Non si fanno profitti sull’acqua!

Qesta è una storia che ci riguarda da vicino … consiglierei di leggere e ragionarci su …

Campagna_di_obbedienza_civile_acqua_bene_comuneIl 13 giugno 2013, il Comitato Acqua Bene Comune di Forlì – Cesena ha incontrato la Presidente di Romagna Acque – Società delle Fonti Spa Ariana Bocchini per avere informazioni relative ai costi di costruzione della parte architettonica, base di supporto del Monumento al Carabiniere posto nella rotonda all’ ingresso di Meldola, realizzata da Romagna Acque – Società delle Fonti Spa nonchè ad altre problematiche.
Durante l’ incontro la Presidente ci ha informato che il Coordinamento dei Soci, composto da:

  • Comune di Forlì ( rappresentato dal Livia Tellus Governance Spa )
  • Comune di Ravenna ( rappresentato da Ravenna Holding Spa che comprende Ravenna e Faenza )
  • Comune di Rimini ( rappresentato da Rimini Holding Spa )
  • Comuni di Cesena, Lugo, Riccione,
  • Comune di Premilcuore che rappresenta i Comuni montani ( Premilcuore, Santa Sofia, Bagno di Romagna )
  • Province di Forlì – Cesena, Ravenna e Rimini

ha rinunciato all’ aumento del 12 % previsto nel Metodo Tariffario Transitorio relativo agli anni 2012-2013, approvato il 28 dicembre 2012 dall’ AEEG ( Autorità per Energia Elettrica Gas ), che Romagna Acqua dovrebbe praticare al concessionario unico: Hera Spa.

La rinuncia è stata decisa dal coordinamento dei soci per le asserite buone condizioni economiche in cui versa la Società.

Il Metodo Tariffario Transitorio (MTT) prevede inoltre un aumento del 14-16% delle tariffe idriche applicate dalla multi utility Hera Spa agli utenti finali. Tale aumento è causato anche dalla voce ” oneri finanziari ” che di fatto costituisce la reintroduzione della ” remunerazione del capitale investito ” abrogato dal secondo quesito referendario.

Il Comitato Acqua prende atto che Atersir Regionale ha deciso di sospendere temporaneamente l’ aumento previsto dal M.T.T.

Tuttavia gli utenti corrono il rischio di dover subire l’ applicazione rigida da parte di Hera del MTT nonostante che il Coordinamento Soci di Romagna Acque abbia rinunciato all’ aumento del 12% prevista sulla tariffa di vendita all’ ingrosso.

Romagna Acque – Società delle Fonti Spa, è il grossista/fornitore di acqua ad Hera Spa.
La tariffa praticata da Romagna Acque ad Hera suddivisa per Provincia ammonta a:

  • 0,20 euro/mc per la Provincia di Rimini;
  • 0,36 euro/mc per la Provincia di Forlì – Cesena
  • 0,39 euro/mc per la Provincia di Ravenna.

Oltre alla tariffa di favore praticata per la Provincia di Rimini, Romagna Acque -Società delle Fonti, sempre per volere del Coordinamento dei Soci, ha già messo a bilancio 33 milioni di Euro per il Depuratore di S. Giustina di Rimini e 50 milioni di Euro per le fogne di Rimini.

Il Comitato sostiene poi che, nel rispetto degli esiti referendari, non si debba da parte di Romagna Acque Spa ( società interamente pubblica ), ma anche da parte di Hera far gravare sulle bollette pagate dai cittadini le spese sostenute per contribuire all’ insediamento del Monumento al Carabiniere all’ ingresso di Meldola. La spesa sostenuta da Romagna Acque – Società delle Fonti Spa per la realizzazione della base architettonica ( con annessa fontana ) del Monumento comunicataci durante l’ incontro con allegati documenti confermativi è di 51.161 mila euro IVA esclusa, inserita come voce a bilancio LAVORI DI MANUTENZIONE DELLE PROPRIETA’ IMMOBILIARI, DELLE RETI DI DISTRIBUZIONE E DEGLI IMPIANTI TECNOLOGICI DI ROMAGNA ACQUE-SOCIETA’ DELLE FONTI SPA PER L’ ANNO 2012.

Il comitato Acqua Bene Comune di Forlì – Cesena domanda:

  1. I 78 sindaci della Romagna ( soci di Romagna Acque – Società delle Fonti ) sono consapevoli del fatto che la realizzazione di Depuratori e Fognature spetta al Gestore del Servizio Idrico Integrato, che in tutta la Romagna è la Multi Utility Hera Spa che percepisce dagli utenti nelle “bollette” le relative tariffe di fognatura e depurazione?
  2. I Sindaci sono consapevoli che il 12% di aumento rifiutato da Romagna Acque è stato, di fatto, da loro regalato ad Hera Spa ?
  3. I Sindaci soci di Romagna Acque – Società delle Fonti Spa e di Hera Spa sono consapevoli come rappresentanti eletti dai cittadini di non aver difeso i loro interessi ?

Il Comitato Acqua Bene Comune di Forlì – Cesena ricorda che durante le due assemblee annuali i soci ( i Comuni e le tre Province della Romagna, Unica Reti Spa, S.I.I.S. Spa, Consorzio di Bonifica della Romagna, Amir Spa, TE.AM. Srl, Consorzio di Bonifica Romagna, Camera di Commercio I.A.A. Forlì – Cesena ) debbono preoccuparsi di garantire una strategia equilibrata degli interventi di Romagna Acque in tutto il territorio romagnolo.
Ci sembra che fino ad ora ed attualmente ciò non sia garantito ne come tariffa e nemmeno come investimenti.

La società Romagna Acque è composta da un Cda che ha anche il compito di verificare e approvare l’entità delle spese sostenute.
Infine il Comitato Acqua Bene Comune di Forlì – Cesena evidenzia che la funzione propria di Romagna Acque non è quella di finanziare o realizzare opere non coerenti con la MISSION originaria.

COMITATO ACQUA BENE COMUNE DI FORLI’ – CESENA

Un pensiero riguardo “Non si fanno profitti sull’acqua!

  1. Cioè Romagna Acque ha speso 51.000 euro di soldi dei cittadini per finanziare il monumento?
    E quanti ne ha spesi il Comune di Meldola, 26.000 vero? (sempre di soldi dei cittadini)
    E quanti Hera (ancora di soldi dei cittadini)?
    Beh, allora la realizzazione di questa opera l’hanno decisa i cittadini, vero?
    Mah….. Senza parole

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...