Resoconto onsiglio d’Istituto del 29 giugno 2009

Grazie al completo e facilitante verbale trasmesso ai presenti del Consiglio ecco quanto deliberato e discusso in occasione del Consiglio d’Istituto in oggetto (la vignetta è presa da internet e senza riferimenti a persone del nostro Consiglio!)

Sul Calendario scolastico dell’anno scolastico 2009/2010 ecco le cose salienti:

Inizio delle lezioni nelle classi delle Istituzioni Scolastiche di ogni ordine e grado: MARTEDI’ 15 SETTEMBRE 2009

Festività di rilevanza nazionale:

  • Tutte le domeniche
  • 1° novembre: festa di tutti i Santi
  • 8 dicembre: Immacolata concezione
  • 25 dicembre: Santo Natale
  • 26 dicembre: Santo Stefano
  • 1° gennaio: Capodanno
  • 6 gennaio: Epifania
  • 5 aprile: lunedì dell’Angelo
  • 25 aprile: Anniversario della Liberazione
  • 1° maggio: festa del lavoro
  • 2 giugno: festa nazionale della Repubblica
  • 6 dicembre: festa del Santo Patrono

Sospensione delle lezioni:

  • 2 novembre e 7 dicembre 2009
  • Vacanze natalizie: 24,28,29,30,31 dicembre 2009; 2,4,5 gennaio 2010
  • Vacanze Pasquali: 1,2,3,6 aprile 2010
  • 15,16 febbraio 2010
  • 31 maggio 2010 e 1° giugno 2010

Termine delle lezioni: sabato 5 giugno 2010.

Chiusura della Scuola dell’Infanzia “GIROTONDO”: lunedì 28 giugno 2010

Inoltre è stata deliberata la chiusura totale delle attività didattiche ed Amministrative (Segreteria, ecc.) per i seguenti periodi:

  • giovedì 24 dicembre 2009;
  • giovedì 31 dicembre 2009;
  • sabato 03 aprile 2010;
  • sabato 11 aprile 2009;
  • sabato 03, 10, 17, 24, 31 luglio 2010;
  • sabato 07, 14, 21, 28 agosto 2010.

Per quanto attiene poi i contributi volontari per l’anno a venire sono stati fissati a:

SCUOLA DELL’INFANZIA potrà variare da €. 77,00 ad €. 80,00 di cui €. 17,00/20,00 da destinare alla Scuola e la rimanenza gestita direttamente dal Comitato Genitori (l’importo esatto verrà deciso nel mese di settembre unitamente alle famiglie nelle assemblee

SCUOLA ELEMENTARE : €. 25,00

SCUOLA MEDIA : €. 30,00

SI potranno valutare (e lo farà la Scuola) eventuali casi di esonero per famiglie bisognose.

Per quanto attiene i docenti ecco in sintesi come funzionerà il prossimo anno scolastico:

Scuola dell’infanzia: saranno attivate n.8 sezioni suddivise nei due plessi esistenti. L’organico docenti risulta costituito da n. 14 docenti di ruolo e n. 3 docenti supplenti annuali (compreso l’insegnante di religione).

Scuola primaria: saranno attivate n. 19 classi. Le quattro prime saranno organizzate, in considerazione delle richieste delle famiglie e delle risorse assegnate dal MIUR con i seguenti modelli orario: 2 classi a 27 ore con un rientro pomeridiano;1 classe a tempo pieno. Non è stato concesso in organico il secondo corso a tempo pieno, richiesto da 20 famiglie. SI attende quindi l’organico di fatto sperando in un riconoscimento di diritto per il successivo anno scolastico che si consocerà a fine luglio

Con le attuali risorse sarebbe possibile attuare il secondo tempo pieno per l’anno scolastico 2009/2010 (ma non per il successivo…) ma si attende comunque l’organico definitivo;verrà comunque condivisa con i genitori interessati la scelta definitiva

L’organico docenti, in ottemperanza alla vigente normativa che prevede la soppressione delle compresenze, è stato ridotto di due unità, pertanto, sarà necessaria una ridefinizione delle cattedre dei docenti con conseguente ridefinizione e riconsiderazione del “modulo” come organizzazione didattica.

Scuola secondaria: saranno attivate n. 10 classi. È stato concesso il corso ad indirizzo musicale che per il prossimo anno scolastico interesserà una classe prima di 21 alunni. L’opzione delle famiglie si è orientata verso il modello orario delle 30 ore antimeridiane. Pertanto, fatti salvi eventuali ripensamenti delle famiglie a breve termine, nel prossimo anno scolastico saranno attive 2 classi prime a 30 ore, 1 classe prima ad indirizzo musicale, 1 classe prima a tempo prolungato, 3 classi seconde a tempo prolungato, 3 classi terze a tempo prolungato. Anche qui l’organico docenti è stato ridotto di n. 2 unità.

CRITERI PER L’ISCRIZIONE ALLA SCUOLA DELL’INFANZIA E PER L’ASSEGNAZIONE DEGLI ALUNNI AI 2 PLESSI DELLA SCUOLA DELL’INFANZIA

In pratica il numero massimo di alunni è di 25 per sesezione eventualmente aumentabile del 10% mentre è previsto ilk contenimento a 20 in caso di handicap grave; saranno attivate tre sezioni (per l’a.s. 2009/2010 saranno attivate 2 sezioni nel plesso “Girotondo” e 1 nel plesso “Giramondo”).

Le domande saranno accolte secondo i seguenti criteri di precedenza preannunciando comunque che visto il numero di domande al 28 febbraio tutte le richieste verranno accolte:

  1. alunni residenti nel comune al momento della scadenza della domanda di iscrizione
  2. alunni residenti in comuni diversi ma con famigliari residenti nel comune
  3. alunni con genitori residenti in comuni diversi ma con luogo di lavoro nel comune della scuola.
  4. alunni residenti dopo la scadenza dei termini di presentazione delle domande

Verranno scelti nei due plessi in funzione dello stradario e del criterio di ricongiungimento famigliare.

Per la formazione delle classi prime sono individuati principi fondamentali quali: Eterogeneità all’interno delle classi/sezioni; Omogeneità fra le classi/sezioni.

In particolare per le scuole dell’Infanzia verrà prestata attenzione sui seguenti aspetti:

  • Parere espresso dagli insegnanti della scuola di provenienza
  • Continuità del gruppo sezione con il nido, evitando comunque e nel limite delle disponibilità di posti, eccessive concentrazioni o isolamenti
  • Equilibrata suddivisione fra maschi e femmine
  • Inserimento di alunni stranieri della stessa nazionalità in numero di norma non superiore a 2 per sezioni per favorire l’integrazione e facilitare l’apprendimento
  • Inserimento degli alunni certificati in numero massimo di 2 per sezione in caso di handicap lieve e non più di 1 per sezione in caso di handicap grave
  • Rispetto, di norma, della sezione già frequentata da fratelli o sorelle, per facilitare l’inserimento

Per le scuole iniziali (prime) della scuola primaria gli aspetti sono i seguenti:

  • Parere espresso dagli insegnanti della scuola di provenienza
  • Continuità del gruppo classe con la scuola materna, evitando comunque e nel limite delle disponibilità di posti, eccessive concentrazioni o isolamenti
  • Equilibrata suddivisione fra maschi e femmine
  • Inserimento di alunni stranieri della stessa nazionalità in numero di norma non superiore a 2 per classe per favorire l’integrazione e facilitare l’apprendimento
  • Inserimento degli alunni certificati in numero massimo di 2 per classe in caso di handicap lieve e non più di 1 per classe in caso di handicap grave

Per la scuola secondaria di secondo grado le attenzioni sono le seguenti:

  • Parere espresso dagli insegnanti della scuola di provenienza
  • Equa distribuzione rispetto ai livelli di apprendimento
  • Inserimento di alunni stranieri della stessa nazionalità in numero di norma non superiore a 2 per classe per favorire l’integrazione e facilitare l’apprendimento
  • Conferma degli alunni ripetenti, di norma, nel corso di provenienza evitando, comunque, il concentrarsi di più ripetenti nella stessa classe, sentito anche il parere dei docenti coordinatori e considerate le richieste delle famiglie, fermo restando l’equilibrio numerico fra le classi
  • Inserimento, di norma, degli alunni certificati in numero massimo di 2 per classe in caso di
  • handicap lieve e non più di 1 per classe in caso di handicap grave

Corrispondentemente ai criteri di indirizzamento degli alunni sono stati disquisiti anche i criteri per la scelta dell’assegnazione delle sezioni ai docenti per ogni plesso:

Scuola dell’Infanzia

  • Continuità
  • Anzianità di servizio
  • Presenza nelle sezioni, di norma, almeno di un docente di ruolo

Scuola Primaria

  • Equa distribuzione del carico di lavoro, fino ad un massimo di 3 classi per docente
  • Continuità
  • Anzianità di servizio
  • Presenza nelle classi, di norma, almeno di un docente di ruolo

In particolare:

classi prime: maestro prevalente ( minimo 18 ore)

classi successive: rispetto dell’area di specializzazione

Scuola Secondaria di I° grado

La formazione delle cattedre e l’assegnazione delle classi ai docenti deve rispondere all’esigenza di garantire un’armonica collaborazione collegiale all’interno del Consiglio di classe, un’efficace azione formativa, positive relazioni con gli studenti e le famiglie ed equilibrio nell’azione valutativa.

  • Verticalità all’interno, di norma, del corso
  • Equilibrata presenza di docenti di ruolo, non di ruolo, part-time
  • Equilibrata distribuzione dei carichi di lavoro in rapporto al numero delle classi assegnate e alla presenza di classi terminali
  • Continuità didattica intesa come continuità metodologica ed educativa, ferma restando la discrezionalità del dirigente per il conseguimento degli obiettivi indicati in premessa
  • Le cattedre costituite da orario superiore alle 18 ore verranno assegnate rispettando la graduatoria interna , i criteri sopraindicati e verificata la disponibilità del docente
  • Le ore residue verranno assegnate verificata la disponibilità del docente e nel rispetto della graduatoria interna

Per l’Assicurazione infortuni sono stati chiesti preventivi alle seguenti compagnie:

  • ALLIANZ-RAS;
  • INA-ASSITALIA;
  • ALLEANZA ASSICURAZIONI;
  • UNIPOL;
  • LYOID ADRIATICO

Decisione del Consiglio è stata pertanto quella di affidare anche per l’anno scolastico 2009/10 il contratto di assicurazione Infortuni e Responsabilità Civile Terzi assicurativa alla compagnia INA-ASSITALIA il cui premio complessivo per ciascun alunno e operatore scolastico ammonta ad €. 5,30 ogni bambino/Docente.

Saluti radiosi

6 pensieri riguardo “Resoconto onsiglio d’Istituto del 29 giugno 2009

  1. Trovo che avere informazioni e trasparenza sia una cosa straordinaria. Il servizio che Romeo Giunchi fa alla collettività è qualcosa di grande, davvero.
    Mi “attacco” a questo articolo, forse impropriamene, ma per un argomento che riguarda la scuola.
    Diciamo che lo faccio per rendere pubblica una cosa che in realtà lo è già, ma che toccando solo alcune persone (per fortuna in netta minoranza)magari pochi conoscono, e magari non interessa neanche. Non c’è altro motivo, perchè le mie “battaglie personali” comunque le porto avanti, anche assieme a chi ha il mio stesso problema.
    Argomento: handicap a scuola.
    Mio figlio frequenterà la 2° media ,a Meldola, ed è un diversamente abile. Fino all’anno scorso gli erano state assegnate 18 ore di insegnante di sostegno (anche se le ore da passare a scuola sono ben di più, ma evidentemente lo Stato pensa che questo sia un problema dei genitori, visto che pare che 18 ore siano il massimo concedibile). Cosa importante: il Comune di Meldola fornisce un servizio essenziale pagando gli educatori che vanno a coprire parte delle ore “scoperte”. Naturalmente questo non basta a far si che un bambino con handicap (nonostante si tratti di MINORI, PORTATORI DI HANDICAP e di SCUOLA DELL’OBBLIGO)abbia la possibilità di frequentare per tutto l’orario obbligatorio (ma non per lui). Meno male che lo Stato consente di far si che per i bambini diversamente abili l’orario possa essere flessibile (…..). E’ vero, meno male che è flessibile, perchè tra visite di controllo e altro, spesso dobbiamo uscire prima da scuola. Inoltre il tipo di handicap di mio figlio (autismo) gli impedisce di avere tempi di attenzione lunghi, per cui non mi lamento del fatto che non potrà frequentare la scuola per i 2 pomeriggi obbligatori ( per gli altri) perchè tanto non c’è la copertura del sostegno (e per il tipo di patologia stare in classe con i compagni con il solo insegnante di classe è praticamente inutile, se non attentamente programmato, ma MOLTO scrupolosamente).
    Però mi piacerebbe, per mio figlio e per tutti quelli come lui, che avessero almeno la possibilità di partire ad “armi pari” con gli altri, visto che comunque un grosso svantaggio di base ce l’hanno già.
    Naturalmente ce ne sarebbe tanto altro da dire, e naturalmente non sto puntando il dito contro la scuola di Meldola, che è solo una vittima dei continui tagli da parte dello Stato.
    Queste righe vogliono essere spunto di riflessione, per tutti. Perchè la scuola è anche questo. E’ anche quanto raccontato in queste righe. E ritengo sia importante che la collettività sappia con quanta considerazione e leggerezza lo Stato consideri persone che hanno solo la colpa di essere nate più sfortunate.
    Grazie per la possibilità che abbiamo, di poterci far sentire in questi spazi.
    Grazie a tutti
    Elena

    "Mi piace"

  2. Grazie Elena per le belle parole che ci hai dedicato.
    Grazie anche per averci spiegato qualcosa che molti semplicemente “non vedono” o che non vogliono vedere. Per non lasciare all’oblio di un commento ho fatto di questo tuo contributo preziosissimo una specifica discussione alla quale sono convinto possano contribuire in più persone … la trovi qui: http://www.meldolesi.net/2009/09/06/bmabini-diversamente-abili-alla-scuola-dellobbligo/

    Magari proverò ad esprimere li qualche riflessione.

    Saluti radiosi

    "Mi piace"

  3. Caro Romeo,
    questo è il verbale dell’ultimo Consiglio d’Istituto, quello per intenderci, nel quale pare sia stato deliberato all’unanimità (!!) di non far più partecipare i bambini alla Santa messa d’apertura d’anno scolastico?
    Da questo rescoconto non sembra, però la voce (nonché il disappunto) sta circolando insistentemente tra i genitori. Possiamo approfondire?
    Un caro saluto
    Elena

    "Mi piace"

  4. Stiamo approfondendo con Renato anche se io onestamente non ho ricevuto alcuna convocazione per il Consiglio d’Istituto urgente di cui abbiamo parlato stamane … speriamo bene 🙂

    Saluti radiosi

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...