Consiglio comunale hot!

Immagine

Chi ne sa di più? Dettagli succosi ed espliciti del consiglio comunale di ieri sarebbero graditi (a me). Il farmers’ market sarà di sabato pomeriggio? Chi ha aderito dei biofarmers che conosciamo e amiamo? E quando han litigato che parole son volate…? Ci si è attenuti all’italiano o la discussione si è colorita del nostro bel dialetto?

Giulia

34 pensieri riguardo “Consiglio comunale hot!

  1. a sentire il corriere il consiglio comunale è stato sede di episodi non troppo edificanti, sopratt sulla questione omofobia, ma romeo può chiarire meglio. se vuole, oviamente

    "Mi piace"

  2. Dall’articolo di giornale non si capisce quando e come sarà organizzato il mercato contadino a Meldola.
    Comunque se in Comune hanno tempo da perdere coi crocifissi, le foto di Mazzini, l’ omofobia e i litigi ne avranno sicuramente avuto per “studiare” al meglio la cosa!
    E della privatizzazione dell’acqua se ne parla mai in Comune??????
    Salut

    "Mi piace"

  3. infatti andrea la cosa sconcertante è la serie di argomenti ( odg) trattati in comune: amofobia, crocifisso e menate varie che sono di quasi nulla rilevanza per il cittadino. via repubblica tutta una buca, l’ex macello ( che fare?), il porta a porta, il polo sportivo fatiscente…di queste cose chi ne parla???

    "Mi piace"

  4. Secondo un recente studio effettuato dalla facoltà di sociologia di Trento, il 26,5% degli italiani è “comunque e sempre contro”.
    E’ evidente che se i ricercatori avessero analizzato blog come il nostro, la percentuale sarebbe notevolmente lievitata.

    C’è un’amministrazione comunale che,nel giro di pochi mesi,riesce ad organizzare un mercatino settimanale legato ai prodotti locali, il cosidetto mercatino del contadino, e due giorni fa ne approva il regolamento in consiglio comunale.
    Biologico, KM zero, il volto poetico del contadino romagnolo e altre amenità che per il meldolese.net per eccellenza, non io, dovrebbero rappresentare la felicità.
    Una vittoria dopo anni di INGASAmenti onirici.

    Per Andrea e Matteo non è sufficente. Bisogna discutere di buche, di ex macello, di acqua e rifiuti. Per loro il crocefisso, l’omofobia, Mazzini e non sò cos’altro ancora, sono menate.
    Non hanno rilevanza per il cittadino.

    Sbagliano. Una cosa non pregiudica l’altra.

    Per fare un’esempio, avete presente quel forza Clementina e quell’ incoraggiamento a DE Magistris che appare in fondo alla pagina di questo blog.
    Ai miei occhi due immagini sconcertanti ma,ne sono certo, per molti di voi due simboli, sicuramente più importanti di qualche buca meldolese.
    C’entrano con Meldola? eppure…

    Bene a fatto il consigliere del PD Michele Bertaccini a portare in consiglio tematiche che, possono essere condivisibili o meno, ma che invitano a risvegliare coscienze spesso assopite.
    Invito la mia parte politica, la destra, a fare altrettanto.

    Stefano Bandini

    Ps. Io sono per il crocefisso.
    In momenti di guerra, e questo lo è, bisogna fare delle scelte e non tentennare.

    "Mi piace"

  5. Accidenti ci vogliono mesi per decidere di far partire il mercato del contadino!!!!!
    Bene, bravi, bis! Vedremo comunque le modalità di applicazione di questa novità meldolese.
    Ma per decidere di tutte le altre cosucce serie (alcune le ha elencate Matteo) quanto ci vorrà?
    Per decidere, ad esempio, sulla posizione da tenere sulla privatizzazione dell’acqua? Del 60% del nostro corpo?
    Aspettiamo di morire disidratati?
    Ben vengano anche le discussioni mazziniane o religiose (a me ad es. del crocifisso non me ne frega nulla) e la “guerra” da combattere per me è una sola, quella contro l’idiozia.
    Ma PRIMA non sarebbe meglio parlare di cose concrete?
    I nostri dipendenti che fanno? Non gli arriva lo stipendio? Tremonti ha tagliato pure quello? Qualcuno svolge due lavori e ha poco tempo per le cose COMUNI? Oppure è impegnato (viste le prox elezioni) con gli amichetti del partito della libertà provvisoria?
    E se vuoi caro Stefano, giusto per polemizzare un pò, chiudo questa mia con un bel W De Magistris (io l’ho votato) W tutti i nostri dipendeti ONESTI e CAPACI!
    Lo so è troppo vero?
    Salut

    "Mi piace"

  6. stefano, non sono contro, vorrei poche chiacchere e più fatti. che ci sia un odg riguardo mazzini o l’omofobia mi sembra rilevante MOLTO MENO rispetto ai problemi di meldola ed alle promesse elettorali.
    come ben sa romeo non sono certo di sinistra. e se per questo nemmeno di destra. per cui non vado contro per partito preso. quando verranno discusse le cose importanti sarò il primo a dire : bravi!
    per quanto riguarda il mercato a km zero ( e puoi sempre chiedere a romeo) sono il primo a dirvi : BRAVISSIMI. per il resto non capisco il tergiversare. sono problemi non da poco. vedremo…

    "Mi piace"

  7. Il mercato contadino anche a Meldola è una grande cosa, ottima opportunità per i produttori, sembra venga fatto il sabato pomeriggio, speriamo che attragga le persone. Credo sarebbe stato meglio farlo il martedi mattina, giorno di mercato vero, non capisco perchè si debbano differenziare le opportunità di vendita, se c’è una vera liberalizzazzione del mercato si deve dare l’opportunità a tutti ed a pari condizioni.
    A Forlimpopoli viene fatto il giovedi mattina in concomitanza con il mercato dei commercianti, funziona ed è stato accettato.
    A Castrocaro l’hanno fatto la domenica ma è andato un pò scemando.
    Ho sentito alcuni produttori che non erano proprio contenti del fatto che il mercato meldolese fosse svolto di sabato pomeriggio, oltretutto per avere le verdure fresche la mattina ha sicuramente l’oro in bocca.
    Per i produttori di fresco il rischio è che quello che non vendono il sabato pomeriggio gli rimane sul groppone perchè la domenica non si vende.
    Quindi speriamo ci sia un’ottima affluenza di consumatori.
    Adesso aspettiamo formaggi e carne bio locali nella mensa degli alunni, la promessa c’è stata.
    Abbracci
    Pietro

    "Mi piace"

  8. per Pietro

    Tu parli di liberalizzazione, opportunità a tutti e pari condizioni.
    Non ho letto la delibera che regolamenta il mercatino del contadino, so per certo che gli ambulanti del martedì pagano lo spazio che occupano. E’ cosi anche per i contadini del sabato?

    E poi in certi casi bisogna avere una visione complessiva, considerare anche la ricaduta economica che può avere per il paese un mercatino il sabato pomeriggio, il giovamento che possono attrarre gli esercizi pubblici, quali bar e ristoranti e i negozi di abbigliamento, attraverso la presenza di consumatori non meldolesi.

    per Andrea

    caro Andrea, i problemi prioritari sono di tutti, anche le cose concrete sono di tutti.
    Per Bertaccini è Mazzini, per Zattini è il crocefisso, per te è la privatizzazione dell’acqua, per me è il costo eccessivo dei whisky torbati scozzesi.
    Poi uno si muove come meglio crede. Io ripiego su un’ottima ed economica grappa italiana.

    per Matteo

    caro Matteo, tu chiedi più fatti e meno chiacchere.
    Un pò come tutto il mondo chiede più fatti e meno chiacchere.
    Analizziamo Meldola e la sua nuova amministrazione.
    In otto mesi ha impedito la demolizione dell’ex macello e la sciagurata pavimentazione di via Roma non sarà riproposta nè in piazza, nè in via Cavour.
    Basterebbero queste due scelte per giudicare positivamente l’operato di una legislatura.

    Tieni presente Matteo, e non solo te, che prendere in mano una macchina amministrativa, costruita in tanti anni dalla sinistra, in alcune parti difettosa ed economicamente fragile, per usare un’eufemismo, non è semplice.
    Come in tutte le cose ci vuole un pò di tempo.

    per Giulia

    carissima Giulia, un consiglio comunale poco più che vivace. Una battuta sul punto dell’omofobia, “..quando parli lo fai a 90 gradi..” riferita non ho capito a chi e qualche scaramuccia interna tra la maggioranza. Nulla più.
    Forse perchè i miei parametri di giudizio sono diversi, e qui, come spesso succede quando si parla di altri, si parla di sè.
    Sono stato espulso due volte dal consiglio comunale, caso unico per Meldola dal 1947 ad oggi,
    addirittura una volta intervennero i carabinieri, chiamati dal sindaco Ghetti, perchè non volevo allontanarmi dall’aula.
    Sia con ghetti e soprattutto con Venturi non mi sono mai risparmiato, ritenendo sempre più gravi i loro atti che le mie parole.
    Credo che i fatti mi abbiano dato ragione.

    Saluto tutti con una battuta di Ennio Flaviano che vale per me, per Andrea, per Matteo, per Pietro e un po’ per tutti

    “QUANDO ERAVAMO POVERI E AVEVAMO FAME, AVEVAMO MENO PROBLEMI”

    Stefano Bandini

    "Mi piace"

  9. veramente stefano c’è chi la pensa ( nella tua maggioranza) proprio il contrario di te. ad esempio mi sembra di avere letto nei giornali che l’udc ha minacciato di lasciare la giunta e una delle cause sarebbe proprio la lentezza decisionale. è politichese o realtà? illuminaci….concorderai che vedere la maggioranza discorde su queste cose non è prorpio uno spot dell’efficenza e del FARE ( come dice qualcuno a reti unificate dalla mattina alla sera)

    in quanto giudicare positivo o meno l’operato io mi baso sulle promesse elttorali. il giochino di promettere la luna salvo poi,una volta insediati, dire: NON CI SONO SOLDI, mi sembra un giochino già abbastanza usato negli ultimi anni dalla politica nazionale. come gridare al lupo al lupo: dopo un pò non ti crede più nessuno…

    ma spero tu capisca bene che non ce l’ho con te o con il tuo partito, ed è anche vero che le somme si tirano a fine legislatura….quindi attendo fiducioso

    "Mi piace"

  10. Ringrazio Stefano per la citazione di Ennio Flaviano!
    Molto meglio del Bondi poeta!!!!!
    E ci prepara al prox futuro italico…..
    Salut

    "Mi piace"

  11. Caro Stefano, tu vedi il mondo dalla parte della cleptocrazia ossia di quelli che non producono cibo (citazione da “armi, malattie ed acciaio”) io la vedo dalla parte di chi produce il cibo.
    A Forlimpopoli i produttori bio pagano lo spazio pubblico come gli altri.
    Per quanto riguarda la fame la conosco un pò anche se da Europeo che può sempre tornare a casa, ho vissuto anni in zone di guerra e con i rifugiati, sono tornato ultimamente da circa 10 gg dai campi profughi Saharawi nel deserto del Sahara.
    La fame è una brutta bestia, fidati !
    abbracci
    Pietro

    "Mi piace"

  12. Bene Bene.. colgo l’ occasione.. di un vera febbre del sabato sera.. per scrivere due cose.

    Vedo che si discute del mercato contadino.. sinceramente opposizione o meno non ho alcun problema NEL dire che..in ogni caso è una cosa fatta, una cosa in cantire da tempo, una cosa con una logica, una cosa che per meldola è il frutto di una percorso politco e di sensibilizzazione su importanti tematiche. Perciò BENE! Certo alcune perplessità si possono avere, il sabato pomeriggio forse non è il massimo, le frazioni protrebbero essere coinvolte, i commercianti o il mercato del martedi potrebbero risentirne.. Tutte osservazioni che credo abbiano una loro logica ma in ogni caso si parte.. Le critiche se necessarie le faremo a tempo debito “lo dice uno dell’opposizione ” ; )

    Vedo che gli odg su mazzini e omofobia sono anche loro oggetto di discussione… Prima di tutto per chi ci invita a fare cose serie ricordo che si trattava dei punti 13 e 14 che chiudevano il consiglio e seguivano due ore di seduta. Personalemente credo che il comune sia la cellula della società, che Meldola nel suo piccolo sia parte del mondo e i suoi cittadini hanno tutto il diritto di esprimersi anche oltre i confini del paese..Quindi che piaccia o meno continuerò a cercare di portare in consiglio..assieme a cose concrete anche riflessione di ampio respiro. Magari, cercando di offrire argomentazioni diverse da quelle del centro-destra cornate dal dubbio se di queste cose si dovesse parlare aperti a 360 gradi o a 90.. Questa è la vergogna! Discussione e dibattito non sono tempo perso, sensibilizzare non è una politica inutilità.. Inutile credo sia usare luoghi comununi e pregiudizi per fare di tutta un era un fascio.. GRAVE è che una maggioranza politica non riesca ad esprimere argomentazioni che in nessun altro modo possono definirsi se non INSULSE..
    La diretta non è in ogni caso paragonabile, tanto che ancora qualche mese fa presentai un odg per chiedere di inserire l’anagrafe degli eletti e tutta una serie di pratiche di e-democracy..tra cui la diretta via streaming del consiglio.. Ad oggi tutto tace..

    Amministrazione latente.. Più o meno giusti che siano non basta dire no bisogna dire anche il perchè.. Dalla critica si deve passare ai fatti, alla proposta.. ma qui, dopo 10 mesi, anche in questo caso.. tutto tace……

    Michele

    "Mi piace"

  13. Dal dizionario della lingua italiana Devoto- OLi

    Cleptocrazia – “ladri al potere”: termine in voga nella pubblicistica e polemica politica.
    Comp. dal greco Kleptes ‘ladro’ e -crazia

    Quindi io vedrei il mondo dalla parte dei “ladri al potere”. Bene.

    Puoi raccontarci, caro Pietro, dei 20 mila euri che l’amministrazione di sinistra stanziava all’associazione PRO.B.E.R., della quale tu sei membro attivo, e che certamente stimolavano il tuo entusiasmo, i “forza Iole” si sprecavano, nell’appoggiare certe scelte?
    Raccontaci, tu che aborri il potere.

    abbracci

    Stefano Bandini

    "Mi piace"

  14. Mooo! Che casino! Ci diamo anche dei ladri adesso… Ma dài, come scrive il truce fumettografo franco-egiziano Edika: perchè tanto odio?

    Continuo a pensare che il blog sia un micro-spazio che permette tanto, ma non tanto quanto gli incontri personali che grazie a Dio nel nostro paese sono ancora possibili. Quando arriva il bel tempo mi riprometto di stimolare più pizze, cappuccini, aperitivi e wischini della staffa e meno kilobite, così secondo me ci si conosce e ci si capisce meglio… Magari a tranvate!

    Il mercato del sabato pomeriggio è un inizio, ci sarà il bando, se i contadini rispondono è stata una scelta possibile e il tempo deciderà se è perfettibile, se non si troveranno 16 contadini a occupare le piazzole (il contadino ha scarpe grosse e cervello fino, quindi se il sabato pome è una stronzata, fa come Linda Evangelista, l’insuperata top model degli anni 80: non scende nemmeno dal letto). Bona lè. La formula è diversa da quella di Forlimpopoli, dare le piazzole gratis è un do ut des: facilitazione economica in cambio di animazione cittadino-turistica. Si vedrà.

    Mi dice il sindaco (ma possibile che in piazza incontri solo me?) che il Comune di Meldola non ha acqua da privatizzare… Di cosa parliamo? Spiegatevi meglio che io c’ho l’ignoranza.

    Il 9 c’è l’incontro pubblico sull’ex macello. Intanto c’è. Sull’incontro gestito da meldolesi.net ventilato nella peraltro divertentissima pizzata di un po’ di tempo fa non ho visto poi gran entusiasmo…

    Detto questo, e senza trarre conclusioni, sperando di tirarmi anch’io addosso un po’ di nomi così poi mi diverto (ah, per farmi insultare potrei andare di correzioni ortografiche: si chiama Flaiano, non Flaviano), vi saluto, pìs end lov!
    Giulia Ghini

    "Mi piace"

  15. Partiamo dall’inizio, in ecologia la cleptocrazia non rappresenta i ladri al potere ma il fatto che l’uomo sia passato da produttore di cibo (questo all’inizio lo facevano tutti ) ad un ruolo diverso, dove l’uomo si dedica ad altre attività che esulano dal contatto con la terra e con i suoi prodotti.
    Questo vuol dire che le decisioni non vengono prese da chi produce il cibo ma da chi fa altri mestieri, molte volte senza prendere in considerazione i diretti interessati e la loro visione. Capisco che il termine possa essere difficile da digerire, non era chiaramente offensivo è solo un dato di fatto, normalmente chi prende le decisioni non è parte o non conosce o non collabora con chi ci fa vivere, ossia i produttori di cibo.
    Grande Stefano !! Sono felice che tu abbia tirato fuori il tema dei soldi per Prober cosi finalmente si possono chiarire le cose.
    Per quanto riguarda la questione di Prober con cui collaboro come veterinario omeopata dal 2000 circa, mi dispiace deluderti ma il mio entusiasmo viene dal fatto che sono un genitore che conosce l’importanza della qualità del cibo (dal 2004 seguo attivamente il Comitato Mensa), non riguarda certo i 20.000 euro che il Comune con la precedente amministrazione aveva stanziato per due anni, 2009 e 2010.
    Prober (www.prober.it)è un’associazione che comprende la maggior parte delle associazioni biologiche della Regione Emilia Romagna,
    é stato creato proprio dalla Regione per fare da punto di riferimento sulle tematiche delle produzioni e trasformazioni bio.
    In questo progetto “Meldola impatto 0”, come fa per altro in altri Comuni, Prober ha fatto da nodo amministrativo per i fondi, che sarebbero serviti:
    per uno studio sulla co2 prodotta con il sistema a filiera corta (Università Bicocca di Milano)in parte già fatto;
    per la promozione del progetto pilota della Mensa del Comune di Meldola sia a livello nazionale che internazionale ( cosa che in parte è già stata fatta )
    per aiutare la mensa a formulare un capitolato che possa far entrare i produttori locali (www.sportellomensebio.it);
    per poter accedere a fondi regionali ed europei per lo sviluppo di filiere corte nel bio;
    per produrre materiale educativo.
    Attraverso i fondi stanziati dal Comune la Provincia tramite l’assessorato alla cultura avrebbe investito altri 13.000 euro per materiale divulgativo, conferenze e promozione del progetto.
    La Regione ha riconosciuto il progetto “Meldola impatto 0” come progetto pilota.
    La mensa di Meldola è stata una delle prime in Italia ad introdurre la filiera corta bio per frutta e verdura facendo lavorare 5 aziende locali.
    Caro Ste, dopo anni che sei in Comune dovresti sapere che la legge regionale dell’Emilia Romagna dice che l’80 % dei prodotti consumati dai nostri figli deve essere bio, non lo dico io.
    Se vuoi sapere se ho preso dei soldi per il progetto, anche questa volta mi dispiace deluderti, pensa che sono cosi scemo che ho rifiutato un appoggio economico della Coldiretti per delle lezioni sulla cultura contadina che ho tenuto 3 anni fa nella scuola elementare De Amicis di Meldola.
    Portare avanti il progetto “Meldola impatto 0” è il mio interesse come cittadino e genitore, se posso portare qualcosa di positivo per Meldola lo faccio e stai pur certo che lo farò anche in futuro.
    Non ho mai avuto la tessera di un partito e visto come vanno le cose mai la prenderò, mi dispiace che le vostre ideologie di destra, di centro e di sinistra siano a volte un blocco allo sviluppo, una perdita totale di visione d’insieme che non permette una apertura verso un futuro più sano.
    Grazie di cuore
    abbracci
    Pietro

    "Mi piace"

  16. Pietro,

    sinceramente non so da dove partire. Sono davanti alla tastiera da un’ora e mi chiedo:
    1)lo insulto ferocemente, giustificando la reazione legata all’opposizione di Giove.
    2)Corro a casa sua e gli rigo la macchina, come farebbe un buon tifoso milanista.
    3)Mi scrivo un decreto interpretativo e poi lo picchio, come il più dolce e tenero dei teppisti.

    Possibile che tu non capisca quanto sia offensiva la frase “sostieni la cleptocrazia”?
    Un’insulto che coinvolge tutti, operai, architetti, casalinghe, dipendenti statali, avvocati,politici, muratori, e tutti quelli, che come dici tu, si dedicano ad altre attività che esulano dal contatto con la terra e i suoi prodotti.

    Mi ripeto.

    Leggi il dizionario Devoto Oli e, se non è sufficiente, la pagina di Wikypedia su internet per capire il vero significato di cleptocrazia.
    Come diceva l’amato Nanni Moretti, “le parole sono importanti, io non parlo cosi”.

    La questione Prober.

    Se ho ben capito,
    la regione Emilia Romagna, amministrata dalla sinistra, legifera che l’80% dei prodotti consumati dai nostri figli deve essere bio.

    Poi, sempre la regione amministrata dalla sinistra, crea l’associazione Prober per far da punto di riferimento sulle tematiche delle produzioni e trasformazioni bio.
    Inoltre, sempre la Prober si pone, sia a Meldola che in altri comuni, come nodo amministrativo per i fondi di ecc.ecc.

    E qui dove stà la liberalizzazione del mercato, l’opportunità a tutti e le pari condizioni?

    Porca puttana, faccio la legge, creo l’associazione, faccio accordi con amministrazione amiche, e in nome del nuovo dio, il bio, mi faccio lautamente pagare.
    E poi chi l’ha detto che il cibo bio è necessariamente più buono od ecologico del cibo che bio non è?
    Bio.. bio.. bio..non è un richiamo per pulcini ma per polli.
    E poi sempre sostenere ogni tesi in nome di un futuro migliore dei figli…è imbarazzante.
    Massimo sardone si è spinto fino ai nipoti. Geniale, se vi era una minima parvenza di ironia.

    Non essere pagati per i servizi offerti mi lascia del tutto indifferente.

    Stefano Bandini

    Ps A volte mi sfugge un acca davanti alla a, sono generoso e spesso improprio con le virgole, e poi tante altre cose di cui non me ne accorgo e non sò, però su Flaiano è una svista, un lapsus. Ho sbagliato a scrivere il nome di Gandhi che è nella bandiera del partito radicale, l’ho ammesso. Flaiano no. Nel 1986 comprai il suo “frasario essenziale” edito da Bompiani e curato dalla Sgarbi, in questi giorni leggiamo articoli su articoli che ricordano il centenari della nascita, e poi …vi ho convinto?

    Ps1 Perfidia, il tuo nome è Giulia

    "Mi piace"

  17. Ciao Ste, dai non mi rigare la macchina dai, guarda che faccio parte anche io della cleptocrazia, non ti preoccupare, quando una cosa ti fa molto arrabbiare, vuol dire che ti ha colpito, che ti ha fatto vibrare qualcosa, quindi ci sono due reazioni possibili, o mi arrabbio con il prossimo o mi guardo dentro, ma ripeto non era e non è una frase offensiva, è come se tutti i saprofiti si incazzassero se glielo dicono.
    Fa parte del sistema, ci vogliamo anche noi cleptocrati per far funzionare le cose.
    Per Prober io non la vedo tanto come una cosa di sinistra per la sinistra, siamo un ufficio tecnico e basta, le mele o il formaggio non sono ne di destra ne di sinistra, sono fondamentali e basta.
    Il ministro Zaia leghista è contro le patate ogm ed io lo appoggio e lo applaudo, ti ripeto, io guardo le persone ed i fatti, non le bandiere politiche.
    In Prober ci sono associazioni del bio sia di destra che di sinistra, la terra ed i suoi prodotti non hanno bandiere
    Il cibo bio non è più buono del convenzionale, è più sano ed impatta meno sull’ambiente, è un dato di fatto con basi scientifiche solide e consolidate.
    salutoni ed abbracci
    Pietro

    "Mi piace"

  18. …il cibo bio è più sano ed impatta meno sull’ambiente, è un dato di fatto con basi scientifiche solide e consolidate…

    grande pietro. che altro aggiungere? ah, sì: smettiamola con sta guerra destra contro sinistra. a noi non ce ne frega nulla di nulla di ste menate da politica con le ragnatele. l’sgricoltura bio è sinistra? non volere gli ogm è di sinistra? volere servizi sociali più efficenti è i sinistra? e chi lo ha detto????

    a proposito: avete visto in germania e austria che fanno in cittadine grandi come meldola, con opportunità uguali o minori di meldola? ( geotermia, fotovoltaico…). la trasmissione era di rai3-presadiretta. ovviamente di sinistra. infatti in germania hanno deciso di puntare sulle energie alternative e di escludere nucleare e petrolio. perchè? non perchè sono lungimiranti,ma ovviamente perchè sono di sinistra.comunistacci vecchio tipo. infatti le giunte che hanno deciso queste svolte erano di destra. non verdi, non rossi comunisti maoisti, ma di destra!!!!!

    ecco vedi, là fanno, noi invece diciamo: ma sono cose di sinistra. che infatti in germania fa la destra.

    "Mi piace"

  19. Il trend 2007-2009 degli operatori bio italiani

    Anche nell’ultimo triennio si evidenzia la crescita di tutte le varie forme di filiera corta.
    Ecco l’andamento delle otto tipologie di operatori esaminate.
    • Gruppi d’acquisto + 68%: dai 356 del 2007 ai 598 del 2009
    • Aziende con vendita diretta + 32%: da 1.645 a 2.176
    • Ristoranti +31%: da 174 a 228 (esclusi quelli in agriturismo)
    • E-commerce +25%: da 106 a 132
    • Mense scolastiche +23%: da 683 a 837
    • Agriturismi + 22%: da 1.002 a 1.222
    • Mercatini + 10%: da 204 a 225
    • Negozi +2%: da 1.106 a 1.132

    questo è sviluppo, un mercato in positivo in tempo di crisi
    abbracci
    Pietro

    "Mi piace"

  20. Regione di destra in testa.

    185 milioni i pasti bio serviti ogni anno, prima regione la Lombardia

    E con le mense, continua anche la crescita dei pasti bio serviti ogni giorno nelle scuole d’Italia, passati dai 24.000 del 1996 ai 924.000 del 2007 (senza contare che una settantina di mense non ha dichiarato il numero dei pasti giornalieri).
    Considerando il calendario scolastico medio di 200 giorni, i pasti bio serviti lo scorso anno sfiorano quindi i 185 milioni, soprattutto in nidi, scuole materne ed elementari.
    La classifica per regione dei pasti bio giornalieri vede passare in testa la Lombardia con 203.000 pasti, oltre un quarto del totale, seguita dal Lazio con 164.000 pasti pari al 22% del totale ed Emilia-Romagna con 112.000 pasti corrispondenti al 15% del totale. In pratica in queste tre regioni si concentra più del 60% del totale nazionale di pasti serviti.

    "Mi piace"

  21. Pensa te cosa mi sono perso fino ad ora …

    Sinceramente avendo partecipato a diversi Consigli Comunali nella passata legislatura ho avuto modo di farmi l’idea che gli argomenti di “largo respiro” permettano finalmente di sentire le voci di quei consiglieri che altrimenti non avevo mai sentito parlare in alcun caso. Purtroppo ora ho dovuto ridurre parecchio i miei impegni extra-famigliari e così mi spiace ma non posso dare alcun giudizio su questi argomenti (Mazzini e quant’altro…) non avendo sentito come sono stati posti e chi e come abbiano espresso le proprie opinioni.
    In più, sinceramente, non essendoci più il nostro Stefano onestamente ho perso un pò di quell’interesse e quella voglia di tirar tardi ad ascoltare e soprattutto gustarmi i dibattiti “politici” meldolesi.
    Avevamo provato a vedere se poteva partire lo streaming del Consiglio Comunale (http://www.meldolesi.net/2009/07/01/idea-per-i-consigli-comunali-a-costo-quasi-zero/) ma poi ci siamo un pò fermati, ci vorrebbe chi tira un pò le fila e prova a farlo decollare; io ci metterei un pò del mio impegno per aiutare almeno per qualche consiglio a stare li a fare da cameraman … :-)))
    Sul mercato contadino sono molto felice che sia potuto partire, voglio leggere prima il regolamento perchè ho qualche dubbio sul cosidetto “biologico” citato da Stefano perchè, per quanto ho capito, non si è fatta una scelta di basso impatto ambientale su questo versante (e quindi di salute per i nostri figli) ma già favorire l’economia locale e ridurre i km è un bel passo avanti!!
    Ottima la location che la precedente Amministrazione aveva relegato in un cantoncino del mercato piuttosto scomodo ed isolato.
    Sul discorso di Clementina e De Magistris sul blog invito Stefano a iniziare a pubblicare sul blog, potrà così accedere come amministratore e rimuovere le due finestrelle. Io le misi a suo tempo perchè sapete bene cosa e come ritenga la giustizia (http://www.meldolesi.net/2009/01/29/la-giustizia-e-il-potere-dei-senza-potere/) ed ora non saprei più toglierle visto che oramai non servono più; abbiamo raggiunto lo scopo di far eleggere De Magistris e protetto la magistratura che oramai non ha più nulla da temere in quanto tutelata e rispettata dalle istituzioni TUTTE …. 🙂 Inoltre Stefano potresti tranquillamente mettere qualche tuo suggerimento che magari riguardi più da vicino Meldola al loro posto.

    Sui “momenti di guerra” non scherzerei … ho un vago ricordo dei racconti di mio padre e anche solo citare la guerra mi sembra un’offesa oltre che alla nostra Costituzione (peraltro rispettata da qualsiasi istituzione) anche alla sua memoria che la guerra l’ha vissuta (come quella di tanti altri soldati e partigiani e civili…)

    SUl discorso della carne e formaggi locali e bio in mensa sinceramente mi esprimerò in un prossimo articolo … appena potrò … la cosa mi ha parecchio “toccato”!

    Concordo comunque con Stefano sul fatto che una macchina complessa come quella amministrativa necessiti dei suoi tempi per essere fatta girare senza considerare che ci sono anche diversi ritocchi dovuti al fatto proprio che i macchinisti ed il pilota sono cambiati. Non sapevo che fossi stato allontanato a forza dai Carabinieri, sinceramente mi hai perso qualche punto. Ti avevo conosciuto come “lottatore” ma sempre rispettoso del consesso di cui facevi parte se non per qualche degna battuta per la quale mi eri quasi diventato un mito 🙂

    Stefano poi ha il merito di tirare fuori quello che altri tacciono ma pensano, finalmente anche Pietro ha avuto modo di chiarire la sua posizione che è pari alla mia: stiamo semplicemente e solamente pensando al meglio per i nostri figli e questo capisco possa ingenerare un sano scetticismo perchè non si capisce bene perchè uno si debba impegnare tanto “solo” per uno scopo “nobile” e senza badare al portafoglio. Stefano, non mi dirai che le lotte che hai fatto fino ad ora compreso anche il fatto di raggiungere il primato delle espulsioni dal Consiglio Comunale Meldolese sia solo per il gettone di presenza che tu stesso giudicavi ridicolo, spero che anche tu avessi un fine ultimo che non fosse solo quello del gettone, raccontacelo dai, puoi anche non parlare solo di figli e nipoti … anche arrivare ad amici o magari anche a me (mi sono forse montato un pò la testa:-)!
    Un’ultima curiosità “Meldola impatto zero” che fine ha fatto o farà, chi ne sa qualcosa? Lo chiederò comunque al prox Comitato Mensa …

    Non vedo l’ora che Giulia mi sculacci per benino … una moderatrice eccezionale che nemmeno nei miei sogni più reconditi avrei mai sperato di incontrare per la mia strada :-)))

    Saluti radiosi

    "Mi piace"

  22. BIO BUSINESS

    “Faccio la legge regionale.
    Creo l’associazione per divulgare e sostenere il tutto, finanziata da comuni e province. Invito a partecipare ai vari comitati mensa adepti di tali assocciazioni, in incognito e con interessato idealismo, che assicurano le famiglie un radioso e sano futuro per i propri figli.
    Alla fine tiro le somme:

    In un momento di crisi,il consumo di biologico è in crescita.

    Poi mi dico: sono un genio, alla faccia di Guglielmo Marconi.”

    Penso che, più o meno, abbia ragionato cosi il creatore del business legato al bio, personaggio che lo si può ritrovare, politicamente parlando, sia a destra che a sinistra e che sostanzialmente non rappresenta una figura negativa.
    Crea lavoro, opportunità, mette in circolo idee e quattrini.

    Poi che il cibo biologico sia più sano ed impatta meno sull’ambiente, NON E’ un dato di fatto supportato da solide basi scientifiche
    La stessa Wikypedia, che comunque non è la Bibbia, pone dei dubbi.

    Stefano Bandini

    Ps Questo freddo accompagnato da neve mi permette di continuare ad indossare, anche a marzo, il mio magnifico maglione irlandese, acquistato da De Paz a Bologna una ventina di anni fa.
    Per fortuna la storia del surriscaldamento terreste legata ad origini antropologiche era una bufala.

    "Mi piace"

  23. la storia del riscaldamento globale, è , a detta di molti una bufala colossale.
    http://daltonsminima.wordpress.com/2009/11/23/il-re-ipcc-e-nudo/
    anzi, sembra che siamo in un minimo di mauder nei prossimi 50 anni, cioè una diminuzione delle temperature. ( che dire di questo inverno?)
    detto questo non è che bisogna continuare ad inquinare. perchè? oltre che per motivi di rispetto per la natura ( ma anche qui è un argomento poco di destra-infatti si sa che francesco d’assisi era un noto bolscevico maoista) per il semplice fatto che gli idrocarburi ottenuti dalla combustione fossile ( gas, petrolil, carbone)sono causa di CENTINAIA DI MIGLIAIA di casi di infezioni respiratorie, asma, bronchiti croniche, malattie degenerative di vario tipo ( dal tumore all’arteriosclerosi fino all’alzhimer) . non lo dico io, ma ad esmpio recentemente anche un insigne scienziato come veronesi ( so che non ti sta simpatico romeo, ma ogni tanto ci becca pure lui-altra cosa in cui ci becca? sapevi che è vegetariano???).
    insomma sarà bello mangiare i pomodori freschi a gennaio che vengono da mille chilometri, ma se la gente si ammala è in buona parte per questo consumismo inquinanate.
    e lo dicono le ricerche scientifiche che sono dei dati di fatto. e quindi non sono nè di destra, nè di sinistra.
    per non parlare poi degli imballaggi e degli inceneritori…ma qui penso che i discorsi della prof gentilini, almeno in questo blog, li conosciamo tutti. o no????
    http://www.meldolesi.net/2008/01/19/patrizia-gentilini/

    "Mi piace"

  24. Per Stefano Bandini:
    Perchè non vieni a fare un salto alla conferenza della Gentilini venerdì 12 alla scuola materna A.Lega? Innanzitutto mi piacerebbe conoscerti (sono un meldolese di adozione) e poi mi piacebbe che tu sentissi quello che ha da dirci la dott.ssa Gentilini sul presente e sul futuro che ci si prospetta.
    Hai ragione: è imbarazzante preoccuparsi del futuro
    dei nostri figli, ironico preoccuparsi dei nostri nipoti. Forse è meglio che ci incominciamo a preoccupare della nostra salute, che ce n’è anche per noi.
    Dormiamo sonni tranquilli, ci aspetta un futuro che neanche la mente più ottimista è in grado di immaginare (qui in Italia poi non ne parliamo).
    Per Matteo:
    ma il Veronesi che tu citi è lo stesso che ha sbandierato ai quattro venti che gli inceneritori non hanno nessun tipo di ripercussione sulla salute delle persone che ci vivono attorno? Quello che per asserire questo ha citato uno studio inglese che diceva l’esatto contrario?
    Per quanto riguarda le temperature di questo inverno, ho sentito dire da un climatologo domenica scorsa in una trasmissione televisiva, che a livello nazionale è più rigido rispetto alla media degli ultimi anni di solo 0,1°. C’è da credergli?

    "Mi piace"

  25. allora massimo: veronesi sta molto poco simpatico anche a me ( che eufemismo!), ma le due cose che ho citato di lui sono vere(vegetariano e malattie degenerative dainquinamento): forse le uniche che ha detto bene in vita sua. mi sembra già tanto. per gli inceneritori, come sai la sua fondazione è foraggiata da chi gli inceneritori li costruisce. mi basta per capire che dietro un pò di soldi il bianco diventa nero e viceversa.
    per quanto riguarda le temperature, la tesi della “minima di mauder” dovuta ad una maggiore emissione di fotoni dal sole e da un aumento delle macchie solari è una teoria molto ardita,ma che la comunità scientifica sta sempre più vagliando. se leggi il link vedrai che dietro c’è una grande discussione nella comunità scientifica dei climatologi.

    "Mi piace"

  26. Per Stefano e per Romeo : un salto però dovete farlo anche in teatro domani sera allo spettacolo “Canto di donne”, non potete mancare!
    E già che ci sono, per tutti gli amici del blog: venite questa sera alle 21,00 in biblioteca!!!

    "Mi piace"

  27. Se il surriscaldamento globale e la sua eventuale origine antropologica sarà o meno una bufala lo lascio giudicare a chi ci sarà dopo di me … Li ritengo processi troppo lunghi per la mia misera e corta vita; nel dubbio cerco di fare in modo che qualcuno dopo di me ci possa essere tentando di prendermi un maglione che possa durare sempre i 20 anni, magari, ma che possa far lavorare qualcuno dei miei compaesani Italiani e possa permettere un futuro ai miei figli e per non ridurmi come la persona citata nella penultima riga della terza pagina http://www.ingasati.net/wp-content/uploads/2010/03/Tout_est_dit.pdf .
    Magari se qualcuno volesse imparare potrei chiedere a mia mamma se gli insegna a farla una maglia come quella che mi regalò al mio 20^ compleanno fatta utilizzando lana che lei stessa aveva filato ed usato per una sua maglia da bambina….

    Personalmente ritengo che il consumo di biologico non è detto che aumenti solo per l’aumentata richiesta da parte degli enti pubblici o dalle Amministrazioni di sinistra … Potrebbe anche farlo grazie a qualche privato che si è stancato di preoccuparsi per i continui scandali alimentari che ciclicamente si ripresentano (e che sono probabilmente solo la punta dell’iceberg) e trova nel dare fiducia ad un marchio piuttosto che ad un contadino o ad un “trasformatore” conosciuto una possibile via di riprendersi in mano la cosa che altri hanno cercato di espropriargli … La scelta di ciò che si acquista per la spesa quotidiana.

    Beato te, Stefano, che credi che qualche bottiglia di sostanza in genere puzzolente per la quale serve un patentino, che costa soldi, che viene prodotta in stabilimenti a cui non ci si avvicina dalla puzza, che fa morire ogni genere di insetto sia “utile” che “dannoso” (chissà chi decide poi chi è “dannoso” se madre natura l’ha creato …) e che poi va a finire in parte in quello che mangio, in parte in quello che bevo ed in parte in quello che respiro ed in parte a segnare le generazioni future impatta poco sull’ambiente ….

    Posso ipotizzare come andrò a finire io ma mi riesce difficile pensare a come andranno a finire i miei nipoti di discendenza diretta; probabilmente i miei nonni un’idea l’avevano riguardo ai loro nipoti … O probabilmente non avevano nemmeno tempo di pensarci … Comunque sia il fatto di non averne un’idea non mi autorizza in alcun modo a fregarmene …. Abbiamo preso la terra in prestito e, volenti o nolenti, la dovremo lasciare come dovremo fare con le nostre belle maglie … comunque fatte, marcate e costruite 🙂

    Saluti radiosi

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...