Carsharing: prendo spunto da un post di Massimo Sardone

Ciao Massimo,

ho letto il tuo post in questo blog in cui dici che per andare al lavoro da Meldola a Forlì userai i mezzi pubblici.

Un ottimo esempio. Anch’io sono pendolare da Meldola a Forlì  in alcuni casi più volte al giorno e mi pesa tutta la CO2 che contribuisco a immettere in ambiente.

Il mezzo pubblico può essere è una soluzione, sempre che  non faccia i suoi giri semi vuoto come spesso mi pare capiti ai tram che nel pomeriggio fanno la spola con il capoluogo (dopo l’orario di scuola i mezzi sono sempre abbastanza deserti).

A riguardo proporrei l’analisi di una soluzione alternativa: il carsharing.

A 18 anni acquistai una vecchia (e gloriosa) Mini Minor in comune con tre amici, andavamo in giro insieme, dividevamo il costo della gestione e dei consumi.

Potrebbe essere possibile fare la stessa esperienza, usando per esempio una Multipla a metano (sei posti)?

Unire sei pendolari che acquistino in leasing l’auto,  il costo mensile potrebbe aggirarsi in non più di 80 – 100 euro a testa (compreso i consumi e la gestione) ma è da verificare.

In questo caso  l’assessorato all’Ambiente del nostro Comune potrebbe farsi carico di indagare  la fattibilità della cosa in collaborazione con il nostro blog e promuovere l’esperienza? Che dici Assessore, si può tentare di avere l’amministrazione quale patrocinatore?

Inoltre, tanto che ci siamo, togliamoci una curiosità: l’Amministrazione di Meldola potrebbe chiedere all’ATR (EBus) di cui mi pare sia in società, i dati del numero di persone trasportate da Meldola a Forlì negli orari pomeridiani?

Auguri di Buone Feste a tutti, vicini e lontani.

gr

3 pensieri riguardo “Carsharing: prendo spunto da un post di Massimo Sardone

  1. Ciao Gr,
    certamente anche il car sharing non sarebbe male. E ti dirò di più… La mia idea al riguardo, in merito a quanto può fare il comune, è brevemente questa:
    proporre alla cittadinanza un questionario nel quale chiedere
    luogo di lavoro,
    mezzo di trasporto usato per raggiungerlo;
    orari di lavoro;
    disponibilità a condividere il proprio mezzo con altri;
    disponibilità ad utilizzare i mezzi pubblici (premiata che ne so, con un eventuale contributo sull’abbonamento.
    Queste sono le prime cose che mi vengono in mente ora.
    So che può sembrare fantascienza, ma penso che ci si possa lavorare su.
    Basta ragionarci, magari a mente fresca (visto che sono le 01.18) e credo che qualche buon risultato al riguardo può venir fuori.
    In fondo, anche se ai più può non interessare la preoccupazione di inquinare, potrebbe tornare utile la questione del notevole risparmio economico che ne deriva. E, visti i tempi che stiamo passando….
    Ciò nonostante, non escluderei il trasporto pubblico che, a prescindere da come la pensiamo, gira sempre e comunque (come dici tu, a vuoto) e quindi inquina.
    Certo se lo utilizzassimo di più, me compreso, anche per andare in centro a Forlì a fare una vasca, credo che non sarebbe male per nessuno.

    "Mi piace"

  2. Gilberto, sei un portento!!!

    Massimo invece probabilmente va oltre e di non poco!!!

    Bene bene … è qui che vi volevo!!!

    Siccome mi stancai di girare sempre in auto 4 anni fa circa decisi che era giunto il momento di FARE qualcosa e così presi spunto da un trasferimento lavorativo a Lugo per chiedere invece che dei soldi di poter disporre di auto aziendale qualche giorno a settimana per andarmi a casa (sarebbe stata un’odissea fare meldola-Lugo con i mezzi pubblici…) e così iniziai a far il lunedì ed il venerdì la “transumanza” casa/lavoro in bici (circa 42 km). partenza alle 04:30 e via in bici!!! Con stagione favorevole questo lo replicavo anche a metà settimana e devo dire che ho inziato una nuova vita.
    Inizialmente avevo tutti contro ma poi, quando hanno visto che nè pioggia ne vento ne solleone mi fermavano allora hanno iniziato a non trattarmi più da pazzo ma da loro pari 🙂

    L’unico vero problema è la neve e il ghiaccio ma fino a quest’anno non ne ho mai risentito (a volte il riscaldamento globale giova .. 😦 ) e così eccomi ancora qua.

    Ho forato tre volte e chiaramente tutte e tre sempre e rigorosamente quando pioveva … ho preso un temporale che mi illuminava la strada a suon di lampi un mattino e ho imparato ad “annusare” la strada e le stagioni che passano. Rigorosamente è d’obbligo salutare amichevolmente ogni ciclista che incontro per la strada e non vi dico la gioia quando questo contraccambia (si e no il 5 % solo lo fa!!!).
    Faccio tutte strade poco battute quando posso e così sono passato da Lugo (circa 1,5 anni) a Ravenna (due anni tondi) ed ora vado a Faenza (6 mesi) e mi sono anche risparmiato la palestra 🙂

    Unico problema è verso Natale, con tutti i led e i catarifrangenti che ho addosso vengo scambiato per albero di Natale ed ho notato che le auto si avvicinano di più … ma non demordo. Una volta uno mi accostò in auto e mi chiese se avevo bisogno (stava piovendo a dirotto) ed io con un sorriso risposi di no al che lui se ne andò scossando la testa …

    Queste esperienze sicuramente aiutano a ricollegarsi con il creato, a rivedere con nuovi occhi ciò che si ha attorno e che in auto non si riescono ad apprezzare … i profumi degli alberi in fiore e quelli dei trattamenti “spinti” di alcune aziende agricole che arrivavano, nel giro di 200 metri, a far girare la testa.

    Non vi dico poi le difficoltà famigliari a fare con una auto sola (Mercedes classe A a metano) tanto che ora la stiamo cambiando con un Touran rigorosamente a Metano perchè non riusciamo più fisicamente a starci in 5 con il seggiolone (ormai mia moglie mi ha convinto anche se ormai abbiamo già fatto anno e tre mesi :-). Difficoltà che però hanno contribuito a mantenere unita la famiglia, portando forse qualche rinuncia ma … meditata e condivisa tra tutti!

    Penso che un’Amministrazione che si rispetti DEVE valutare queste legittime richieste e la cosa potrebbe parzialmente interessare anche me (Meldola Faenza è già abbastanza più praticabile in corriera/treno/bici e ritorno 🙂

    Grandi … mi avete fatto veramente un grande piacere!!! Se riusciremo a far esprimere anche altri meldolesi allora la cosa è fatta … anche perchè solo i pazzi (senza offesa per nessuno!!!) aprono le strade che poi percorrono i savi 🙂

    Saluti radiosi

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...