Risposte al “Ti impegni a …”

Con questo si conclude l’impegnativo lavoro di accorpamento delle domande e “unione” delle risposte dei due Candidati a Sindaco per Meldola. Per intenderci ho messo ad ogni domanda prima la risposta del candidato Venturi e subito dopo quella del candidato Zattini (ordine alfabetico…). I colori sono fissi per le risposte dei due e sono stati scelti a casaccio senza riferimento politico alcuno.

Penso che anche solo un grazie ai due candidati che almeno un paio di orette immagino ce le abbiano dedicate sia doveroso così come ringraziamo chi leggerà e darà il suo contributo o la sua opinione.

Grazie anche ai 15 che hanno composto ed assortito le domande e alla nostra mitica Giulia che tanto sapientemente ci ha messo del suo!!!

Onestamente quando siamo partiti con questo blog non avrei mai pensato che saremmo arrivati a questo punto GRAZIE VERAMENTE A TUTTI I CONTRIBUTORI!

Inserisco subito la premessa che il Candidato Zattini ha sottoscritto di suo pugno sulla stampa del nostro lavorone:

Le mie vogliono essere risposte del cittadino Zattini ma non possono essere un impegno svincolato da una programmazione e da una collegialità di giunta. Con questo non voglio svicolare ma non prendere impegni assoluti e vincolanti su tanti argomenti di cotanta importanza. Cari saluti

Inoltre resto a disposizione se uno dei due candidati vuol rivedere o completare le risposte visto che, comunque, resta un lavoro bello impegnativo anche da fare in una decina di giorni.

TI IMPEGNI A…
Istituzione
1. … non ripresentarti alle stesse elezioni (Comunali, Provinciali, Regionali, ecc.) per più di due mandati?
Si, certamente.
Si

2. …partecipare ogni anno al premio dei Comuni virtuosi a 5 stelle (www.comunivirtuosi.org)?

Valuterò questa ipotesi con il nuovo Consiglio Comunale congiuntamente agli impegni relativi all’introduzione delle nuove tecnologie di raccolta e riciclo dei rifiuti. Prima di definirsi “virtuosi” occorrerà imparare ad esserlo nel migliore dei modi.


3.…finanziare le elezioni di un “Consiglio Comunale dei bambini” istituito democraticamente presso i plessi scolastici del territorio comunale?

Si, già previsto nel programma della coalizione Centro Sinistra Insieme per Meldola.
No (devono giocare)

4.…istituire una consulta permanente degli adolescenti e dei giovani meldolesi?

Si. Inoltre, nell’ambito della progettazione partecipata è emersa la volontà di istituire/coinvolgere i giovani in un comitato di gestione del nuovo “Parco delle Fonti”.

No

5. fornire una soluzione concreta per una vita dignitosa e sostenibile della famiglia Petrungaro e a spiegarla pubblicamente ai cittadini?

Ritengo che la priorità per un’amministrazione, convinta del fatto che a suo danno sia stato commesso un errore giuridico, non possa accollarsi l’onere di sostenere economicamente la Controparte. La scelta di un compromesso fino a tempi recenti non era percorribile. La nuova amministrazione valuterà il da farsi nel proseguo ricordando, tuttavia, la necessità di contemperare l’interesse della Città di Meldola, e con essa tutti i suoi cittadini, e quello della famiglia Petrungaro.

Si

Comunicazione con i cittadini
6.…far conoscere entro il mese precedente le elezioni la composizione della tua Giunta almeno per ciò che riguarda gli assessorati salienti (Bilancio, Lavori pubblici, Urbanistica ed Ambiente)?

La giunta verrà presentata prima entro due giorni.
No, voglio poter scegliere in ogni ambito.

7.…permettere la videoregistrazione e pubblicazione dei Consigli Comunali sul Web e sui media in genere durante il mandato anche se la comunità montana tarderà nel suo progetto all’uopo in corso di realizzazione?

E’ già in atto un’iniziativa in tal senso da parte della Comunità Montana alla quale il Comune di Meldola ha aderito. Nel caso in cui ciò dovesse comportare tempi lunghi di attuazione valuteremo strade alternative perseguibili se non eccessivamente onerose.


8.…realizzare un Consiglio Comunale aperto al contributo dei cittadini con una cadenza di almeno uno su tre Consigli Comunali?

Mi pare un’iniziativa alquanto ambiziosa rispetto alla poco numerosa partecipazione che si è evidenziata nel corso di questi anni. Ciò non toglie che, a fronte di una maggiore frequenza da parte dei cittadini, si possa mettere in atto. Evidenzio, in ogni caso, che tutti i Consigli Comunali sono aperti alla partecipazione del pubblico.

Si, ma al bisogno

9.…attivare sul sito del Comune un servizio di avviso via e-mail (mailing list) – previa registrazione al servizio aperta a tutti – che comunichi con il dovuto anticipo l’indizione del consiglio Comunale?

Si
Si

10…pubblicare il verbale di ogni Consiglio Comunale sul sito del Comune?
Si
Si

11.…attivare sul sito del Comune un servizio che permetta ai cittadini di porre domande e ricevere tempestiva risposta in merito ai contenuti del verbale di cui al punto 10?

Vedrò se si riesce ad organizzarlo.
Si

12… ratificare il più fedelmente possibile in Consiglio Comunale il contributo che potrebbe arrivare alla tua Amministrazione da un “Consiglio Comunale dei bambini” di cui al punto 3?

Cercherò di farlo ma, in ogni caso, le decisioni e la ratifica sono di competenza del Consiglio Comunale
No, vedi sopra

13.…fare educazione civica nelle scuole ?
Si. Ricordo, in ogni caso, che il Comune ha sempre coinvolto le scuole in iniziative di tal genere ( ad es. visita al museo del Tricolore a Reggio Emilia) cooperando con la scuola in tal senso.

Si

14…informare i cittadini con mezzi informatici, ad esempio la mailing list di cui al punto 9, su scelte importanti per il futuro della città (ad esempio: cambio pavimentazione, abbattimento o alienazione fabbricati, interventi importanti sul verde pubblico e sulla viabilità ecc.)?

Sì può fare.
Si

15…installare un sistema wi-max nel Comune in maniera che tutti i cittadini possano accedere a internet gratuitamente?
Non sono a conoscenza delle modalità e dei costi ma disposto a prenderle in considerazione.
Si

16…applicare il metodo del bilancio partecipato?
Si tratta di un’esperienza che non pare abbia dato buoni frutti. Inoltre, considerando l’evolversi della materia e le difficoltà che la contraddistinguono, ritengo che non sia una priorità. Tuttavia l’assessorato competente, in sinergia con gli uffici,

?

17…redigere una versione del bilancio preventivo annuale che sia accessibile ai cittadini per chiarezza, sintesi e semplificazione linguistica?

Ribadisco la volontà di tenere informati ed aggiornati i cittadini
Si

18…pubblicare sul sito del Comune un elenco di tutte le cause legali in corso riguardanti l’Amministrazione, il relativo stato di avanzamento, gli importi economici impegnati, l’avvocato o il collegio legale che rappresenta l’Amministrazione?

non esiste un problema di informazione in quanto gli incarichi esterni vengono già pubblicizzati. Per il contenuto è necessario che l’informazione sia compatibile con il rispetto della privacy, dell’interesse pubblico e dello stato della causa.

Si

19… istituire un assessorato alla comunicazione e alla partecipazione che relazioni sullo stato di attuazione del programma; che pubblichi sul sito del Comune l’albo pretorio, le comunicazioni ai cittadini, i verbali dei lavori delle commissioni consiliari; che istituisca il bilancio partecipato preventivo e il bilancio sociale consuntivo di ogni annualità; che, avvalendosi di supporti e strumenti informatici renda le sedute del Consiglio Comunale più chiare ed efficaci.

Più che un assessorato mi sembra che sia necessario incaricare un ufficio Sicurezza
Una Delega

20…creare un percorso sicuro casa/scuola per i bambini delle scuole elementari, libero da inquinamento e traffico?
L’avvio di questa proposta è già in atto
Si

21…installare, soprattutto sulla statale e nei punti di maggior pericolo, dissuasori antivelocità (autovelox fisso, speed advice, Vista-red con dispositivo semaforico sensibile alla velocità, altri) entro due anni dall’insediamento nel mandato?

L’avvio è già in atto ma ci si deve raccordare con la Provincia e la Prefettura ( Comitato per la Sicurezza) .penso che due anni possano essere un tempo sufficiente per arrivare ad un buon punto

Si

22…ottimizzare l’efficienza della Polizia Municipale, con un servizio serale/notturno e facendo multare sistematicamente le auto parcheggiate vicino agli incroci che rendono pericoloso il traffico (ad esempio quelle nei pressi del bar S. Michele)?

Abbiamo proprio ieri approvato (con operatività del 25/05/09 e sino al 30 settembre 2009) il Progetto Vigilanza 2009 che prevede l’estensione del Servizio di Vigilanza dalle 19 di sera alle tre del mattino per tutti i giorni e dalle 13 alle 19 del sabato e della domenica . Quindi Potenziamento dell’attività del servizio in orario pomeridiano,serale e notturno per il miglioramento della sicurezza e circolazione stradale..

Si

23… accertarti sistematicamente con sopralluogo della Polizia Municipale, in sinergia con l’AUSL, e altre azioni necessarie che in tutti i cantieri dei imprenditori meldolesi siano rispettate le norme di sicurezza?

Si tratta di un obbligo di legge che coinvolge altre Agenzie ed Enti all’uopo preposti (AUSL, INAIL)
Non mi sembra un compito del Comune

24…ad installare (a cura e responsabilità Comune o ARPA) dei sensori di radioattività (contatori Geiger), uno nelle fognature ed uno nei pressi dei cancelli dell’IRST con registrazione dati e pubblicazione sul sito internet del Comune e, magari, su visori nella piazza pubblica del paese?

Mi informerò presso Arpa dei costi e della fattibilità, comunque a tutela e monitoraggio della situazione

Viabilità

25…realizzare n chilometri di rete ciclabile? Quanti chilometri?
oltre a quelle già progettate e previste nella SP4, l’impegno è di inserirle nelle progettazioni delle strade comunali
il massimo

26…ristrutturare n chilometri di marciapiedi e piste ciclabili? Quanti chilometri?
difficile quantificare perché dipende dagli interventi che saranno effettuati sulle strade (già in programma)
Il massimo

27…valutare con gli altri Comuni della vallata l’impatto del traffico pesante dovuto a poche aziende in vista di eventuali manovre correttive rendendo partecipi alle decisioni anche i cittadini che il traffico lo “subiscono”?

la programmazione della messa in sicurezza e della miglior percorribilità delle strade provinciali è già concertata con le amministrazioni limitrofe

??

28…eliminare le barriere architettoniche (per prime quelle in Comune e quelle della farmacia comunale)?
Si
Si

Ambiente

Energia
29. …abbassare il consumo energetico di tutti gli edifici pubblici tramite comportamenti virtuosi: spegnere luci non necessarie, disconnettere apparecchiature elettriche in stand-by, abbassare il riscaldamento degli ambienti, altri informando tempestivamente e puntualmente i cittadini delle modalità e dei risultati ottenuti ?

l’impegno è di ottimizzare quanto già in essere utilizzando anche eventuali nuove tecnologie, di prevederli nella progettazione degli interventi su edifici pubblici e, se possibile, incentivarli per i privati. A questo proposito Meldola ha già aderito ad AGESS, agenzia che si occupa dello studio dei consumi energetici negli edifici allo scopo di ottimizzarli ed ha commissionato il Piano Energetico Comunale, che verrà entro qualche settimana consegnato in bozza al sindaco

30.…rendere pubblica ed aperta ai cittadini l’approvazione di una qualsivoglia centrale di produzione energetica che preveda la combustione di qualsiasi tipo di sostanza in territorio Comunale?

Tutto questo sarà normato dal redigendo Piano Energetico Comunale che fisserà i paletti, la questione sarà resa pubblica prima di approvazione degli organi competenti

31.… a indire un Consiglio Comunale aperto in cui discutere pubblicamente il redigendo Piano Energetico Comunale, questo solo dopo almeno 1 mese di pubblicazione sul sito del Comune e la sua pubblicizzazione nella mailing list (di cui al punto 9); a questo incontro pubblico dovrà garantire la sua presenza chi lo ha redatto?

Il Piano energetico comunale è stato commissionato e redatto da esperti del settore. Si potrà esporlo e spiegarlo alla cittadinanza in un percorso di iniziative e coinvolgimento della città.

32…monitorare ed informare la cittadinanza per tutte le centrali di cui sopra che i Comuni vicini nella vallata del Bidente dovessero approvare?

Si

33… per gli ultimi tre punti precedenti promuovere ed organizzare, prima dell’approvazione dell’eventuale stabilimento industriale, almeno tre confronti con la cittadinanza meldolese e di vallata con un esperto scelto dai cittadini ed uno a scelta dell’Amministrazione o da finanziatori della centrale, con contraddittorio ogni singolo incontro?

Disponibile a qualsiasi forma di confronto e coinvolgimento possibile e nella maniera pubblica.
Burocrazia?

34…avviare progetti di sviluppo delle energie rinnovabili (solare, fotovoltaico, termico ed eolico, vedi http://www.comuneditorraca.it)?

Si

35…imporre l’obbligo, a fronte della concessione edilizia per un nuovo fabbricato, di dotarsi di sistemi energetici alternativi?

Quali per te sono i più vantaggiosi? Imporli non mi pare opportuno, semmai incentivarli. Quelli più adeguati al nostro territorio sono il fotovoltaico, pannelli solari… (comunque presto avremo le risultanze dell’analisi commissionata con il piano energetico comunale che ci aiuteranno a capire bene).

Dipende dal sito e dalla costruzione, da valutare caso per caso. Non obbligo ma incentivo

36… Realizzare un gara di appalto per la realizzazione degli impianti solari termici e fotovoltaici che si programmeranno per gli edifici pubblici e renderlo “fruibile anche dalla cittadinanza” nel senso di vincolare con l’appalto in questione i costi della manodopera e dei materiali anche ai privati.

La realizzazione di impianti è sempre collegata, negli edifici pubblici, ad appalti pubblici che, per ciò che concerne i costi della manodopera e dei materiali fa riferimento ad un capitolato adottato dalla Regione Emilia Romagna.

37… permettere la realizzazione di impianti fotovoltaici su proprietà comunali a fronte della richiesta di cittadini che si consorziassero per finanziarne i costi con costi di “occupazione” calmierati?

Si
Da valutare

38… portare in Consiglio Comunale un O.D.G. Volto a trovare una localizzazione (o meno) ad una centrale nucleare nel territorio Meldolese o a trovare a meno una localizzazione ad un deposito per rifiuti radioattivi sempre nel nostro territorio?

Non vorrei interpretare male la domanda , ma nel caso chiarisco che il nostro territorio non è disponibile per niente che riguardi il nucleare

?

Aria
39…conquistare il traguardo “Meldola a impatto zero”, facendo valutare la produzione di CO2 del Comune (con http://www.lifegate.it ad esempio) e piantando alberi a sufficienza per assorbirlo?

Si già presentato il progetto alla Provincia di Forlì con Meldola candidata come Comune pilota. Ricordo che, nell’ambito del progetto del Parco Fluviale, dall’inizio del 2009 sono stati piantati più di 450 nuovi alberi.

Fare il meglio

40…aderire al sistema EMAS?
Mi impegno ad approfondirne l’applicazione ad una P.A. e a valutarne la fattibilità

Acqua
41…collaborare con gli altri Comuni della vallata per monitorare la qualità delle acque del fiume Bidente?
Si- inoltre stiamo predisponendo un progetto di risanamento nelle zone di alta non ancora completamente depurate secondo le normative

42…imporre un prezzo equo e bilanciato all’acqua potabile?
imporre non è mio potere, potrò sostenere tale principio nei consessi opportuni

43…incentivare l’uso dell’acqua dell’acquedotto, se si come penseresti di fare?
Si. Valutando con le associazioni e con i cittadini. Si potrebbe fare una campagna informativa sulla bontà dell’acqua dell’acquedotto eventualmente mettendo a disposizione distributori di bottiglie (da utilizzare per riempirle) presso gli esercizi commerciali. A fianco di questo si potrebbe poi mettere anche un raccoglitore per i vuoti da differenziare una volta che siano divenuti inservibili

Pubblicità alla sua qualità

44… rimuovere le bottiglie di acqua minerale in plastica in Consiglio Comunale, a favore di acqua di caraffa spillata dal rubinetto, se si in quanto tempo dall’insediamento?

Si al primo consiglio comunale di nuovo insediamento.
Il tempo di comprare le caraffe

45…alla tutela e salvaguardia dell’alveo del nostro fiume, dai palazzinari, dall’incuria, dalla secca estiva, dai tagliaboschi, dall’inquinamento ecc.?

mi impegno a far rispettare tutte le leggi in tal senso e a promuovere azione positiva culturale- sono convinto che le opere progettate e in via di realizzazione lungo l’asta fluviale permetteranno sempre più di avere un controllo e vigilanza attiva da parte di molti cittadini.

46… acquistare il canale Doria e risanarlo?
abbiamo già cercato di favorire il co – acquisto da parte di aziende per il mantenimento di questa importante fonte di energia alternativa , ma non è stato possibile- se verranno a mia conoscenza altre proposte ,anche di partnership sarò ben lieto di valutarle

??

Bio
47……rendere funzionale un’area del mercato cittadino del martedì a disposizione dei produttori locali, invitandoli personalmente, senza spese di sorta per loro ed adattando l’estensione dell’area alle richieste che arriveranno dai produttori del Comune ed in buona misura (almeno il 50%) da quelli della provincia?

Mi impegno a consultare i produttori locali per verificarne la disponibilità in tal senso. Quanto alle modalità attuative dovranno rispettare i regolamenti esistenti o da adottarsi a seguito di concertazione nel merito. Anticipo comunque la condivisione all’iniziativa promettendo un coerente impegno.


48… valutare, con eventuale aiuto di gruppi di cittadini interessati, l’introduzione nel territorio comunale di una valuta locale (http://it.wikipedia.org/wiki/Valuta_locale) onde incrementare il ricorso a prodotti acquistati localmente portando beneficio alla collettività?

Anche se innovativa come idea non mi risulta che abbia avuto gran successo dove è stata applicata. In ogni caso sono disposto ad approfondire questa tematica.

Mi piace, è da studiare.

49…favorire l’accesso ai prodotti biologici locali per la mensa comunitaria dell’Istituto Drudi?

servizio già iniziato nel 2006, cercherò di potenziarlo

50…promuovere con sostegno istituzionale, materiale e finanziario un progetto che si propone di dare alla città un’immagine e una sostanza distintiva e competitiva sul territorio come “Meldola Città del Bio”?

si, con gradualità in base al riscontro effettivo
Interessante

51…intraprendere tutte le azioni necessarie a entrare nell’associazione di Comuni denominata “Città del Bio” (www.cittadelbio.it)?

Si
Vedere

Verde
52. …trasformare il percorso del lungofiume da S. Michele fino al ponte del campo sportivo in un “Percorso Vita” parzialmente alberato?

Si in quanto già previsto nell’ambito del Progetto del Parco Fluviale
Bello!

53…proporre un progetto alternativo di sistemazione di Via della Repubblica che non preveda l’abbattimento dei pini marittimi?

La predisposizione di più progetti è costosa. Mi impegno a presentare il progetto alla cittadinanza prima della realizzazione

Si – Si – Si

54.…aumentare gli spazi verdi agibili?
Si
Si

55…differenziare negli spazi verdi le aree sgambatura cani?
Cercherò di farlo nelle nuove aree verdi

56…intensificare i controlli sui padroni dei cani scoraggiando comportamenti vietati?
Si
Si

57… fare dell’area “Martini” (zona abbandonata davanti al mobilificio Biserni) un parco per i bambini con anche un’area sgambatura cani?

si tratta di area privata inserita negli ambiti produttivi.
E’ privata

Rifiuti
58…rendere esecutivo quanto deliberato dal Consiglio Comunale nella seduta del 20/02/2007 (raccolta dei rifiuti porta – a – porta) con tariffa puntuale?

Mi impegno a realizzare un sistema di nuova raccolta differenziata che porti il Comune di Meldola al risultato richiesto dalla Legge (65% RD entro il 2012) attivando il procedimento decisionale già da settembre

Bisogna Studiare

59…promuovere esperienze di riuso, iniziando con l’adozione di pannolini lavabili presso l’asilo nido di Meldola, e riducendo quindi sensibilmente i rifiuti di questo tipo?

Provvederò a valutare l’ipotesi innanzitutto con chi lavora presso l’asilo nido.
?

60… incentivare i nuovi nati Meldolesi con regalo di kit di pannolini lavabili?
C’è già un servizio attuato dall’AUSL riguardante i normali pannolini che, in ogni caso, passa anche attraverso gli uffici comunali mediante l’informazione.

?

Urbanistica
61…fare rivalutare la pianificazione edilizia in maniera che attività produttive e traffico non vadano ad influire sulla qualità di vita delle persone ?

Questo certamente sarà per le future realizzazioni. Mentre, i recenti strumenti urbanistici approvati tentano di correggere e ridurre le situazioni di conflittualità.

?

62…pedonalizzare Piazza Orsini?
Si. Parzialmente.
No

63…vietare l’ingresso ai SUV nel tratto via Roma-via Cavour (dal consorzio a S. Michele, compresa Piazza Orsini)?
Era già stato adottato un provvedimento che inibisse l’accesso al Centro storico ai veicoli più inquinanti- vediamo come fare di più e meglio

No

64…pedonalizzare l’intero centro storico?
No. solo parzialmente.
No

65…rendere pubbliche le gare d’appalto comunali anche sotto i 100mila euro?
nessun problema. Credo che già avvenga. Specifico, inoltre, che sugli incarichi al di sopra dei 5.000 € vi è un monitoraggio costante da parte della Corte dei Conti. Per buona pace dei dubbiosi…

66…recuperare e a valorizzare (e non solo in senso economico) l’ex ospedale, dandogli una destinazione di servizio pubblico?

In coerenza con quanto presentato in varie pubbliche assemblee, le funzioni pubbliche dell’ex ospedale saranno quelle di farmacia, nucleo di cure primarie e servizi sanitari di distretto

67…valutare insieme ai gruppi politici e ai cittadini le possibili alternativa alla demolizione dell’ex Macello, già deliberata, a seguito delle vivaci proteste sollevate?

Non è una soluzione percorribile essendo già stata effettuata una gara pubblica di appalto. Un ripensamento in tal senso, oltre a non essere in coerenza con le altre scelte urbanistiche proposte, comporterebbe una spesa ingente per l’annullamento di un appalto già assegnato. Ribadisco comunque che ritengo la scelta funzionale allo sviluppo del nostro centro storico…...

Si – Si – Si

68… redigere un “Catasto energetico degli edifici Comunali esistenti” (rendendolo pubblico con pubblicazione nel sito del Comune) che contenga questi dati: 1) Consumo annuale di combustibile per riscaldamento e di energia elettrica; 2) superficie disperdente (superfici opache o trasparenti che separano un ambiente riscaldato da uno non riscaldato) e volume lordo (compreso quindi dei muri) riscaldato. Con questi dati redigere una graduatoria di priorità di intervento per effettuare “diagnosi energetiche di alta qualità” volte a valutare gli interventi più di più rapido ritorno economico per ridurre i consumi.

Come già detto sopra il Comune di Meldola ha aderito ad AGESS, agenzia che si occupa proprio di questo.

69… favorire anche con finanziamento pubblico la creazione di un “Catasto energetico degli edifici privati” anch’esso pubblicato sul sito del Comune

Si potrà favorire mediante incentivi la scelta dei privati di indirizzarsi verso l’ottimizzazione energetica ma un catasto di tal genere degli edifici privati avrebbe dei costi insostenibili per l’amministrazione.

Difficile

Servizi/Uffici pubblici
70…a pubblicare per tempo, sottoponendo al parere dei cittadini, le motivazioni per ogni variazione nelle convenzioni di servizi pubblici (acqua, GAS, raccolta rifiuti, gestione aree verdi, ecc.)?

cercheremo di dare maggiore pubblicità possibile. Ricordo, tuttavia, che tali decisioni vengono assunte dal Consiglio Comunale ( ai quali i cittadini possono partecipare per informarsi)

71…far uscire Meldola da Hera?
No. Mi impegnerò a cercare di rimodulare gli accordi in modo da migliorare i rapporti tra i cittadini ed Hera.
Sarebbe bello

72… favorire l’adozione di “software libero” / “Open Source” per i vari uffici dell’Amministrazione riducendo così i costi per l’acquisto di licenze informatiche garantendo che i nuovi acquisti / sostituzioni di PC prevedano questo passaggio?

Attualmente i servizi informatici sono forniti dalla Comunità Montana mediante una convenzione con i vari Comuni
Valutare con esperti

Edilizia
73…realizzare almeno 20 alloggi popolari di classe A, cioè che rispettino le più elementari regole della bioedilizia?
Grazie all’adozione dei nuovi strumenti urbanistici potremo procedere finalmente alla realizzazione di alloggi ERP
Valutare

74….fare un controllo completo sugli alloggi pubblici comunali per accertare se gli occupanti ne hanno ancora titolo?
c’è già un monitoraggio costante da parte degli uffici preposti.

75…rivedere il RUE approvato recentemente, inserendo sgravi sulle quote di urbanizzazione proporzionali alla classe energetica del nuovo edificio in concessione, se si in quanto tempo dall’insediamento?

Sicuramente- oggi stesso è in pubblicazione
Valutare

Scuola
76… monitorare il gradimento del menù scolastico e applicare adeguamenti ove risulti insufficiente?
Certo, anche se ciò è già in atto mediante il Comitato Mensa e quindi massima collaborazione

77…sostenere l’esperienza associativa del micro-nido, attuando facendo quanto previsto dalla legge (sovvenzioni finanziarie, educatrice a domicilio, altro) cioè quella forma di associazione che permette di tenere a casa il proprio figlio e i figli di almeno altre due famiglie, in età prescolare, risparmiando così alla collettività i costi per l’ampliamento o il potenziamento degli asili nido e scuole materne?

Sino ad ora il servizio di asilo nido ha, sino ad oggi, soddisfatto completamente le richieste. Visto l’aumento demografico sicuramente occorrerà prendere in esame un sistema integrato di risposte a tale esigenza.

Bello

Sport
78…, a scadenza della convenzione attuale, a richiedere, nel nuovo capitolato di gara per l’assegnazione della gestione, la copertura ed il riscaldamento della piscina di Meldola in modo che sia utilizzabile anche in inverno?

Da una verifica fatta in tal senso nell’ambito della costruzione di un sistema di gestione dell’intera “cittadella sportiva” sono già emerse condizioni di estrema onerosità sia di intervento che di gestione. Al momento tale soluzione non sembra perseguibile. Studieremo convenzioni e/o accordi per agevolare la fruizione dell’utenza meldolese di servizi presenti in altre città (ove non sia possibile realizzarli sul nostro territorio)

Si – Sì

79…restituire alle attività sportive meldolesi una palestra – palazzetto? In quanto tempo?
Si, nel minor tempo possibile.
Sì, ieri

Servizi sociali
80…creare un consultorio per l’integrazione dei nuovi residenti italiani e stranieri?
La politica di integrazione fra meldolesi e stranieri è fortemente sviluppata e verrà incentivata sempre più. E’ già partito un progetto per una consulta degli stranieri, si pratica la mediazione nelle scuole ed è attivo uno sportello che potrà essere potenziato

Educare alla legge.

81…costruire una (o più) casa-famiglia per gli anziani autosufficienti come alternativa all’Istituzione ai Servizi Sociali Davide Drudi?

L’istituzione di case – famiglia dipende soprattutto dall’iniziativa dei privati e delle associazioni di volontariato. Fino ad oggi non è mai stata fatta richiesta in tal senso. Tuttavia mi impegno ad agevolare eventuali iniziative di questo tipo qualora venissero proposte.

Bello

82… creare un centro ricreativo per gli anziani si, cercheremo di realizzare un centro polivalente.

Cercheremo di raccordarci con le situazioni in atto sul territorio

Bello

83.. creare un centro sociale mettendolo a disposizione dei giovani
si, come sopra
Evoca brutte esperienze la parola

84… rendere disponibile terreno lungo il parco fluviale per “gli orti dei cittadini”; terreni da aggiudicare in base a criteri di equità da stabilire in Consiglio Comunale e garantendo un minimo di rotazione.

Si sta procedendo ad un’opera di monitoraggio degli orti esistenti. Procederemo poi ad una nuova regolamentazione ovviamente nel rispetto della normativa

Bello

Questo quanto premette

Annunci

15 pensieri riguardo “Risposte al “Ti impegni a …”

  1. E il solito grazie a Romeo che si è incapponito a portare avanti quest’idea. Adesso che il cerchio è chiuso, mi rendo conto ancora di più dell’importanza del documento che ne risulta, e della rilevanza che avrà il 6 e 7 giugno, e nei 5 anni a venire.
    Bravo Radioso Ro!

    Mi piace

  2. Sinceri complimenti all’ideatore dell’iniziativa. Ottimo lavoro soprattutto perchè nato senza scopi propagandistici e con l’intenzione di capire e far capire.

    Mi piace

  3. Come ho già scritto in un altro intervento ritengo che non possono essere messi sullo stesso piano chi ha amministrato, e quindi vinto le elezioni in base ad un programma, e chi si presenta per la prima volta e non ha mai amministrato.

    Nei prossimi giorni vi elencherò tutti i punti non rispettati del programma e tutte le malefatte di Venturi e la sua giunta(incentivi e premi distribuiti in maniera irregolare a pochi dipendenti ecc.)

    Ora vi riassumo, brevemente, il caso Petrungaro

    Nel 2001, sindaco Corrado Ghetti, incidente Petrungaro.
    La famiglia dell’infortunato sporge denuncia contro il comune, in quanto “la condizioni della strada è caratterizzata dalla presenza di ghiaia mista a bitume, in abbondante quantitativo…. e l’assenza di segnalazioni lavori in corso..”
    La richiesta danni, in sede civile è di 13milioni di euro.

    Nel 2004, sindaco Loris Venturi, parte il processo.
    La difesa è affidata allo studio legale Lauricella. Studio già convenzionato con il comune di Meldola.
    Durante il processo tutti i testi ascoltati,infermieri e carabinieri giunti sul luogo dell’incidente, compresi i periti nominati,confermano la tesi delle pessime condizioni del manto stradale e la mancanza di una segnaletica per indicare il limite di velocità.

    Nel 2006, a processo in corso, l’assicurazione del comune di Meldola, decide di liquidare il sinistro, pagando la somma di circa 516mila euro. (quando mai un’assicurazione ha pagato quella cifra prima di una sentenza?)

    Nel 2008 la sentenza di primo grado condanna il comune di Meldola al pagamento immediato, a favore della famiglia Petrungaro, di 3milioni e 500mila euro.

    Sempre nel 2008 il comune ricorre contro il pagamento immediato e tale ricorso viene accolto.
    Inoltre ricorre in appello contro la sentenza di primo grado.

    Questi i fatti riportati, come ho già detto, in maniera sintetica.

    Queste le domande che ho posto diverse volte al sindaco Venturi, nella sede più consona, quella del consiglio comunale, e alle quali non ho avuto mai risposta:

    1) Perchè il sindaco non ha informato del processo, del rischio di condanna, dell’entità della richiesta danni, ecc… la cittadinanza?
    Perchè i consiglieri comunali, eletti dal popolo,non sono stati informati di tutto cio’ e la notizia della condanna, e quindi di tutto il processo, l’hanno appresa dal Resto del Carlino?
    Un assessore del giunta Venturi si è dimesso denunciando la mancanza di trasparenza e lealtà,da parte del sindaco Venturi.

    Perchè questo silenzio durato 4 anni?

    2)L’assicurazione di 500mila euro è stata stipulata quando sindaco era Corrado Ghetti.
    Perchè una copertura così modesta per un’amministrazione comunale?
    Non vi è una responsabilità morale e politica per tale negligenza?
    Perchè, alla luce di ciò, Corrado Ghetti è stato premiato, dal sindaco Venturi, con la presidenza dell’Istituzione Davide Drudi? (L’istituzione ha bilancio di 8milioni di euro, molto più del comune).

    Perchè il funzionario che seguiva le pratiche assicurative è stato, pochi mesi fa, nominato dirigente, senza la selezione di un concorso?

    3) Perche la scelta dello studio legale Lauricella?
    Come ho già detto lo studio legale è quello convenzionato con il comune di Meldola. Convenzione che la giunta ha rinnovato anche pochi mesi fa.
    Certamente è un ottimo studio legale ma, per capirci, è come un buon medico di base.
    Quando, per fare un esempio, il vostro medico di base vi segnala che avete problemi al cuore, voi andate da uno specialista o continuate ad affidarvi al vostro medico?
    Quando vi è una richiesta danni di 13milioni di euro vi rivolgete ad uno specialista o rimanete con lo studio legale convenzionato?
    Allo specialista si sono rivolti a sentenza avvenuta.

    Le responsabilità politiche di Venturi sono evidenti.
    In altri tempi sarebbe stato il suo partito a chiedergli le dimissioni.

    Ogni giorno il comune accantona 250 euro per pagare eventuali interessi.
    La parte avversa li quantifica in 500 euro.
    Non cercare un accordo con la famiglia Petrungaro e aspettare la sentenza d’appello è come giocare alla roulette russa con i soldi della collettività.
    Un accordo inoltre garantirebbe il sostegno economico alla famiglia per le cure che quotidianamente deve sostenere per lo sfortunato Gabriele.

    Stefano Bandini

    Mi piace

  4. Grazie per il riassunto su Petrungaro … molti particolari non li conoscevo e di questo resoconto ti sono grato.
    Anche io sono veramente preoccupato delle vicenda e se è vero quanto avevo letto in un quotidiano tempo fa e cioè che la famiglia era intenzionata a vendere la casa per far fronte alle spese di mantenimento ulteriormente mi preoccupo perchè finita una causa per danni fisici partirà quella per danni morali e trascinare una cosa del genere per tanto tempo mi sembra veramente deleterio sia per i soldi che andrebbero spesi in avvocati sia per l’equilibrio stesso della famiglia Petrungaro. Speriamo bene!!!

    Sul fatto di chi sia avvantaggiato non sarei così tranquillo perché penso sempre che di 84 punti solo alcuni sono quelli che veramente faranno decidere l’indeciso o faranno vacillare il sicuro di cosa votare. In più non poniamo limiti all’intelligenza di chi legge le risposte sapendo bene cosa ci sia dietro e prima delle stesse.

    Per il resto io ho solo trascritto le risposte e colorato le scritte … siete voi tutti da ringraziare!!!

    Saluti radiosi

    Mi piace

  5. Romeo

    non ho scritto di vantaggio di uno o dell’altro candidato ma ho sottolineato che non possono essere messi sullo piano.

    Per capirci, la domanda n°79 “restituire alle attivita’ meldolesi una palestra-palazzetto. E in quanto tempo?”
    IL progetto della palestra e della tribuna dello stadio erano stati approvati dal sindaco Ghetti.
    In merito ad una mia interpellanza, che segnalava i ritardi nei lavori e i disagi che gli utenti, in particolare i bambini, erano costretti a subire, l’amministrazione di centro sinistra mi rispose che:
    la tribuna sarebbe stata inaugura il 26 luglio del 2008 e la palestra sarebbe stata inaugurata entro dicembre, sempre del 2008.
    Ora invito tutti ad andare a verificare lo stato dei lavori.

    Le risposte alle due domande, da parte dei due candidati, sono simili.
    Non può certo dirsi simile il giudizio politico, perlomeno da parte mia.

    Stefano Bandini

    Mi piace

  6. Domenica mattina … ho visto persone meldolesi sedute a tavoli di Bar che , precedentemente , non avevo mai visto frequentare abitualmente… tutto un chiacchierare fitto-fitto con vari con-cittadini presenti li in quel momento , magari per caso. Nell’arco temporale della mattinata i Bar “visitati” sono stati (a rotazione) alcuni ….
    … cosa stà accadendo ??? ……. aaahhh , beh …. è vero … ci sono le Elezioni e occorre urgentemente rastrellare piu voti possibile … essere presenti e “visibili” può sicuramente aiutare a raggiungere lo scopo ……

    Mi piace

  7. Eh, lo sò anch’io caro Ermanno, che la figura di un generale con l’occhiale fumè, il baffo sottile e la sciabola pronta a tintinar sarebbe l’ideale.

    Purtroppo siamo in democrazia, con i suoi riti, i suoi aperitivi e la sua “visibilità”.

    Ma vedrai, il tempo è galantuomo e l’ordine sociale verra ristabilito.

    Il chiacchiericcio fitto fitto e il giro dei bar , quei fottuti di candidati alle elezioni lo faranno in clandestinità, nelle foreste casentinesi.

    Stefano Bandini

    P.s. Il tuo ideale Ermanno è il generale Gualtieri o Josè Antonio Primo de Rivera? Per me Primo de Rivera.

    Mi piace

  8. Ciao Romeo,
    Puoi soddisfare una mia curiosità? Nella famiglia del Signor Zattini vi è stato un sacerdote che ho conosciuto quando ero fanciullo ed abitavo in via Roma presso la famiglia del Signor Sauro Samorè, amico di mio fratello Romano? Nela chiesa di San Niccolò; che, se non vado errando, ora si chiama San Giuseppe. Là fui battezzato. Lo ricordo con vero piacere. Perchè era un sacerdote esemplare.
    Con l’augurio d’ogni bene ti porgo i saluti più cordiali.

    Mi piace

  9. Dunque Arnaldo, S.Nicolò esiste tutt’ora e si chiama sempre così; a S.Giuseppe è intestato l’Istituto S.Giuseppe in cui fino a poco tempo fa stavano le suore ed è praticamente a fianco alla chiesa di S.Francesco; penso che se ce ne sono ancora delle suore sono veramente poche… ed è conosciuto per ospitare una scuola materna privata (di ispirazione cattolica naturalmente).

    Per quanto riguarda Zattini ti chiedo se per caso non fosse Don Zanetti quello che ricordi tu … se invece sei sicuro di Don Zattini allora devo informarmi e ti farò sapere … A parte che ci legge anche Stefano Bandini che è cognato ed amico di Gian Luca Zattini quindi potrà senz’altro rispondere lui 🙂

    Saluti radiosi

    Mi piace

  10. Caro, carissimo Romeo amico per sempre in quanto meldolese proprio come me. Hai proprio ragione. Si: è proprio Don Zanetti colui che io e la mia famiglia abbiamo conosciuto.Era apprezzatissimo per la sua condotta morale e, per le belle parole d’incoraggiamento, che poneva in noi e nella popolazione tutta. E non solo sull’altare. Il suo esempio ci faceva riflettere. E lungamente.

    Ci conduceva verso la speranza che la guerra sarebbe terminata. Perchè Cristo lo voleva. Come ti ho scritto. Meldola mi è rimasta nel cuore, nella mente. Ed io desidero davvero poterla rivedere quanto prima.
    Ma non l’ho potuto fare perchè sino a poco tempo prima d’oggi, avevo bisogno di dormire con, accanto al letto ed al comodino la bombola dell’ossigeno. Mi sono fatto visitare dallo pneumologo e dalla dietista.

    E mi hanno detto che essendo dimagrito di alcuni chili ho la possibilità di muovermi con meno difficoltà, mi muovo meglio. Devo camminare e seguire attentamente la dieta fissatami. Seguo i miei sogni ad occhi aperti e mi rifugio nelle parole che scrivete:
    Per me sono come una oasi di pace. Così diverse da quelle che appaiono sui quotidiani o si ascoltano durante la programmazione dei vari telegiornali.

    Mi piace

  11. Cara Giulia,
    a Bologna la presentazione di due candidati che attingevano voti dallo stesso elettorato non si è di certo (ma penso fosse prevedibile) rivelata una scelta giusta. Comunque mi pare che Del Bono abbia stentato…
    Per Meldola: è vero, quasi incredibile, ma vero.

    Mi piace

  12. Soprattutto se pensate che la maggior parte dei candidati sindaci delle coalizioni di centro sinistra che si ripresentavano sono stati confermati!
    Pensate che,il nuovo sindaco di Galeata (donna di centro-sinistra) é passata per soli 7 voti!
    La politica, nazionale e non dovrebbe cominciare a fare i conti con questo appiattimento…
    Ultima “curiosità”…la Lega a Forlì ha fatto il 10%, anche questo é un dato da leggere e valutare.
    Ragazze (Elena e Giulia), ci vediamo sabato al pic nic!

    Angela

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...