oliva

Lavare i pomodori, tagliarli a metà e svuotarli delicatamente di buona parte della loro polpa.
Salate leggermente i mezzi pomodori e capovolgeteli su un tagliere leggermente inclinato per fare scolare l’acqua in eccesso.
Tritate la polpa dei pomodori, il peperone, il cipollotto, il basilico e le olive. Mescolate in una ciotola le verdure con il cous cous e condite con un pizzico di sale e l’olio extra vergine d’oliva.
Asciugate internamente i mezzi pomodori con carta da cucina e riempiteli con il cous cous fatto rinvenire in acqua bollente (come da indicazioni sulle confezioni) e le verdure. Lasciate riposare un quarto d’ora/venti minuti perché si amalgamino i sapori e servite.
Al posto dei pomodori ramati potete usare anche i ciliegini (anche se sono più complicati da svuotare) o i pachino…così i bambini se li mangiano in un solo boccone!

Se non volete far loro rimpiangere qualche “schifezza” da fast food, vi propongo gli hamburgers fatti in casa accompagnati con una salsina di pomodoro, fatta al momento, abbastanza somigliante al Ketchup ma più sana.

Hamburgershamburger

Ingredienti :
320 gr. di macinato di manzo
1 piccola cipolla tritata fine
Sale

Amalgamate il macinato con la cipolla, dividete il tutto in quattro mucchietti e date ad ognuno la forma di una polpetta schiacciata, oppure usate l’apposito attrezzo per formare gli hamburgers.
Cuoceteli sulla piastra ben calda, salateli e serviteli con una salsa di pomodoro preparata con passata scaldata in un padellino con un filo di olio extra vergine d’oliva, sale, mezzo cucchiaino di zucchero e una spruzzata di aceto di mele.

Come sempre, sono graditi i commenti, le critiche, i suggerimenti e i racconti sulla buona riuscita o meno delle ricette.
Ciao a tutti!

Angela

Comunicato stampa Noi Meldolesi, ricevo e pubblico.

Il candidato a Sindaco di Meldola per la lista civica “ Noi Meldolesi”, Gianluca Zattini, incalza l’attuale Sindaco continuando a chiedergli il dibattito pubblico che Venturi continua invece a rifiutare.

Zattini ribadisce che negare alla cittadinanza la possibilità di un confronto tra gli unici due candidati in lizza significa avere in totale spregio le regole della democrazia e scarso rispetto della collettività.

“Il Sindaco in carica, afferma Zattini, che amministra con incarichi diversi la Cosa pubblica meldolese da molti anni, è evidentemente preoccupato delle domande che io, o il pubblico, potremmo fargli. Alcune ad esempio riguardano la Istituzione Drudi della quale Venturi è stato Presidente. Perché l’ex Onpi che da quando è stata assorbita dal Comune non ha, né può avere, personalità giuridica e non è quindi autonoma, è invece amministrata da un Consiglio di amministrazione ben remunerato? La Casa di riposo dipende in tutto e per tutto dal Comune, tanto che un funzionario del Comune né è di fatto l’amministratore. Dovrebbe essere l’Assessorato ai servizi sociali ad occiparsene. E allora perché opera un Consiglio di amministrazione ? E perché, caso mai se ne sentisse l’esigenza, non è composto da amministratori volontari e non remunerati come succede alla Zangheri di Forlì?

Probabilmente perché, afferma Zattini, potere nominare amministratori stipendiati concede potere al Sindaco. E infatti da troppo tempo ex Sindaci vanno a presiedere la Casa di Riposo e tutti sanno che il vice Sindaco uscente sarà il prossimo Presidente. Ma questi costi andrebbero risparmiati, consentire la diminuizione delle rette a carico degli anziani o il miglioramento dei servizi. Che spesso non sono all’altezza.

Ed ecco l’altra domanda. Perché a dirigere, di fatto, la struttura ci sono figure professionali che non sembra possiedano i requisiti di studi ed esperienze adeguati? Con quali criteri sono stati scelti e sulla base di quali procedure ?

Non c’è chiarezza sulla struttura ex Onpi, occorre cambiare registro. Ma il Sindaco Venturi che ne è stato Presidente potrà mai farlo?