Mio resoconto incontro Comitato Mensa COMEDA del 15/03/2012

Milillo fa una rapida carrellata sul servizio mensa. Consegna a tutti i presenti un po’ di documentazione come materiale formativo ed informativo.
Si fa una rapida presentazione del lavoro del COMEDA (COmitato Mensa ed EDucazione Alimentare) e del processo che negli anni (un cammino di circa 12-13 anni) ha portato ad avere nella tavola dei nostri figli non solo prodotti certificati biologici ma soprattutto locali creando così indotto e permettendo di creare ricchezza localmente. Ora siamo a circa il 70% di prodotti locali di questo tipo: Verdura, frutta, carne, parmigiano, pasta. Tutto questo senza aumentare sensibilmente costi del pasto e senza gravare in modo pesante sulla collettività con stanziamenti dall’Amministrazione ridotti e mirati (si annovera ad esempio il progetto delle stoviglie compostabili ma non solo) e grazie principalmente a economie di scala ed aumento del numero di pasti preparati.
Si evidenzia, e si conviene fra i membri del COMEDA, l’importanza della formazione della “cultura” alimentare e si sottolinea come la vera Cultura sia fatta un singolo passetto alla volta e il contributo degli insegnanti nei vari cicli di studio è fondamentale.
Si rammenta come il progetto frutta a merenda per i bambini delle Elementari fosse partito prima di altri plessi e di come ora si sia poi “consolidato” e tutta la primaria (Scuole Elementari) oramai per due giorni a settimana abbia questa importante occasione di far riscoprire ai ragazzi il sapore della frutta di stagione. La frutta come merenda è un esempio di educazione. Attualmente le due giornate di frutta vengono distribuite in questo modo: 1 volta la frutta viene messa negli zaini dai genitori ed una volta fatta trovare a Scuola dall’Istituzione; per il prossimo anno si vorrebbe proporre di passare a due volte la frutta da casa, com’era in passato; questo cercando, con il risparmio derivante per l’Istituzione, di andare ad incidere su qualche altro prodotto del restante 30% ancora non bio e non locale. Si sottoporrà al Consiglio d’Istituto questa proposta affinche possa essere giustamente discussa anche in quell’occasione e affinchè possa essere assolutamente incentivata e fissata nel programma didattico futuro.

Milillo ha già avviato dei progetti di educazione alimentare per la scuola primaria (Elementari) che, oltreché essere stati integrati nel POF dell’Istituto Comprensivo (come ci rammenta Maestra Paola Bertaccini), è appunto a “passi successivi”; è partito con tutte le classi prime del passato anno scolastico e ora passerà alle seconde ed il COMEDA riterrebbe importante cercare di non abbandonare le nuove classi prime per arrivare, nel giro dei 5 anni, ad avere TUTTI i bambini delle Elementari più consapevoli dell’importanza dell’alimentazione nella loro vita ma Milillo sottolinea come lei da sola non riesca a reggere un estensione del progetto del genere ed una sua così capillare estensione quindi il COMEDA si farà portavoce di cercare di coinvolgere altri attori in questo delicato compito educativo e cammino di consapevolezza.
Il Vicesindaco Vallicelli suggerisce di coinvolgere il Consiglio d’Istituto in questa opera di diffusione delle informazioni pertanto l’idea verrà portata anche in tale contesto.
Siccome il tasso di tumori è innegabilmente in Emilia Romagna tra i più alti d’Europa (complice sicuramente l’alto tasso di fertilizzanti e trattamenti chimici in agricoltura) Pietro Venezia sottolinea l’importanza di non fare sconti sul discorso della certificazione biologica in favore di un più generico “km zero” o di prodotti da “lotta integrata” in quanto oltre all’educazione alimentare anche quella ambientale ci permetterà di non andare a popolare l’IRST locale. Spiega che la carne che arriva nelle tavole dei nostri figli proviene ora da un Consorzio di allevatori di Civitella che lui stesso ha seguito nella sua nascita, questa nostra mensa assieme anche ad altre del territorio, sono così riuscite a far ripartire allevamenti che erano chiusi ed in declino con nuovi stimoli imprenditoriali e di “sopravvivenza” dell’indotto.
Purtroppo questo importante progetto di stagionalità può significare che ci si ritrova spesso in inverno gli stessi tipi di verdura il che, di fatto, risulta di difficile comprensione per i genitori ma il COMEDA ritiene che non si debba abbandonare una via tanto importante!
Ora una serie di obbiettivi per il futuro che il COMEDA condivide ed abbraccia:

  • Tornare a presentare il servizio mensa ed il COMEDA ad ogni inizio d’anno scolastico alle riunioni che si fanno con i genitori in cui si vorrebbe presente un membro del COMEDA ed uno dell’Istituzione per spiegare il servizio mensa e questo a partire dal prossimo anno scolastico;
  • Aggiornare l’opuscolo che veniva consegnato ai genitori ad ogni inizio d’anno e tornare a distribuirlo integrato con anche la carta dei servizi integrandolo con le ultime “conquiste” affinché i genitori possano perlomeno ricevere informativa del servizio (qui anche i genitori membri del COMEDA si offrono di aiutare per la sua rielaborazione e per la ricerca di eventuali sponsor disponibili a contribuire al costo dell’operazione;
  • Difendere e consolidare il progetto della frutta a scuola aiutando gli insegnanti ad “istituzionalizzarlo” magari con una sorta di premiazione dei ragazzini più assidui e “continui” nel far merenda con frutta almeno due giorni la settimana,
  • Consolidare il progetto didattico che vede, solitamente dal mese di maggio fino a fine scuola, una serie di interventi alle scuole primarie cercando di coprire gradualmente l’intero ciclo scolastico (le 5 classi) delle scuole primarie,
  • Creare le condizioni per affiancare Milillo nell’opera di educazione alimentare alle elementari perché diventa insostenibile fare tutte le classi nuove e continuare con le esistenti;
  • Re-istituire il corso di formazione ed educazione alimentare per genitori a fine anno scolastico per avvicinare i genitori a questi temi e renderli consapevoli dell’importanza dell’alimentazione e della dieta mediterranea magari inserendo in questi incontri i preziosi contributi di medici, nutrizionisti, esperti e personalità “conosciute” e che possono attirare un maggior numero di genitori a partecipare

Verso le 19:45 si vanno poi a degustare i piatti che maggiormente sono sotto inchiesta e di cui alcuni genitori hanno addirittura richiesto la rimozione dal menù (che comunque è e resta un menù “omologato” e accettato dalla AUSL) a causa dello scarso gradimento:

  • Passato di legumi e passato di fagioli cannellini,
  • Pasta al pomodoro e pasta alle verdure,
  • Pollo in trancetti alle mandorle e fesa di tacchino,
  • Insalata, frutta di stagione (agrumi, mele e pere con qualche banana)
  • Infine è stato assaggiato anche un dolcetto finale di nuova ideazione e veramente squisito.

Anche in questa fase abbiamo continuato a discutere tra di noi riconoscendo che la vera educazione alimentare parte dalle abitudini che vengono date a casa ai nostri figli che non accettano alcune ricette solo per il colore o per la non abitudine a mangiare certi tipi di pietanze e riconoscendo alla mensa ed agli insegnanti dei fondamentali alleati per consapevolizzare i nostri ragazzi ad una sana e nutriente dieta alimentare!

Saluti radiosi

Annunci

2 pensieri riguardo “Mio resoconto incontro Comitato Mensa COMEDA del 15/03/2012

  1. Grandi, bravi, eccellenti. Continuate così.
    La mia opinione non conta niente, ma sottoscrivo tutti gli obiettivi per il futuro.
    Per me è molto importante educare i genitori, sono loro purtroppo l’anello debole del sistema.
    Ed è il compito più difficile da svolgere.
    Ancora tanti complimenti agli insegnanti ed ai genitori del COMEDA.
    Massimo.

    Mi piace

  2. Assaggiate le lasagne vegetariane!!!

    Almeno chiamatele diversamente!!!

    La difesa dell’alimentazione corretta è anche conservare la tipicità dei piatti.

    I piatti compostabili sono molto meglio dei famosi piatti di ceramica riciclabili ad ogni pasto….?!?!?!?

    Qui ci vorrebbe una vignetta di Miguel!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...