Resoconto Consiglio d’Istituto di lunedì 23 Gennaio 2012

Torniamo (dopo una mia lunga assenza anche al consesso dovuta essenzialmente a motivi lavorativi) a quello che non può definirsi un resoconto ma una semplice stesura di appunti relativamente alle riunioni  del Consiglio d’Istituto. Non vogliatemene per l’Italiano e soprattutto se ci sono dubbi nell’interpretazione non fatevi voli pindarici e chiedete … posso approfondire meglio 🙂

Si valutano le previsioni delle iscrizioni e l’organizzazione dell’anno scolastico dell’anno successivo.
Come scuola dell’Infanzia i nati nel 2009 sono 88 da cui vanno sottratti i bambini che vanno alla Mons. Lega (mediamente 20 bambini circa). Il girotondo avrà due sezioni con un bambino “certificato” (quindi sezione più contenuta) quindi in base alla certificazione si potrà vedere quanto ridurla. Come classi quindi si avranno: 1 per Girotondo da 28/29 bambini, un’altra uguale al giramondo ed una contenuta per il girotondo (con il bimbo “certificato”. I nati nel 2010 sono 114 quindi ci sarà un buon balzo avanti quindi si ipotizzava di anticipare qualcuno al prox anno per ridurre la pressione forte dell’anno successivo che creerebbe qualche problema. Un bambino piuttosto grave che dovrebbe passare alle Primarie su richiesta della famiglia si ritiene giusto trattenerlo al Giramondo rimettendolo nella classe dei 4 anni. Il post-scuola si offrirà anche il prox anno
Criteri di assegnazione:

  1. presenza strutture adeguate all’attività didattica
  2. Valutazione disponibilità di posti a norma di legge ed a delibera del collegio;
  3. Residenti a Meldola;
  4. Alunni affidati ai nonni residenti in Comune ed i cui genitori risiedono fuori;
  5. Accoglimento con riserva entro il 30 aprile con priorità all’età di nascita di anticipatari.
  6. Ricongiungimento dei fratelli
  7. Equa distribuzione dei bambini non italofoni cercando di rispettare la % del 30% per classe;
  8. Omegeneità numerica tra le sezioni,
  9. Stradario
  10. Richieste famiglia

In caso si distribuzione non uniforme si provvederà ad una ulteriore riunione con i genitori e se non si trova l’accordo allora si farà sorteggio.

Per la Primaria sono in 103 + 2 anticipatari si arriverebbero a 4 classi con 27 bambini, un 6-7 % mediamente ogni anno va in altre scuole. L’offerta sarà sulle 27 ore dalle 08:10 alle 12:40 ed un tempo pieno. Anno scorso sono stati realizzati due tempi pieni ma quest’anno sarà dura se non ci sono conferme di disponibilità dal Ministero (sull’organico di diritto si saprà solo a fine marzo – primi di aprile) anche se facendo i conti sulla Legge vigente (di Brunetta + Tremonti + Gelmini) in base a come è strutturata la primaria si perderebbe una risorsa, sperando che possano quindi riconoscere il tempo pieno che è stato fatto eccezionalmente sulle prime attuali.
Si valutava, anche di poter togliere alla prox 5^D un pomeriggio per recuperare alcuni bambini magari che necessitano di incontri più personalizzati, si valuta di fare un sondaggio con le famiglie interessate.
Poi si discutono i criteri di suddivisione che ricalcano a grandi linee quelli dell’anno precedente.

Secondaria di primo grado: 89 bambini nati nel 2001, si prevedono 4 prime. Il collegio Docenti ha espresso la richiesta di proseguire con il tempo prolungato almeno su una classe (quest’anno c’è solo sulla seconda e sulla terza (sulla prima non è stato concesso per il famoso “contenimento dei costi”). Con il Provveditorato c’era l’accordo di non cassarlo definitivamente pertanto si proverà a vedere l’interesse dei genitori. Il Collegio docenti ha anche richiesto l’indirizzo musicale (attualmente c’è solo la terza), sono stati coperti con bandi della Provincia alcuni corsi aggiuntivi per i ragazzi più interessati e il Consiglio d’Istituto lo chiederà.

Furti in classe alle secondarie, sembra che ogni tanto questi eventi si ripresentino. La Direttrice Didattica spiega che dopo i ripetuti piccoli furti (qualche euro al massimo) avvenuti in una classe anno scorso ed a seguito del furto di un cellulare intervennero i Carabinieri che fecero un azione educativa molto importante; in altro caso sono stati organizzati due incontri con i genitori affinché potessero dare collaborazione per poter avere magari qualche nome su cui approfondire. Quest’anno ci sono stati ad ora 3 piccoli furti, al secondo furto la Preside è andata dai Carabinieri relazionando sui furti che si sono susseguiti nel tempo partendo dal precedente anno. I Carabinieri stanno chiamando i genitori dei bambini interessati dai furti per capire se sporgevano o meno denuncia ma senza prove e senza denunce i Carabinieri possono fare ben poco oltre alle consuete azioni educative. Nella classe interessata quest’anno dai furti (che è diversa da quella di anno scorso) al Consiglio di classe si è discusso degli eventi cercando di individuare il migliore intervento da fare. Tutti gli insegnanti interessati hanno espresso parere univoco di prendere la cosa con le dovute attenzioni e in modo molto tranquillo perché la classe ha alcuni bambini molto sensibili che potrebbero anche risentirne. Una mamma ha anche richiesto alla Preside di intervenire comunque per cercare di far vedere che il furto “non deve passare”.
Si propone di far intervenire un membro delle forze dell’ordine in divisa che spieghi che cosa significa il furto, prima se ne parlerà con il consiglio di classe per sottoporlo a loro e vedere il prosieguo.
Alle 19:40 circa si conclude la serata.

Saluti radiosi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...