martedi 27 aprile…presentazione libro

aa

non so voi, ma la storia medioevale mi ha sempre affascinato. in particolare il mondo cavalleresco mi ha sempre attratto tantissimo. forse pensare a questi uomini che andavano in battaglia e rischiavano la vita per ideali puri e facevano della lealtà e della giustizia il loro caposaldo mi ha sempre creato un profondo rispetto ed ammirazione. e tra le figure cavalleresche chi, se non i templari, colpiscono il nostro profondo archetipo di cavalleria? in particolare i misteri che li circondano, le imprese leggendarie, le brutali persecuzioni…

basta farsi un giro nel web per vedere quante associazioni siano nate intorno a questo ordine e quante pubblicazioni, riviste, studi, soprattutto in questi ultimi anni siano sorti.

l’amico marino, anche lui affascinato dai templari, ha scritto un romanzo d’avventura ambientato nella rocca di meldola intorno alla loro storica e mitica immagine, un romanzo che unisce passato, futuro, avventura, mistero, codici segreti…insomma una rivelazione assoluta.

da non persere la serata di MARTEDI 27 APRILE,  quando in anteprima per noi meldolesi verrà presentato il romanzo e potremo chiedere finalmente a marino la genesi di questa avvincente storia. inoltre saranno presenti i gruppi  di rievocazione storica di gatteo( clikka qui) e castrocaro con costumi e ambientazioni templari d’epoca. e magari incroceranno le spade per qualche duello rievocativo.

insomma non mancate!!!!

3 pensieri riguardo “martedi 27 aprile…presentazione libro

  1. Miseria Matteo, ma quanto ti ha pagato per una recensione del genere?
    Quasi quasi mi hai convinto a venire anche se non è il mio genere 🙂

    Addirittura i figuranti in maschera, non oso pensare quanto costerà il libro … 🙂

    Saluti radiosi e grazie dell’articolo!

    "Mi piace"

  2. il libro è senz’altro una rivelazione, se pensi che spacciano molte opere di d. brown per dei capolavori.
    riguardo al genere, ti comprendo: è difficile andare a vedere un genere di fantascienza se non ti piace il genere, così come l’ambientazione medioevale…
    ma come diceva un famoso aforisma: per capire dove vogliamo andare bisogna sapere da dove siamo venuti. il mondo cavalleresco, la storia medioevale sono prima che una parte della nostra cultura un archetipo presente in ognuno di noi. mica erano dei cazzoni che andavano in giro con lo spadone tanto per fare. c’era un codice d’onore incredibile..e in oriente era la stessa cosa: hai presente il film l’ultimo samurai? rende abbastanza l’idea. ecco una cosa da studiare: come sia possibile che due culture agli antipodi abbiano creato uno stile cavalleresco con ideali e principi molto simili.

    "Mi piace"

  3. Intorno al medioevo ci sono tante fantasie e pregiudizi, in realtà era come adesso, solo che non c’era internet e la televisione e certi miti sono arrivati a noi senza alcun fondamento storico.
    Gli eroi erano pochi come pochi sono adesso!
    Il medioevo non è stato un periodo buio come ci veniva insegnato a scuola, ma neanche questa incredibile fucina di cavalieri senza macchia e senza paura!
    Sia nel cinema, sia nella letteratura, il medioevo è raramente trattato come un periodo storico, ma è preso spesso come spunto per rivisitazione di miti e per dozzinali film di cassetta!
    La storia è una cosa, il folclore un’altra!
    Scusate, ma amo troppo il medioevo per accontentarmi…

    "Mi piace"

Rispondi a age Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...