mio resoconto del Consiglio Comunale 19/12/2013

Ultimo a cui partecipai in Aprile … non riesco proprio a ripartire con continuità … e nessun altro lo vuol fare a quanto pare 🙂

Abbiamo chiesto con altri amici protocollando richiesta il 19 aprile 2013 di poter riprendere e mettere in streaming i Consigli Comunali ma evidentemente l’Amministrazione non si ritiene troppo fotogenica per permetterlo anche perchè non se ne è nemmeno discusso in Consiglio Comunale…. (ed era tutto “gratis” per il Comune in quanto nasceva da contributi volontari e da disponibilità gratuite di alcuni compaesani….).

Accontentatevi di quanto sono riuscito a capire/scrivere e chiedo scusa fin da ora se ho mal interpretato … potete rettificare per far comprendere meglio o illustrare al meglio.

Si parte con gli auguri di Buone feste in arrivo a tutti e Ringraziano.

Il SIndaco passa poi a sottolineare l’impatto della crisi nel tessutto produttivo locale e anche meno locale ricordando l’electrolux e che tanti residenti li lavorano e l’indotto che la stessa ha per altre piccole aziende satelliti; condanna le esternalizzazioni in Polonia.

RIcorda il bambino che recentemente è stato investito spiegando che il trauma toracico è piuttosto forte ma per fortuna non è più in pericolo di vita;

SPiega che è stata pagata la prima trance di 100.000€ della causa Petrungaro rammentando come per altri 6 anni ci siano i 350.00€ da versare.

SPiega poi una singolare coincidenza emersa dagli esiti dell’ultimo censimento di Ottobre 2011 che ci vede (unici in Italia) a quota 10.000 abitanti e questo apre scenari inconsueti sul fronte delle prossime elezioni Amministrative in quanto la legge prevede che fino a 10.000 abitanti siano eletti 10 Consiglieri anzichè i 16 previsti oltre i 10.000 abitanti. SI sta interessando presso le sedi opportune per riuscire a superare l’impasse visto che i residenti sono comunque abbondatemente sopra i 10.000.

Bertaccini spiega i problemi che ci sono in alcuni tratti di fiume per il deposito di piante e possibili rischi alla sicurezza idraulica mentre Pellegrino spiega che la Protezione Civile ha più volte richiesto l’intervento in alcuni punti dell’autorità di bacino per la messa in sicurezza. Racconta anche dello scarso successo dell’iniziativa di aprire ai residenti la possibilità di rimuovere queste pericolosità trattenendo la legna … la cosa è faticosa e prevede una certa attrezzatura non troppi hanno risposto.

Pellegrino poi si spinge a chiedere al SIndaco di rivalutare alcune modalità di intervento sulla viabilità (via S.Giovanni e parcheggi di via S.Pellico) magari informandosi ed ascoltando i residenti. Il Sindaco spiega che la sicurezza non può essere messa in discussione e se i Vigili Urbani gli sollevano risposte efficaci per migliorarla non può non procedere. Comunque, a quanto ho capito, fornirà risposta scritta.

  • Verbale precedente approvato.
  • ODG sui rappresentanti dell’Unione dei Comuni per il Comune di Meldola: è previsto 1 rappresentante della maggioranza che ha voto doppio ed uno dell’opposizione con voto singolo. si aprono le votazioni e il risultato è: Sindaco Zattini per la Maggioranza: 9 voti; Per l’opposizione Consigliere Bertaccini: 2 voti; Consigliere Pellegrino: 1 voto
  • Aumento di capitale Sociale dell’IRST: Il sindaco spiega che con l’area vasta l’IRST coordinerà i reparti di oncologia di tutta questa area vasta e non è più così imminente l’uscita dellla piccola percentuale del Comune di Meldola dalla Società come sembrava imminiente da tempo (la partecipazione del Comune alla fine è comunque di poco sopra l’1%). Comunque Meldola non partecipa all’aumento di capitale riducendo alla percentuale di cui sopra la sua partecipazione. In linea generale ho capito che che l’IRST è in mano per il 53% al pubblico e per il 47% al privato.
  • Viene spiegato che è stato prorogato al 30/06/2014 la possibilità di godere del finanziamento Regionale per la ristrutturazione della Rocca nella quota che il Comune di Gatteo non ha utilizzato. I lavori eprtanto proseguiranno. Unanimità favorevole.
  • Per il trasporto pubblico da Meldola a Fratta-Forlimpopoli si spiega che il Comune di Meldola finanzia per 6288€ e la Provincia per circa 37.000€. Pellegrino dice che ci sarebbe forse spazio per altra corsa, al momento attuale sembra che l’utilizzo sia principalmente quello per gli studenti. Viene spiegato dall’Assessore Cicognani che le corse sono state decise e scelte in base a delle ricerche e delle analisi del mercato. BErtaccini esprime voto favorevole e sottolinea l’improtanza di fare pubblicità alla corsa. Unanimità
  • Viene proposto un ODG di Coldiretti per la difesa della certificazione e per la valorizzazione dei prodotti tipici Italiani. Fabbri spiega l’importanza di riconoscere il contributo degli agricoltori per il nostro territorio e per l’Italia. Anche Schitinelli evidenzia altri casi tipo la Germania in cui l’efficenza agricola è premiata. Pellegrino ritiene improtante questo ODG ma si spinge a richiedere una sensibilizzazione al governo per richiedere una riduzione delle tasse su questo fronte  sia dirette che quelle sulle accise che penalizzano l’agricoltura. C’è un battibecco fra Sangiovanni e Pellegrino in cui lei lo accusa di non avere dato il suo voto favorevole in occasione di una precedente variante al RUE discussa in un precedente Consiglio Comunale per il benessere animale e quindi sostanzialmente non in favore dei Coltivatori diretti/allevatori mentre lui le spiega che la Consigliere non ricorda bene il senso del suo voto contrario di allaora e la invita a riascoltarsi le registrazioni promettendole che lo farà anche lui. Il Sindaco (mi pare) spiega che il rispetto del prodotto agroalimentare italiano nel mondo porterebbe ad un aumento del 1% del PIL italiano (quanti falsi prodotti italiani sono in commercio…!!!). Ringrazia poi gli agricoltori che mai si sono andati a lamentare da lui per problemi economici. Parte una disquisizione poi sull’europa e sull’euro con assortimento di favorevoli e contrari e, messo ai voti anche qui c’è l’unanimità.
  • Arriva la volta dell’ODG proposto da Pino Vaienti e proveniente dal comitato acqua bene comune e dal forum Nazionale sulla remunerazione del capitale investito (ho la versione originale in quanto iscritto al Farum appunto … spero non sia cambiata nel frattempo e me ne scuso se così fosse) e Pino ne spiega a grandi linee i passaggi spiegando appunto che togliendo la remunerazione il referendum ha implicitamente previsto delle società inHouse per la gestione e distribuzione dell’acqua. AEG vorrebbe restituire in bolletta solo la parte del 2011 ed in quota irrisoria e solo alle famiglie (e le aziende e gli enti locali come mai non reintrano? forse che per loro non si applica il referendum?). Alla fine si vorrebbe restituire 4€ a famiglia. Spiega anche che all’ultima riunione dell’atersir di 30 Comuni che la compongono ne erano presenti solo 16 e che quando il COmitato Acqua solo 2 sono rimasti (Bagno di Romagna e Forlì…) e chiede come mai il Comune di meldola non ci fosse con nessun rappresentante (si apprenderà poi finito il COnsiglio che l’Assessore Cicognani che era stato delegato dal Sindaco ha avuto un impegno improvviso e non è potuto andare). Pellegrino preannuncia un suo voto favorevole vista la quantità di firme raccolte e l’esito finale del referendum. Fabbri porpone di condividere un ODG unico e metterlo ciclostilato senza riferimenti alcuni. Vaienti spiega che è importante mantenere l’imprinting ddato dal forum dell’acqua e anche votarlo prima del 30/12/13 quando Atersir voterà per la restituzione così come sopra prevista. Si decide per modificare l’ultima parte rivedendola sul tipo: “Il COnsiglio COmunale si impegna ad organizzare incontro di approfondimento nelle modalità che si decideranno ins ede di capigruppo con modalità condivise. Schitinelli propone che siano invitati oltre ai membri del comitato Acqua Bene Comune, anche dei rappresentanti di Hera per avere una visione più equilibrata e completa. Si ottiene l’unanimità.
  • SI passa all’ODG sui distacchi delle forniture di acqua che Vaienti legge qausi integralmente, dopo aver declinato l’invito a concordare un ODG congiunto con la maggioranza, per ribadire la sua importanza e integrità. Spiega che Hera ha iniziato attività di distacco delle forniture morose senza garantire il minimo vitale che ance l’ONU stabilisce fin dal 2010 considera come da garantire il minimo vitale così come dalla Regione Emilia Romagna in un documento sulla crisi idrica. Spiega che questo ODG è proposto dal Comitato acqua bene Comune e dal Forum dell’acqua ed è già stato votato, ad esempio, dal Comune di Roma. Il Sindaco spiega che da parte sua sta cercando in ogni modo di imporre ad Hera di accettare qualsiasi forma di rateizzazione e che comunque non si distacchino le forniture.  Nello sviluppo della discussione spiega anche che come Amministrazione comunale di Meldola si è tirato fuori dal patto di Sindacato pertanto non partecipa più alle decisioni di Hera. Vaienti spiega che comunque il Comune resta azionsta pertanto non può considerarsi “fuori” da Hera. Attualmente Hera ha partecipazione pubblica al 50%. Bertaccini spiega che questo ODG che l’impegno su questo ODG per l’Amministrazione è forte proprio perchè così deve essere in questo delicato argomento. Pellegrino ritiene che si può votare l’ODG che si preferisce tanto Hera comunque andrà avanti. Il Sindaco spiega che questo ODG ha una forte “cappello” politico mentre quello preparato dai Consiglieri di maggioranza è maggiormente “diretto”.  Vaienti ribadisce che l’ODG di maggioranza non tiene conto degli “Obbedienti civili” (chi si autodecurta sulla bolletta la quota relativa alla remunerazione che è stata cassata appunto dai referendum del 2011) che potrebbero pertanto essere distaccati ma si decide di mettere ai voti:
    ODG Opposizione: 2 favorevoli (Vaienti e Bertaccini) e 10 contrari (Pellegrino + maggioranza)
    ODG MAggioranza: 10 favorevoli e 2 contrari (invertite le parti)
  • Arriva l’ultimo punto all’ODG in merito alla cassa depositi e prestiti ed al patto di stabilità presentato sempre da Vaienti. Fabbri spiega condivide gran parte del documento ma non gli piace il copia/incolla e chiede di predisporre un documento unitario con l’opposizione. Schitinelli spiega che a suo modo di vedere gli ODG che presenta Pino hanno una forte connotazione politica segno di militanza altrettanto forte. QAnche per lei è importante farsi portavoce per riscrivere il patto di stabilità così come previsto ora soprattutto con un occhio particolare al Walfare locale. Ritiene comunque fondamentale mettere insieme pubblico e privato per cercare la ripartenza economica (cosa che non compare nel documento di Vaienti. Anche per il Sindaco la forte connotazione politica “spegne” i 4 punti sacrosanti toccati nell’ODG.
  • Messa ai Voti: Sangiovanni Vaienti e Bertaccini a favore, Pellegrino Astenuto e contrari tutti gli altri.
  • All’ultimo punto dell’ODG c’è la discussione su una tariffa che non ho sinceramente capito che funzionalità ha … ho grossi limiti.

Stavolta verso le 23:40 si conclude il Consiglio Comunale e sonor imasto fino alla fine.

Saluti radiosi

Un pensiero riguardo “mio resoconto del Consiglio Comunale 19/12/2013

  1. Bravo Romeo. Grazie per l’ottimo resoconto.
    Se avessi un pò di “voglia” mi piacerebbe approfondire alcuni aspetti.
    Ma purtroppo non è il momento giusto.
    Ancora grazie.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...