Fukushima … dietro le quinte non soffrono solo gli uomini!

Cari meldolesi, vista la mia professione vorrei farvi riflettere sui danni causati in questo caso agli animali dal disastro nucleare in Giappone, sapere che migliaia di animali (si parla di tremila mucche, trentamila maiali, 600mila polli e un numero imprecisato di animali domestici) sono morti e stanno morendo di fame e sete perchè rinchiusi nelle loro stalle senza che l’uomo li possa accudire mi fa rabbrividire solo al pensiero, i maiali ed i polli si saranno scannati tra di loro prima di cedere, tra urla devastanti e scene orride, mi immagino la puzza, i vermi, i liquami che verranno fuori da quelle migliaia di carcasse, tonnellate di carne putrida lasciata all’aria aperta senza poter essere seppellita, i cani che si avventeranno su ogni cosa per placare la fame. Le vacche sono lente a morire e quelle ancora vive staranno raspando con le zampe, stese a terra, fino a sanguinare riempiendosi di piaghe da decubito visto il loro peso. La mancanza d’acqua e cibo porta tra le prime conseguenze all’aborto, quindi centinaia e centinaia di feti staranno marcendo al suolo tra placente, urine e feci. Cari amici fate una breve riflessione su questo, cosa per altro semplice per chi ha e conosce gli animali.

saluti Pietro

Annunci

Finalmente in libreria

Ciao a tutti! Spero vi farà piacere sapere che, dal 9 maggio, il mio romanzo Giovanna e la tempesta verticale sarà in libreria con una prefazione di Davide Rondoni, edito da Foschi Editore. Al link che avete appena superato si arriva alla scheda del libro e anche a una preview di una trentina di pagine. Un grazie speciale a Mario Russomanno, Renato Cappelli, Elena Zaccheroni che hanno permesso quella bella serata che alcuni di voi ricorderanno (qui il resoconto di Romeo), quando il romanzo era un pionieristico print-on-demand su Lulu.com. E’ anche per merito di quell’incontro se l’editore mi ha concesso il beneficio del dubbio e forse anche la sua fiducia. Grazie ancora a tutti, il mio blog è sempre qui.