Coccio in cucina

piggyQuesto articolo nasce dalla volontà di alcuni di noi, la maggior parte legati al Gruppo d’Acquisto Solidale InGASati, di scegliere un fornitore di pentole in coccio o terracotta che sia affidabile e rispetti i requisiti di un fornitore GAS.
Così è nata una ricerca, fatta a più mani, per raccogliere informazioni sulla miriade di artigiani e fabbriche che si prodigano nel fornire questo pentolame.
Oggi, nelle nostre cucine, è più facile trovare uno wok piuttosto che una casseruola di coccio, perché la velocità di cottura ormai fa parte integrante di un certo mordi e fuggi. E poi se cadono si rompono, non vanno in lavastoviglie… Insomma un sacco di “contro”… Eppure, avranno qualche lato positivo se continuano a fabbricarle e, anzi, a diventare sempre più pregiate!
Oltre che essere belle da vedere, le pentole di terracotta (coccio) sono anche il massimo se si vogliono recuperare le ricette “lente” della mamma o della nonna. Pensate al sapore e alla consistenza delle zuppe o dei ragù cotti a fuoco lento di quando eravamo bambini e capirete subito di cosa stiamo parlando.
Se avete in mente di cucinare piatti che richiedono cotture lente e prolungate (zuppe, stracotti, brasati), le pentole di coccio sono l’ideale, ma perché il vostro piatto sia veramente sano, la pentola deve rispondere a certi requisiti. Innanzitutto, pare che sia meglio acquistarle senza decori colorati (ci possono essere smalti colorati non propriamente inerti), ma ancora meglio, rivolgersi ad artigiani  che usino smalti privi di piombo che poi, con l’uso, verrebbe rilasciato nei nostri cibi.
Altra caratteristica fondamentale per noi Gasisti, naturalmente, è che sia fabbricata con una buona materia prima, lavorata a regola d’arte e secondo regole eco- ed equo-solidali.

Dove acquistare
Ecco il dilemma: l’opzione più tranquilla sarà rivolgersi al negoziante di casalinghi di fiducia e farsi consigliare. Se digitate le parole chiave su Ebay esce un delirio di commercianti on line. Altri dai quali è possibile acquistare on-line sono http://www.artigianavasai.it/ e http://www.romertopfonline.com/clay-bakers/.
Ma è ovvio che per diventare operativi per aprire un canale Gasista, bisognerebbe approfondire con un po’ di produttori… Chissà se qualcuno se la sente di prendere il testimone. I riferimenti che hanno stimolato, per ora, la nostra curiosità sono i due e-shop di cui sopra e anche:

Le Teglie di Montetiffi di Reali Rosella
letegliedimontetiffi@libero.it
via Ville-Montetiffi, 79 Sogliano al Rubicone
Tel 0541.940708
Queste sono teglie da piadina, e vantano di essere le uniche sopravvissute di un’antica tradizione artigianale

Tempobiologico
Importatori delle pentole in coccio spagnole Bio-Natural
info@tempobiologico.com

Via Martiri della Libertà, 82
Ospitaletto, Brescia
Tel. Fax 030 640302 Mob. 339 1629692

Riccardo Ferri
Cose d’argilla
info@riccardoferri.com
via Dante, 17
22070 Oltrona S.M. (Co)
tel e fax 031 934812

Dicoccio.com di Parodi Anna
info@dicoccio.com

Tel/Fax 011.3979884
Strada del Drosso 68/26,
10135, Torino (TO)

A voi la parola, e magari anche l’azione!
(Angela e altri)

p.s.: tutto nasce dal giorno che Il Radioso ci mandò quest’articolo. Buona lettura!

Questo articolo nasce dalla volontà di alcuni di noi, la maggior parte legati al Gruppo d’Acquisto Solidale InGASati, di scegliere un fornitore di pentole in coccio o terracotta che sia affidabile e rispetti i requisiti di un fornitore GAS.
Così è nata una ricerca, fatta a più mani, per raccogliere informazioni sulla miriade di artigiani e fabbriche che si prodigano nel fornire questo pentolame.
Oggi, nelle nostre cucine, è più facile trovare uno wok piuttosto che una casseruola di coccio, perché la velocità di cottura ormai fa parte integrante di un certo mordi e fuggi. E poi se cadono si rompono, non vanno in lavastoviglie… Insomma un sacco di “contro”… Eppure, avranno qualche lato positivo se continuano a fabbricarle e, anzi, a diventare sempre più pregiate!
Oltre che essere belle da vedere, le pentole di terracotta (coccio) sono anche il massimo se si vogliono recuperare le ricette “lente” della mamma o della nonna. Pensate al sapore e alla consistenza delle zuppe o dei ragù cotti a fuoco lento di quando eravamo bambini e capirete subito di cosa stiamo parlando.
Se avete in mente di cucinare piatti che richiedono cotture lente e prolungate (zuppe, stracotti, brasati), le pentole di coccio sono l’ideale, ma perché il vostro piatto sia veramente sano, la pentola deve rispondere a certi requisiti. Innanzitutto, pare che sia meglio acquistarle senza decori colorati (ci possono essere smalti colorati non propriamente inerti), ma ancora meglio, rivolgersi ad artigiani che usino smalti privi di piombo che poi, con l’uso, verrebbe rilasciato nei nostri cibi.
Altra caratteristica fondamentale per noi Gasisti, naturalmente, è che sia fabbricata con una buona materia prima, lavorata a regola d’arte e secondo regole eco- ed equo-solidali.

Dove acquistare

Ecco il dilemma: l’opzione più tranquilla sarà rivolgersi al negoziante di casalinghi di fiducia e farsi consigliare. Se digitate le parole chiave su Ebay esce un delirio di commercianti on line. Altri dai quali è possibile acquistare on-line sono http://www.artigianavasai.it/ e http://www.romertopfonline.com/clay-bakers/.

Ma è ovvio che per diventare operativi per aprire un canale Gasista, bisognerebbe approfondire con un po’ di produttori… Chissà se qualcuno se la sente di prendere il testimone. I riferimenti che hanno stimolato, per ora, la nostra curiosità sono i due e-shop di cui sopra e anche:

Le Teglie di Montetiffi di Reali Rosella

letegliedimontetiffi@libero.it

via Ville-Montetiffi, 79 Sogliano al Rubicone Tel 0541.940708

Queste sono teglie da piadina, e vantano di essere le uniche sopravvissute di un’antica tradizione artigianale

Tempobiologico

Importatori delle pentole in coccio spagnole Bio-Natural
info@tempobiologico.com

Via Martiri della Libertà, 82
Ospitaletto, Brescia
Tel. Fax 030 640302 Mob. 339 1629692

Riccardo Ferri

Cose d’argilla
info@riccardoferri.com

via Dante, 17
22070 Oltrona S.M. (Co)
tel e fax 031 934812

Dicoccio.com di Parodi Anna

info@dicoccio.com

Tel/Fax 011.3979884
Strada del Drosso 68/26,

10anche l’azione

2 pensieri riguardo “Coccio in cucina

  1. Miseriacci Angela e altri … siete state veramente formidabili!!!

    Ora cerco di capire come mettere questo articolo sul blog ingasato o come poter fare esprimere anche gli inGASati … sono proprio curioso di vedere se degli altri meldolesi le usano però queste pentole 🙂

    Grazie veramente per il lavoro duro di ricerca che hai fatto!!!

    Viva la cucina lenta e … saporita!
    Saluti radiosi

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...