Resoconto Consiglio d’Istituto del 13/09/10

Ecco quello che mi sono appuntato …

1. Comunicazione del Presidente;
Sono arrivato che esavamo già a questo punto (18:15) ed ho capito che si sta organizzando una serata di intrattenimento musicale in cui si raccoglieranno offerte per l’acquisto di un Lavagna Interattiva per poter dotare anche le classi 5^ delle scuole primarie di lavagna interattiva, Renato se ne sta occupando.
2. Comunicazioni del Dirigente Scolastico;
La Dirigente scolastica ora si dovrà suddividere anche con Predappio, questo perché la legge prevede reggenze per i dirigenti anche di altre scuole. La reggenza non si può rifiutare e quest’anno 12 sono state nominate come reggenze e così si è perseguita la via del risparmio. La reggenza equivale a 350€ nette al mese (7/8 volte in meno rispetto al costo di un dirigente nuovo…). Sembra che ogni preside possa “raggiungere” max 1800 alunni.
Le classi sono parecchio numerose, materne con 25 bambini ed anche 29 bambini; una sentenza non vincola nemmeno + il numero dei bambini alla volumetria dei locali quindi si può raggiungere anche i 29 bambini pur avendo locali piuttosto “esigui”. La base di interesse per le materne si è allargata e quindi fra circa due anni nella primaria ci sarà il problema di riuscire a reperire gli spazi per fare 5 quinte (contro le 4 attuali). Ci sono circa 200 alunni su 920 non italofoni. Gli alunni della materna sono stati abbastanza distribuiti nelle varie classi. Per le seconde materne una sezione è al 70% di stranieri. Viene rilevato che per le materne non ci sono spazi comuni per attività di gruppo delle varie classi ed i bambini sono “costretti” alle attività in aula che con questi numeri è quasi da “pollaio”(riflessione mia). Si auspica nel coinvolgimento dell’Amministrazione comunale per cercare di coprire questi picchi di richiesta affinché ci si possa appoggiare alle limitrofe scuole e/o riuscire a ritrovare spazi e per questo si auspica uno specifico incontro con gli amministratori. La pensilina alle elementari manca ancora per problemi di fondi economici. Nell’organico di fatto per la scuola secondaria di primo grado (media) non è stato concesso l’indirizzo musicale ma si stanno studiando con gli insegnanti di strumento (Igor Buscherini) un progetto in rete con gli istituti per valutare se si riesce ad accedere a qualche finanziamento regionale per valutare l’avvio di un progetto musicale. Dal 20 Settembre Igor Buscherini sarà a Meldola quindi si inizierà a studiare come riuscire a far partire il corso per chi è rimasto escluso. Il Corso musicale già avviato richiede una tastiera con tasto bilanciato perché quella esistente non funziona bene. Parlando poi del “patentino” in terza media per la guida del ciclomotore viene spiegato che sul progetto gratuito avviato per il perseguimento di questo patentino su un totale di 24 ragazzi iscritti al corso, solo 6 hanno raggiunto l’obbiettivo ma nonostante questo si ribadisce l’importanza del corso e si farà il possibile per mantenerlo. Continua a leggere “Resoconto Consiglio d’Istituto del 13/09/10”

Annunci

Piedibus: non si potrebbe attivare anche a Meldola?

Ieri sera ho visto un bel servizio su un’emittente locale sull’avvio del Piedibus a Cesena. A me sembra una gran bella intuizione: centro storico meno congestionato dalle auto, aria più pulita, una bella e salutare camminata assieme agli amici prima di andare a scuola. Che ne pensate?
Mi piacerebbe confrontarmi con voi su questo.
Saluti a tutti
Elena

Fotovoltaico a Meldola … Ma senza togliere spazio all’agricoltura

Devo dire che il Regolamento per l’installazione degli impianti fotovoltaici nell’area del Comune che l’ultimo Consiglio Comunale ha votato all’unanimità è piuttosto importante perché, vedendo lo scempio che si sta perpetuando nei comuni limitrofi, cerca almeno di regolamentare un po’ i termini di queste installazioni.

Importante sicuramente mettere un limite alle installazioni nel territorio agricolo ottenendo importanti rassicurazioni economiche (scelte in forma di fidejussione bancaria in funzione dei kW installati in favore del Comune) che alla fine della loro vita tutti questi “parchi” fotovoltaici torneranno i terreni allo stato pre-esistente (o quasi).

Penso sia una dei primi Comuni che attuano scelte di questo tipo e per questo ancora più da prendere da esempio ma (e te pareva che non avessi un ma…) occorre anche guardare oltre e capire che altro tipo di incentivazione offrire perché è giusto, per me, che se da un lato pongo dei paletti, dall’altro pongo le condizioni per cercare di perseguire l’indipendenza energetica. ritengo che dovremmo continuare a  battere il chiodo finchè è caldo.

Come? Avanti con le idee … io esprimo le mie:

L’associazione dei Comuni virtuosi ha creato dei gruppi di acquisto fotovoltaico; tante amministrazioni pubbliche hanno poi collaborato attivamente su altre forme di incentivazione perché è giusto perseguire la salvaguardia del territorio ma anche cercare di incentivarlo a crescere e arricchire i suoi abitanti non solo di soldi ma anche di possibilità di lavoro e di “salute”.

Ora riporto alcuni link ad esempi di “gruppi” già avviati … diversi con licenza “creative commons” (significa in parole semplici che si può carpire e fare proprie le scelte fatte … e risparmiarsi di inventarsi nuove soluzioni… quanto tempo ci vuole a farlo?)

Provincia di Cuneo;

Comune di Castelleone;

Comune di Capannori;

comune di Vicchio (FI);

Provincia di Como;

Belluno e Treviso;

Legambente  Friuli;

Veneto;

Devo continuare?

Dimostriamo con i fatti che non vorremmo il nucleare per la nostra indipendenza energetica … già ne abbiamo abbastanza di nucleare a Meldola … o no?

Saluti radiosi

Codice della strada … OCIO

Mi sono letto un pò delle novità sul nuovo codice della strada (Legge 120/2010) ed un bella recensione dal sito dell’ADUC e devo veramente sottolinearne alcuni espetti salienti (più che altro per non dimenticarmeli 🙂
In pratica mi pare di aver capito che i punti della patente si sono fatti un pò secondari mentre ora le multe pecuniarie si fanno serie … parecchio serie e il fatto di poterle rateizzare (solo chi è “povero” però…) rafforza il concetto stesso della serietà delle cifre in gioco.
Sotto ai 21 anni non si deve guidare anche se si beve un bicchierozzo di vino … tolleranza zero.
Chi trucca i ciclomotori praticamente ipoteca le paghette dei successivi 5 anni e la guida con lenti è prevista anche nel patentino dei ragazzi … pensavo lo fosse già…
Qualche autostrada può elevare il limite ai 150 km/h ma chi si azzarda a superare i limiti oltre i 40 km/h (ma non oltre i 60km/h) si gioca da 500 a 2.000€ e da 1 a 3 mesi di sospensione di patente … e qualche effetto speciale anche per chi supera i limiti di oltre 60 km/h invece che arriva da 779 a 3.119 € di multa e sta senza patente da 6 a 12 mesi … Continua a leggere “Codice della strada … OCIO”