Rotatoria al monumento del partigiano e sottopasso ciclo/pedonale … una soluzione diversa … che ne pensi?

Riporto alla ribalta questo vecchio articolo del radioso, perchè le ultime notizie lo rendono quanto mai commentabile… (Giulia Ghini)

Pagine da Ras stampa 14 07 2010 meldola

Il momento non è dei più propizi per la morte del bambino falciato sulle strisce pedonali pochi giorni fa ma questo articolo l’avevo in gestazione già da diverso tempo ed è ora che provi a dire la mia.
Dopo una raccolta firme dei residenti nella zona di via Aldo Moro ed un incontro con l’amministrazione ed i tecnici della Provincia sulla nuova circonvallazione è stata accertata la necessità di creare un sottopassaggio pedonale/ciclabile proprio in prossimità del Monumento per poter permettere  ai pedoni/ciclisti di attraversare in sicurezza la  rotatoria che nascerà; è stata mostrata la soluzione proposta dalla provincia. (se continui a leggere Romeo ti stupirà! ndgg)
Premetto che non sono riuscito a partecipare all’incontro ma mi pare di aver capito che la soluzione prospettata fosse, in definitiva, l’unica. Guardandoci un pò con attenzione quello che emerge è che per chi vuole utilizzarlo la strada si allungherebbe di circa 150 metri … i vaghi ricordi d’infanzia di quando andavo alle superiori a Forlì e il vedere anche gli anziani che circolano mi fa pensare che quando la strada si allunga si tende a non utilizzarla ed a preferire la soluzione più breve e diretta anche se leggermente più pericolosa e, con le rotonde, la pericolosità per ciclisti e pedoni è altissima …
Incrocio nuova circonvallazioneOrbene mi sono fatto dare copia del progetto e ho provato a riportarci la soluzione che è stata attuata a Faenza dove non c’erano gli spazi per una rampa completa e tradizionale; scusatemi “l’artigianalità” della soluzione ma non ho proprio avuto tempo di metterla giù in autocad e così mi sono sbizzarrito con il vecchio righello e la maschera per cerchi … però penso renda bene l’idea. Per la cronaca il percorso celeste è quello proposto e studiato dalla provincia, quello in rosso sono le due soluzioni che ho prospettato io 8se ci fossero soldi non è male nemmeno la doppia soluzione così come progettato oppure se ne realizza una unica che è poi quella più o meno parallela a quella prospettata dalla Provincia.
Per non sembrare solo e semplicemente un bastian contrario ho anche fatto qualche ripresa video con il telefonino del sottopasso faentino … guardatevelo, uno è preso per un verso ed uno per l’altro e le ho fatte in giornate diverse ed una di queste aveva anche la neve come corollario.

Ora io sarei per capire se la cosa piace, se piace potremmo anche permetterci di segnalarla magari con una mail sia in provincia che in Comune, magari una mail ciascuno … ma prima commentate se per voi la cosa può stare in piedi …. Poi vedremo insieme come procedere ulteriormente. Magari segnalate la cosa ai residenti … che vengano anche loro a vedersela e ad esprimersi.

Saluti radiosiIncrocio nuova circonvallazione verso CONAD

Annunci

5 pensieri riguardo “Rotatoria al monumento del partigiano e sottopasso ciclo/pedonale … una soluzione diversa … che ne pensi?

  1. Anche io ne capisco poco di ingegneria, ma questa soluzione invita a stimolare i cervelli per trovare un’alternativa al progetto della Provincia, a mio avviso molto insoddisfacente e non risolutiva del problema dell’attraversamento su strisce. Su una questione come questa, dovrebbero prevalere le considerazioni sulla sicurezza delle persone piuttosto che i calcoli economici. L’idea della rampa circolare può risolvere il problema della mancanza di spazio per quelle tradizionali.

    Mi piace

  2. Sono d’accordo anch’io Romeo con la tua segnalazione.
    Chissà se alla fine è più dispendiosa dell’altra, ma anche se lo fosse, sarebbe – a mio modesto avviso – certamente la migliore.
    Ciao a tutti

    Mi piace

  3. Io invece non capisco perchè ci sia bisogno di un sottopasso.
    Mi sembra che una volta terminata la rotonda, i pedoni/ciclisti (nobile stirpe!) abbiano 2 soluzioni per aggirarla facendo un pochetto di strada in più.
    La prima, per andare diciamo verso la zona industriale, attraversare la strada sul passaggio pedonale a fianco del Conad, che mi sembra resterà e, la seconda, per andare verso il centro cittadino, andare su verso collefiorito e prendere la strada che sbuca al consorzio agrario.
    Non mi sembra così complicato…….
    Salut

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...