Resoconto Consiglio Comunale 29/04/2013

consiglio-comunale-002Era un po’ che mancavo e non facevo resoconti dei lavori del Consiglio (08/04/2009) e devo dire che da allora le caraffe sono rimaste di vetro e con acqua rigorosamente “del Sindaco” … i bicchieri però sono di plastica usa e getta …

Sul sito del Comune dopo 3 minuti di ricerca (massimo concedibile…) non sono stato capace di trovare l’ODG ufficiale della serata … quindi metterò quello che sono riuscito a capire e trascrivere…

Giusto per spiegare che questo non vuol essere un resoconto esaustivo anche perchè è praticamente impossibile stare dietro e riportare tutto quindi chiedo scusa a chi ho talmente sintetizzato il pensiero da stravolgerlo … d’altronde la piattaforma è aperta quindi auspico che dica qualcosa. Altra cosa, per sopravviere ho un lavoro che mi fa alzare la mattina alle 05:05 quindi poco dopo mezzanotte me ne sono dovuto andare… e mi sono perso tutto il resto

Comunicazioni del Sindaco:
Preannuncia che verrà avviata la prima commissione consigliare per la modifica dello Statuto Comunale per quanto attiene le pari opportunità (dovere di legge) e per quanto attiene l’acqua bene Comune.
Il Comune di Meldola (assieme a Bertinoro e Forlimpopoli) ha scelto la sig.ra Alessandrini Quale membro del Consiglio della Fondazione della Cassa dei Risparmi.
Sindaco spiega che c’è una disponibilità (Dal Comitato Valbidente) a effettuare riprese dei Consigli Comunali e renderli disponibili in dstreaming gratuitamente e che la cosa dovrà essere valutata per la eventuale pubblicità che può essere inserita alla cosa. Penso significhi che dovrà passare in apposito ODG.
Consigliere Sangiovanni Annalisa propone una proposta di deliberazione per devolvere il gettone di Presenza per finanziare il Monumento al Carabiniere alle porte di Meldola.
Consigliere Pellegrino chiede un minuto per l’incidente sul lavoro molto grave ai 370 lavoratori e lavoratrici morti in Bangladesh di recente e per l’attentato di Boston che viene concesso e attuato.
Consigliere Bertaccini presenta un ODG per le bacheche sotto i loggiati per il prox ODG.
Consigliere Vaienti propone per un ODG al prox Consiglio Comunale su raccolta differenziata spinta porta a porta per Meldola. Oltre a consegnare l’ODG omaggia il Sindaco del libro “Energia oggi e domani”.

Verbali seduta precedente approvati a unanimità escluso Pellegrino Astenuto (era assente);

Bilancio Istituzione Davide Drudi – relatore Ass.re Cicognani.
Si propone un Bilancio con avanzo di 120.000€ (grazie a Risparmi e Farmacia Comunale). In Commissione il bilancio è stato sviscerato a fondo. Dal 2010 la Mensa delle scuole è passata da 4,28 a 4,43 fisso dal 2011 fino ad oggi. Il Trasporto scolastico nel 2013 ha rimasto lo stesso prezzo del 2009 (200€).
Il Nido costava da 150€ a max 500€ nel 2009 e così è rimasto. Il Centro estivo Elefantino bianco anch’esso non ha aumentato i prezzi.
Nel 2013 l’ISSD come rette per gli anziani ospiti è su 15 altre case di riposo l’ultima come rette mentre all’insediamento di questa Amministrazione era al 10^ posto.
Bertaccini preannuncia il voto contrario sottolineando la difficoltà di poter esprimersi in pochi giorni su un documento così complesso. Sottolinea come il 6^ piano sia ancora vuoto quindi la scelta fatta per quello è stata sbagliata. I Trasferimenti del Comune verso l’ISSD sono cospicui e ragione forte dell’avanzo che è maturato all’ISSD.
Quando si parlò di Casa della Salute si era scelto di concentrarsi sul Palazzo Orsini; che cosa si sta facendo per far convergere su questa struttura tutti i servizi della salute?
Cicognani: evidenzia che i trasferimenti del Comune all’ISSD sono calati, il 6^ piano dell’ISSD è affittato ad una cooperativa che lo gestisce dando risposte ai cittadini. Prima di questa amministrazione l’AUSL sfruttava i locali gratuitamente (e attualmente paga affitto). Sottolinea come l’Amministrazione attuale non si sia mai espressa sull’univocità di una sede per la casa della Salute. All’ISSD sono stati fatti diversi interventi di riqualificazione, ricostruendo anche la camera mortuaria e altri interventi.
Fabbri: votare contro un bilancio del genere non è il massimo visto gli importanti risultati ottenuti
Sindaco: Riconoscenza per il Presidente dell’ISSD, molti Comuni discutono di eliminare dei Servizi mentre Meldola oltre a mantenerli non aumenta nemmeno le rette. Le rette per la casa di Riposo sono effettivamente importanti ma essendo quelli con la retta più bassa ed avendo un 80-90% degli ospiti che si sono espressi positivamente sulla qualità del servizio offerto ritiene che sia un ottimo risultato. A Predappio la mensa di Meldola si è allargata rilevando l’appalto alla CAMST con grande gradimento anche del Sindaco di Predappio in merito alla qualità del servizio offerto. Meldola ha 139 posti protetti all’ISSD e ci sono servizi anche migliori rispetto a case di riposo Blasonate (Zangheri, ecc.). Rileva che avere i medici di Famiglia concentrati in un posto in centro a Meldola è ben visto dai cittadini. Auspica di spostare il centro della cultura all’ex macello che questa Amministrazione è riuscita a mantenere in piedi.
Bertaccini: ribadisce la partita persa nel 6^ Piano dell’ISSD e apprezza l’apertura del Sindaco ad una sede unica per la casa della salute ma se i tempi sono quelli dell’ex macello teme siano a lunghissima “gittata” . Ricorda che questa maggioranza riconosceva al’ISSD il ruolo di “catapecchia”.
Maglioni: Mai nessuno ha dato della catapecchia all’ISSD
Sindaco nuovamente ribadisce di aver accettato la cooperativa al terzo piano per risolvere un bisogno esposto dal Comune di Forlimpopoli in Conferenza dei Comuni di trovare una sede ad una cooperativa che era in forte difficoltà.
Fabbri: purtroppo aver speso i 600.000€ della nevicata eccezzionale ha spostato anche l’intervento all’ex macello
Portato ai voti: Contro tre dell’opposizione (Paglia, Bertaccini e Vaienti)

Rendiconto di Gestione 2012 – relatore Ass. Marchi Piergiuseppe
Le finanze del Comune nel 2012 è stata particolarmente martoriata, 560.00€ se ne sono andati con la nevicata eccezionale con contributo Regionale a soli 43.000€. Nonostante questo le finanze sono state risanate. I cittadini di Meldola vanno tranquillizzati perché agli Amministratori non sono state corrisposti rimborsi spese. Le spese di rappresentanza sono poco più di 1.900€. Il Patto di stabilità ha creato notevoli difficoltà nei pagamenti e, nonostante Meldola sia considerata virtuosa, non permette di riuscire a sbloccare i pagamenti dei propri debiti. Oltre 2 milioni di € sonoi nelle casse ma non si possono spendere (per quanto ho capito…). I primi anni dell’Amministrazione sono stati spesi quasi tutti i soldi nelle strade extraurbane, si sta dando nuovo vigore agli impianti sportivi. Nel 2013 si interverrà su via Cavour per la pavimentazione, La Rocca ha continuato a ricevere parte del bilancio e dal giugno 2009 a dicembre 2012 sono stati rimborsati mutui per 2.800.000€ mentre sono stati accesi mutui per circa 1.100.00€
Il gettito IMU è stato maggiore di 27.000 € rispetto al previsto (su 2.400.000€ circa). Il costo del personale è calato di 58.000€ circa portando avanti il lavoro con chi è rimasto senza reintegrare chi se ne è andato in pensione.
Proventi da addizionale IRPEF calati di circa 9.300€ per il Comune. Per i parcometri 88.000€ incassati, 111.000 € di affitti, Hera ha rimborsato 59.000€ circa per i canoni. Dividendi di HERA, sono stati incassati 198.000€.
Sono stati spesi 10.000€ per gli avvocati.
Alle scuole sono andati per manutenzione, ecc. circa 321.000€. Spesi 241.000€ per illuminazione pubblica. Per il Sociale sono stati destinati 920.000 € circa.
Sono stati accantonati anche fondi per l’apertura di nuove attività.
Il Sindaco spiega che nessun Amministratore è stato rimborsato di alcunché, le aliquote IMU prima casa sono far le più basse. Le sanzioni della P.M. e i parcheggi sono stati monetizzati molto diversamente rispetto a prima togliendo all’ATR il servizio. L’indebitamento del Comune è stato sensibilmente ridotto. Quando si amministra occorre usare il buon senso del padre di famiglia puntando a non tagliare su Cultura, sport e servizi sociali. Sono state abbattute barriere architettoniche, si sta predisponendo rifacimento pavimentazione dell’area sportiva eliminando i sostegni telecom presenti (a spese del Comune) e si porterà la fibra ottica negli stadi. L’addizionale IRPEF del 3 per cento è fra le più basse della zona. La tariffa dei rifiuti è stata ridotta grazie all’intervento dell’Amministrazione Comunale. A giorni si dovrebbe definire la sentenza Petrungaro che sarà lo spartiacque dell’Amministrazione e che ci provoca grossissime difficoltà a trovare una Assicurazione. Anno scorso le coperture sono praticamente raddoppiate e una sentenza come la Petrungaro e alcune altre richieste risarcitorie in sospeso spaventano qualsiasi compagnia allontanandola.
Bertaccini: All’insediamento di questa Amministrazione pareva ogni giorno che si dovessero portare le chiavi della Cassa comunale al prefetto per la bancarotta mentre ora si apprende che Meldola è virtuosa quindi forse era un pò esagerata la prima impressione e un grazie va dato anche a chi c’era prima. Le operazioni rimarcate dal Sindaco per i parchimetri, i rifiuti, ecc. sono cose intelligenti e l’opposizione le riconosce volentierissimamente. Evidentemente quando si giocarono le partite con con la Comunità Montana le condizioni erano diverse e se le cose sono cambiate è sicuramente merito anche dei tempi maturati per il cambiamento. Visto che molti comuni anche a noi attigui pensano ad associazioni/fusioni o collaborazioni maggiori sollecita anche questa Amministrazione a ragionarci per partire da posizione di forza. Bene ridurre gli interessi sui mutui, bene avere le migliori strutture sportive della zona (che sono stati bene o male ereditati…) bene ultimare i lavori alla palestra (anche se non nei tempi promessi in campagna elettorale…) ebbene tutti questi fiori all’occhiello sono frutto degli investimenti del passato oltre che di quelli della attuale amministrazione. L’Irpef è da sempre tra le più basse (e lo era anche prima). Bertaccini si augura che l’IMU si “ristrutturi” in maniera più equa “rimanendo” maggiormente nel territorio. Il voto sarà contrario. CHiede anche in merito ai lavori di via Cavour: visto che si chiuderà mezzo borgo, si è pensato a dove parcheggiare in quel periodo?
Ass.re Cicognani: i parcheggi non si inventano … vista l’area della piscina sempre vuota e visto quanto lontano si parcheggià quando si va a forlì si dovrà fare un pò di strada a piedi … rammenta a Bertaccini che tra le eredità c’è anche la pavimentazione di via Roma …
Maglioni: ringrazia Maria Vittoria Martignano e il suo ufficio e l’assessore al bilancio.
Fabbri: Non avevano avuto grandi esperienza amministrative precedenti, ricorda che i mutui della precedente amministrazione erano a volte non finalizzati (???) e il palazzetto è stato preso in condizioni veramente precarie … Insomma questa Amministrazione ha lavorato come il buon padre di famiglia fa a casa sua.
Sindaco: La precedente Amministrazione era molto più brava a spendere i soldi. Si pagavano fior di affitti e questa Amministrazione ne ha disdetti tanti per passare a sfruttare maggiormente i propri immobili; in Comunità Montana si è imposto ed ottenuto che nella divisione dei soldi si tenesse conto sia dei km quadrati che degli abitanti (gli abitanti non erano considerati prima…). Le eliocopie sono state praticamente azzerate, all’avvocato l’emolumento è stato particolarmente ridotto, la UIL aveva posto Meldola al primo posto come spesa politica, posto che ra tocca ad altri; un ponte appena fatto è stato ripreso perché inagibile spendendo parecchi soldi, gli appalti erano riconfermati senza mai confrontarsi con il mercato e la prima volta che si fatto una gara da 170.000€ si è passati a 100.000€; l’auto blu è stata è stata rottamata come primo atto. Le strade Comunali non vedevano manutenzioni da tempo ed è stato richiesto ad Hera di intervenire sui suoi precedenti scavi permettendo di rifare ottimi interventi significativi senza spese ulteriori. L’eredità delle aree sportive è stata composta anche da una ditta di Ceppaloni che per fortuna è fallita permettendo di riuscire a rivedere l’appalto e portando a termine i lavori. Via Roma è un’altra eredità invereconda per la pericolosità che ha. Verrà lasciata una situazione senza scheletri nell’armadio, non accordi verbali ma solo scritti. Una esperienza governativa che dura troppo purtroppo fa risentire nella qualità del governo. Meldoola è capofila nelle modifiche organizzative che avverranno. La politica delle fusioni gli ingenera perplessità ma ha la massima apertura nella valutazione. Civitella Galeata e S.Sofia ricevettero 750.000.000 £ per la loro fusione ma …. Finiti i soldi … finito l’amore. Occorre una via culturale, di progetti comuni e di unità per unire comuni! Le spese vanno fatte in ottica di sostenibilità futura.
Bertaccini riconosce che se ci sono cose buone è giusto farle. Sottolinea che se c’è il bechè minimo dubbio sulla ditta di Ceppaloni  è meglio procede per vie giudiziarie con opportune denunce. Siccome l’Amministrazione attuale lascerà condizioni migliori ma il punto e la sfida politica vertirà sul peso che potrà avere meldola nelle fusioni future tra le amministrazioni invita a non perdere il treno. La Comunità Montana nasceva per portare all’unione dei Comuni e per questo si deve andare oltre. I Bandi europei sono fatti per realtà più grandi di Meldola e per poterci partecipare occorre valutare questa fusione seriamente perché solo così possiamo pensare al futuro e non solo economico ma anche su aspetti sociali, produttivi, umani. Sfide come il porta a porta saranno sicuramente da affrontare a testa alta e con ruolo di primo piano. Per la lungaggine parte un battibecco con Sangiovanni.
Pellegrino: Invita a individualizzare eventuali comportamenti irrispettosi di consiglieri individuandoli e non generalizzando. Partecipando alla Comunità Montana riconosce che la stessa sta lavorando su un bando europeo e teme che anche questo porti a quanto già accaduto con il tentativo di unione dei comuni dell’alta val Bidente.
Vaienti: Non si può basare tutto su discorsi economici e si è richiesto di fare un’assemblea con qualche esperto e magari l’assessore Provinciale per rivolgere i dubbi e le richieste di chiarimento e poter approfondire al meglio i dubbi sul tipo di raccolta dei rifiuti.
Sindaco spiega che Ceppaloni  non voleva mettere in dbbio l’intergità dlele precedenti Amministrazioni ma era solo per sottolineare il loro impegno a cercare di far lavorare al più ditte del territorio che danno risposte sicuramente più celeri.
Voti contrari (Bertaccini, Paglia e Vaienti).

Punto all’ODG che non ho capito bene ma riguarda una sorta di voto obbligato.
I comuni sopra ai 5.000 abitanti devono esprimersi. La forma di committenza ha un costo dell’1% e il Comune di Meldola aderisce nelle forme e nei modi che ritiene utili per la propria amministrazione.
Bertaccini riconosce che il sistema adottato è positivo
Ai Voti: Unanimità.

Ampliamento nuovo polo oncologico Romagnolo: ASS.re Giunchi
CI si deve esprimere per deliberare permesso di costruire in deroga dell’IRST per ampliamento (1937 mq) un piano in più e una deroga su area parcheggi.
Bertaccini: Ampliamenti dell’IRST sono auspicabili vista l’area oramai satura, e visto che l’IRST avrà bisogno di spazi sarebbe bene iniziare a riflettere su cosa si farà. Si rinnova la richiesta di invitare il quadro dirigenziale dell’IRST in specifico Consiglio Comunale
Sangiovanni: Basterebbe che Bertaccini presenziassi alle commissioni urbanistiche e diversi punti sono stati discussi e chiariti
Bertaccini: non avendo bisogno del gettone di presenza non verrà in commissione fino a quando non ne sentirà il bisogno….
Sindaco: il 09 maggio dinanzi all’assemblea dei soci IRST si darà il via libera al progetto “S.Giuseppe” mettendosi al passo con il futuro con spazi per il day hospital e ospitare gli accompagnatori degli ammalati. IRST ha già acquistato un lotto attiguo e valuta ulteriori acquisti. La cittadinanza dopo una iniziale fase di dubbio ora ha capito cosa implica e i ragazzi delle scuole medie vanno in visita all’IRST per toccare con mano come funziona e alcuni si sono proposti per tornarci da adulti a fare i ricercatori. Il fatto che il Comune di Meldola diventi socio dell’IRST con l’1,87% sarà da discutere prossimamente ma pare ci siano problemi ad esserci per un Comune come il nostro (se ne sta occupando).
Maggioranza approva.

Variante normativa al RUE.
Approvare la delibera per la ricostruzione dei ruderi permettendo miglioramenti di abitazioni rurali e per ruderi di allevamenti permettendo di fare demolizioni e ricostruzioni ed ampliamenti del 20% delle superfici per il benessere animale con conseguente aumento dello spazio per capo per cui restano praticamente invariati le capacità. L’Arpa ha fatto osservazioni nel merito ad una tipologia di piante di protezione nell’area.
Bertaccini: favorevole come opposizione per riuscire anche a permettere a chi ha voglia di investire nel territorio sburocratizzando al massimo.
Pellegrino: Contrario non per i ruderi abitativi ma per le attività zootecniche che andrebbero valutate con attenzione in ogni singolo caso.
Fabbri: avendo avuto poche osservazioni dalla cittadinanza si pensa sia un buon intervento.
Sindaco: Sostanzialmente non si può dire no perché è praticamente una sorta di imposizione della comunità europea
Sangiovanni: l’assenza alle commissioni urbanistiche purtroppo provoca questi dubbi

Si sospende verso le 00:05 la seduta e qui … io me ne vado … spero che chi sia rimasto continui 🙂

 

Saluti radiosi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...