6 pensieri riguardo “Sole, vento, acqua – Presa diretta del 08/03/2010

  1. grazie romeo, ma la domanda sorge spontanea: a meldola a che punto siamo???

    per dirla tutta: a premilcuore un amico ha appena fatto un investimento costruendo circa 10mila metri quadrati di pannelli fotovolataici in una zona circa a 500 metri di pascolo una volta adibito a mucche …

    ora sentite bene: guadagno previsto in 20 anni??? 1 milione di euro!!!!! pensate se questi investimenti li facesse il comune invece di un privato…

    "Mi piace"

  2. Mah, caro Matteo, io comincio a nutrire dubbi soprattutto sul Faentino dove lavoro perchè vedo che oramai abbattono frutteti, vigneti, adibiscono a parchi fotovoltaici dei grandi appezzamenti di seminativo; figurati che ad Alfonsine addirittura occorrerà un allacciamento in lta Tensione per un impianto fotovoltaico (non oso immaginare quanti ettari di terreno verranno impegnati e l’agricoltura perderà.
    Per me ormai è solo questione di businnes, vedo questi ex coltivatori con gli occhi lucidi per i guadagni che con i loro SUV scorazzano nei loro campi.
    Per me è giusto incentivare questi impianti fotovoltaici ma cercando di collocarli nei tetti, in quelle parti di territorio dove già la fotosintesi e l’intero processo naturale è stato stroncato dalle costruzioni dell’uomo; portare via altro terreno ed altra natura temo ci comprometterà dell’altro spazio vitale andando a incrementare i problemi in caso di piogge intense portando in una compromettente spirale i già esagerati fenomeni metereologici estremi.
    Invece oramai arrivano solo richieste di grossi allacciamenti in terreni agricoli e pochi allacciamenti sui tetti …

    Sinceramente non so che fine farà tutto quel cemento che viene posato per terra, tutte quelle strutture metalliche che sorreggono i pannelli per non parlare poi dei pannelli solari stessi che ho capito essere rifiuti speciali.

    Per me ormai siamo compulsivamente legati alla crescita e si ragiona sempre meno sulla decrescita … ma oggi sono un pò triste e pessimista … passerà 🙂

    Sto meditando di aderire al digiuno proposto contro l’acquisto dei cacciabombardieri F-35 … pensa quanti pannelli fotovoltaici sui tetti si installerebbero con 15 miliardi di euro invece che dedicarli a dei bombardamenti …

    Saluti radiosi e grazie ancora

    "Mi piace"

  3. del resto un pòli capisco: se devono spargere fertilizzanti per avere mele che venderanno a 30 centesimi al kilo dopo avere lavorato un anno, come si fa a dare loro torto se mettono il fotovoltaico???

    e se fanno il bio la resa è ancora minore, e il rischio di buttare la frutta alto. finchè la gente non consuma bio, non la prende al mercato contadino , i contdini sono in mano alla distribuzione che fa i prezzi ridicoli.
    i famosi clementini calabresi per fare guadagno dovevano essere raccolti dagli immigrati clandestini che lavoravano a 10 centesimi al kilo. ti rendo conto di come il sistema sia marcio? e sia il sistema stesso a produrre odio e illegalità!
    QUA E’ TUTTO DA RIFARE
    zantti prima di trasformarsi in bio vendeva il suo latte a 28 centesimi il litro alla centrale del latte. come si fa a guadagnare???? quando la gente prende il latte alla esselunga o alla coop se ne rende conto che alimenta un sistema ingiusto e odioso????

    "Mi piace"

  4. Cari Romeo e Matteo,
    a mio modo di vedere avete ragione entrambi: Matteo quando si riferisce ai “guadagni” che i contadini hanno dalla vendita dei loro prodotti che li spinge a scegliere di guadagnare di più e con meno fatica, installando nei loro campi il fotovoltaico. Romeo ha ragione quando fa giustamente notare che togliere terreni e piante alla nostra già martoriata nazione di certo non porta vantaggi.
    Quando vedo le differenze tra le politiche energetiche tedesche o austriache e quelle italiane mi viene da piangere.
    Viviamo in un paese malato, ed anche noi siamo tutti malati o ci stiamo ammalando. Non solo in senso figurativo.
    Cosa fare allora? Mollare?
    Io mi rifaccio ad A.Einstein
    “Solo coloro che sono così folli da pensare di cambiare il mondo, lo cambiano davvero”.
    Un saluto a tutti i meldolesi.

    "Mi piace"

  5. X Romeo, visto che sei contrario anche alle energie rinnovabili, ci piacerebbe sapere come intendi risolvere questo problema, grazie, poi, non so se hai notato, l’impianto della reno energy che sorgera’ a Alfonsine e’ in un terreno di 65 ettari salato, praticamente ci puo’ crescere solo erba o qualche ortaggio resistente al sale, infatti li non ha senso nessuna coltivazione. I pannelli verranno montati su dei blocchi di cemento , che quando i pannelli cesseranno di funzionare verranno portati via molto facilmente senza lasciare rifiuti di cemento.

    "Mi piace"

  6. Grazie Green energy del chiarimento.
    Sono certo che il calcolo e la scelta del terreno che è stata fatta è stata sicuramente ponderata e oculata.
    Sinceramente non ho mai visto terreni troppo incolti da quelle parti ma sul faentino ne ho visti tanti dei frutteti e dei vigneti abbattuti (o spostati) per far posto a dei campi fotovoltaici.
    Non mi spingo troppo oltre perchè va benissimo un campo solare come quello piuttosto che una centrale nucleare ma non si dovrebbe dimenticare dei tetti o dei terreni già persi a fotosintesi mettendo comunque un limite ai kW ammassati rispetto a quelli diffusi (ad esempio a tot kW accorpati minimo del triplo diffsi sui tetti…) in modo che le grandi compagnie green possano cercare di impegnarsi maggiormente sugli impianti diffusi anche se meno redditizi (forse…)

    E poi io penso sempre che l’importante sia appare i buchi piuttosto che cambiare il mix dei rubinetti che alimentano il secchio forato … ma qui non so se sbilanciarmi troppo … non vorrei perdere consensi :-)))

    Visto che ho un esperto in linea ho anche io una domanda, ma tutti i pannelli alla fine della loro vita che fine possono fare? e gli inverter? Ti assicuro che non è assolutamente provocatorio ma la mia voglia di andare oltre la moda del momento è tanta e mi piacerebbe se me lo spiegassi.

    Saluti radiosi

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...