L’uomo che verrà

Ricevo e volentieri pubblico l’invito … spero poterci andare con i miei figliL_uomo che verrà.

Martedì 16/11/2010 alla casa del lavoratore alle 20:30 … staccarsi ogni tanto dalla routine può aiutare a ricordare meglio la propria storia!

Se poi volete maggiori informazioni sui contenuti leggete qui

Saluti radiosi

Annunci

Pannolini lavabili

Un bellissimo intervento di una cara amica inGASata che penso potrebbe accendere delle lucine a tanti …

E che cosa pensare se al Nido il Pulcino di Meldola si adottassero questi pannolini? e se se ne fornissero anche da portare a casa con servizio di lavanderia compreso nella retta (la lavanderia l’Istituzione ce l’ha e potrebbe magari essere occasione per far lavorare altri meldolesi … ).

Sono il solito sovversivo?

Saluti radiosi

I piatti del conforto: pasta e ceci.

Non è mai capitato a nessuno di voi di tornare a casa e pensare ad un cibo consolatorio?
Spesso sono schifezze, sacchetti di patatine, merendine, miscugli che in condizioni di lucidità mentale non degneremmo di un’occhiata!pasta-e-ceci
A volte ci vogliamo più bene e andiamo a raccapezzare nella memoria infantile, così saltano fuori i sedanini col burro e il parmigiano, la minestrina con il formaggino, la stracciatella d’uovo cotta nel brodo, i passatelli od una semplice fettina di pane abbrustolita con sopra un filo d’olio.
A prenderci sarà la voglia di consolarci, di coccolarci, come avrebbe fatto la nostra mamma quando tornavamo a casa da scuola stanchi ed affamati?
Sarà…Io mi consolo con pasta e ceci, è stata mia madre ad insegnarmi a cucinarla…
Faccio un piccolo soffritto di aglio, rosmarino e pancetta tritati fine fine in un filo d’olio EVO, poi aggiungo la patata tagliata a dadini e faccio rosolare. Quindi verso il brodo (va bene anche di carne leggero…).
Quando le patate cominciano ad ammorbidirsi butto i ceci lessati e la pasta tipo maltagliati.
Cotta la pasta, tolgo dal fuoco e, con estremo piacere…sbafo e ritorno bambina!

E per voi? Quali sono i cibi del conforto?

IL COMITATO DELLA VALLE DEL BIDENTE per l’Ambiente e la Salute

valbidenteCrediamo sia arrivata l’ora di presentarci: siamo un gruppo di cittadini e cittadine dei 4 comuni della Valle del Bidente (Meldola, Civitella, Galeata, Santa Sofia) che con tanto entusiasmo ed impegno vogliono dare il proprio contributo per affrontare i temi che riguardano la tutela e la salvaguardia dell’ambiente e quindi la salute dei cittadini. Prima di addentrarmi su qualche particolare, vi parlo di un paio di iniziative che ci riguardano. Come di certo ricorderete, grazie al contributo di ragazzi splendidi e volenterosi, pochi mesi fa sono state raccolte a Meldola 1654 firme per le tre proposte referendarie contro la privatizzazione dell’acqua. D’accordo con il Comitato Provinciale Acqua Pubblica di Forlì, intendiamo portare avanti questa iniziativa, non abbassando la guardia e l’attenzione sul tema. h20_volantino__corretto2E per questo vi informiamo su un paio di eventi che sono in programma nel prossimo futuro: il 18 novembre il Comitato Provinciale di Forlì (a cui aderiamo) ha organizzato un dibattito pubblico con Marco Bersani (che non ha niente a che vedere con il suo omonimo Pier Luigi) del Forum Italiano dei movimenti per l’acqua.
La seconda iniziativa si svolgerà il 4 dicembre: in occasione della giornata di mobilitazione mondiale per l’acqua, in tutte le regioni italiane sfileranno tutti i comitati e le associazioni che hanno aderito al progetto, per protestare contro la privatizzazione dell’acqua e per chiedere una moratoria sulle scadenze previste dal “decreto Ronchi” e sulla normativa di soppressione delle Autorità d’Ambito Territoriale. Se sei fra i cittadini che con coscienza hanno voluto aderire alla raccolta firme ed hai voglia di investire un pomeriggio del tuo prezioso tempo per un giusta causa, sappi che stiamo organizzando un pullman che parte da Santa Sofia alle 12-30/13.00 circa (con varie soste a Galeata, Civitella e Meldola) e dopo averci portato a Bologna per la manifestazione, ci riporta a casa per ora di cena (20.30-21.00). Se sei contrario alla privatizzazione dell’acqua e vuoi dar seguito con coerenza alla tua firma per la proposta referendaria, non esitare a contattarci.
Continua a leggere “IL COMITATO DELLA VALLE DEL BIDENTE per l’Ambiente e la Salute”

TRasporto pubblico Meldola/Forlì

Ricevo e volentierissimamente pubblico … vivo nella speranza di poter presto diventare un pendolare della corriera anche io 🙂

Ho rinnovato un abbonamento con ATR – AVM per recarmi al lavoro a Forlì. Ho già fatto presente all’azienda di trasporti la grave carenza di corse tra Meldola e Forlì specie nella stagione in cui le scuole sono chiuse. Ho inoltre chiesto se è possibile rivedere il percorso che da Meldola porta al centro di Forlì in quanto sono necessari oltre 35 minuti a causa del percorso contorto che supplisce alle carenze delle corse urbane. Ho inoltre fatto presente la grande difficoltà che esiste per il raggiungimento dell’ospedale civile Pierantoni Morgagni. Anche in questo caso esistono ben poche coincidenze tra la linea 96 e i bus 3 e 5 urbani in special modo nel periodo di chiusura scuole dove le corse vengono drasticamente ridotte. Si fa un gran prlare delle agevolazioni offerte a lavoratori e studenti e ci si accorge ben presto del sofraffollamento dei bus per studenti e della scarsità di corse per i pendolari lavoratori.

Vorrei sentire la voce di altri che utilizzano il mezzo pubblico e chiedere di creare un gruppo che proponga di rivedere l’organizzazione dei trasporti pubblici verso il capoluogo di Provincia e verso Cesena.
Grazie

E adesso vediamo se si fa sentire qualcuno … penso che chi ha fatto l’appello sarà sicuramente felice (Non lo cito perchè non so se voglia apparire o meno!)

Saluti radiosi

Natura matrigna…

il guado distrutto e la frana 2.11.2010 017il guado distrutto e la frana 2.11.2010 003

—————————————————————————————————————————————————————————–

Frana e crollo guado Cà Baccagli, courtesy of Pietro Venezia. Abbastanza impressionante, specia quella zolletta di terra sulla destra che io impunemente affrontavo a tutta velocità giocando coi miei figli a Overland!! Commentate voi che io ho già fatto abbastanza, dopo passo per vecchia rompiscatole e attaccabrighe, invece io non sono… vecchia!!

Da studiare e commentare (facoltativo)

Pagine da rassegna stampa 02 11 2010 meldolaCaro Michele, trovo questa pagina interessantissima per densità di temi dati sia dal tuo contributo che dall’accostamento dei due articoli, la sottopongo quindi alla chiacchiera del nostro bar virtuale (chiacchiera simpaticamente rivalutata da Zattini e Russomanno). Ci sono tante questioni che apri, ma a me quelle che colpiscono di più sono queste tre: 1. la rituale schermaglia tra sinistra e destra che mi ricorda la velocità con la quale si possono cambiar le cose: geologica. 2. Le tue parole “mentre a Meldola si discute di dettagli e folklore”. Grazie per averci definito “Meldola” ma a parte questo blog, davvero se ne discute? E poi grazie per averli chiamati folklore ma in consiglio son passati come cultura. Infine sono dettagli, sì, ma non trascurabili per la portata simbolica che tu stesso hai avuto modo di sottolineare. 3. “A qualcuno fa comodo che la gente non sappia”, e qui la vista dell’articolo sopra crea il diabolico collegamento. Ponte di Cà Baccagli inaugurato nel 2008 che non resiste a una piena del Bidente (capirai, è venuto giù lo tsunami!). Responsabilità attribuita alla calamità naturale, così non si fa torto a nessuno. Appena qualcuno accenna un “ma sarà mai pussèbil?” Venturi tuona. Ma se io votassi a Meldola vorrei sapere, nomi e cognomi, fatti, omissioni, se non altro per scegliere, la prossima volta, in modo informato e consapevole.