Resoconto incontro sulla scuola 17 marzo 2014

Presenti circa 25 genitori e 4 Professoresse + 1 maestra + un assistente ATA.

Viene spiegato che il fondo d’Istituto di 3 anni fa ammontava a circa 100.000€ mentre per questo anno scolastico sono stati stanziati circa 23.000€. Finora si è cercato di tagliare il più possibile servizi non indispensabili andando il meno possibile a ritoccare la didattica ma con questi tagli non si può che agire anche sulla qualità della didattica stessa.

Questi fondi servono di solito si utilizzano ad esempio per:

  • Le assenze di docenti; non si riescono sempre a sopperire con docenti supplenti e così i bambini/ragazzi delle classi senza professore vengono suddivisi su più classi generando rallentamenti al programma didattico per tutti.
  • Questi frazionamenti dei ragazzi generano anche alcuni problemi alla sicurezza in quanto le classi normalmente da 20-25 allievi ne vengono ad avere 30 ed anche più.
  • incentivo per il servizio di responsabile di laboratorio che fino ad anno scorso toccava a chi gestiva i laboratori, rimosso;
  • Rimborso spese per professore coordinatore di classe, rimosso;
  • finanziamento corsi di recupero ridotti pertanto per il recupero anche le famiglie dovranno “impegnarsi” privatamente;
  • funzioni strumentali fortemente tagliate (possibilità di seguire nell’orientamento i ragazzi di 3^ media, aggiornamento ed integrazione POF, progetti didattici con esperti ridotti a quelli in cui gli esperti intevengono a titolo gratuito, ecc.)
  • Il contratto dei docenti non è stato rinnovato dall’anno 2006 e sono anche stati bloccati gli scatti di anzianità degli insegnanti.

Insomma le prospettive sono piuttosto fosche e si è optato quindi per cercare intanto di partecipare alla stesura di una lettera aperta a firma dei genitori per sensibilizzare del problema sia l’Amministrazione pubblica che la cittadinanza che il Ministro dell’Istruzione. Sono state raccolte circa 9 mail di genitori a cui aggiungere i membri del Consiglio d’Istituto per la stesura e condivisione della lettera per un giorno della prossima settimana (seguiranno convocazioni ma se uno vuole partecipare … commenti … sotto :-))

Predisposta la lettera la condivideremo con tutti i rappresentanti di classe affinchè si raccolgano le firme di quanti più genitori possibile. Fatto questo valuteremo anche altre possibili azioni come sit-in, ed altre inziative … insieme … ce la faremo!

Saluti radiosi

Annunci

3 pensieri riguardo “Resoconto incontro sulla scuola 17 marzo 2014

  1. E’ illegale in assenza di un docente dividere gli alunni nelle diverse classi. L’ insegnante della classe che ospita gli alunni deve avere un ordine di servizio protocollato e firmato dal Dirigente Scolastico ( Il D.S.non lo farà mai, il tutto viene detto solo a parole e gli isegnanti accettano per poi lamentarsi…nessuna categoria di lavoratori accetta certe irregolarità…)Anche il D.S.,come accade in tante scuole, in assenza di un docente deve andare in classe a fare la supplenza.”I soldi sono pochi perchè sono tutti dalla parte sbagliata”.Se il Coordinatore non viene più retribuito( cifra minima annuale dal fondo di istituto)non è così problematico. I consigli di classe dovrebbero essere coordinati dal D.S….Inoltre la scuola ha il dovere di fare corsi di recupero(non sto a spiegare tutta la normativa), se non ci sono fondi per retribuire i docenti, il recupero si fa in itinere con la classe facendo fare diverse attività a seconda del bisogno e della neccessità.Certo è più facile svolgere l’ insegnamento tradizionale…Le lezioni private sono la peggior cosa che la scuola possa indicare…Il contratto dal 2006 non viene rinnovato…, ma gli insegnanti cosa hanno fatto perchè potesse avvenire il contrario??? Il fatto stesso che accettano di avere alunni di altre classi significa che non conoscono le normative e nello stesso tempo accettano ogni cosa…Cari genitori, forza e coraggio, la scuola pubblica è garanzia per tutti, la scuola privata è solo per pochi. E da ultimo è ora che anche i D.S. smettano di accettare tutto ciò gli viene propinato, come anche gli insegnanti è ora che si ” battano “…

    Mi piace

  2. Incollo qui quanto girato per mail da un genitore presente che mi pare possa interessare la discussione

    Gentil.mo Romeo,
    per notizia proprio oggi sulla testata giornalistica del Corriere Romagna, Cronaca di Forlì, vi era un articolo a tema: “SCUOLA, STABILIZZATI 24 PRECARI” tutti docenti di sostegno e presto toccherà a 23 Ata. 12 cattedre da occupare presso la scuola primaria, 6 presso le scuole medie, 3 per la scuola dell’infazia e 3 per le superiori). La prossima fase riguarderà gli “Ata” con assunzioni a tempo indeterminato di 23 assistenti amministrativi, 1 segretario e 9 bidelli
    Ho ritagliato l’articolo che ci potrà essere utile.

    Saluti a tutti

    Mi piace

  3. Questo letto in rete proprio ora … come non ammirare i tedeschi!
    E pensare che i dipendenti statali in Germania sono tenuti in alta considerazione, soprattutto gli insegnanti. Infatti essi sono “Beamten” e tutti gli altri sono “Angestellen”. Sono entrambi ben tutelati e ben pagati ma i Beamten lo sono ancora di più; gli insegnanti, infatti, ricevono uno stipendio maggiore ma non possono scioperare.In Germania la formazione dei giovani è un fatto prioritario rispetto a tutto il resto, anche alla sanità. Il precariato non esiste perché si assume in base alle necessità. L’insegnante di educazione fisica deve insegnare almeno un’altra materia perché si ritiene il suo lavoro troppo leggero; la stessa cosa vale per l’insegnamento della religione che deve essere abbinata ad un’altra materia. Questo sì che è un bel modo di risparmiare! Inoltre ci sono anche differenze nello stipendio a seconda di cosa si insegna; il più pagato è l’insegnante di matematica e fisica; poi quello di Scienze e Chimica, e a scendere quello di Lettere e così via. Lavorano molto e fanno poche riunioni (poche chiacchiere!) Le ore di insegnamento sono le stesse che in Italia ma divise diversamente dato il clima. Quando noi festeggiamo il ferragosto, lì si aprono le scuole. Se un alunno è bocciato per la seconda volta lo si incanala in una scuola professionale. Alla fine dell’anno c’è già pronto il calendario per il nuovo anno scolastico così che sia gli alunni che i professori possono programmare le proprie vacanze.

    Saluti radiosi

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...