Resoconto Consiglio d’Istituto 30 aprile 2014

Inizio praticamente puntuale alle 17:40 circa, vi prego di chiedere chiarimenti in merito ad eventuali dubbi in quanto, come sempre, la mia trascrizione risente di tutti i miei limiti 🙂

Approvazione verbale seduta precedente
Sollecito per pensiline scuola Primaria, Misurati campi elettromagnetici nelle scuole secondarie (medie) e rilevato parametri all’interno della norma (si attende risposta scritta). Porte REI occorrenti si faranno nell’estate. Non sono ancora stati dati i tempi dei lavori all’interno delle scuole medie.

Comunicazioni del Presidente
Per la lettera che si sta predisponendo e che si vorrebbe far firmare ai genitori tutti per il tramite dei rappresentanti di classe si decide che anche il Consiglio d’Istituto la sottoscriverà nella persona del Presidente del Consiglio d’Istituto. Per arricchire la stessa viene spiegato anche il significato di “organico funzionale”: alla mancanza di una persona dovrebbe essere pronto un sostituto che, quando non impiegato direttamente in supplenze, viene impiegato in altro. Verificare ore eccedenti che oramai non ci sono più imponendo la nomina del supplente anche per 1 gg. E come la nomina stessa implichi a volte anche ricerche di 3 ore per la segreteria. Valutare di rimettere il punto sullo smembramento delle classi nella lettera predisposta. Sono stati eliminati degli incarichi (ed i conseguenti compensi) per favorire la didattica ai bambini ed i corsi di recupero. Il curriculum verticale degli allievi è stato sostanzialmente di molto ridimensionato. Per scuola primaria ancora qualche ora di completamento c’è (40 ore destinate ci sono!) per cui a seguito di una sola assenza si riesce a sopperire, se sono due occorre il supplente.
 Expo 2015, si potrebbe incentrare l’anno scolastico venturo sulla sostenibilità, il Presidente andrà a parlare al Consiglio dei Docenti per valutare possibili idee comuni.

Comunicazioni del Dirigente Scolastico
Surroga di Manuela Arrigoni che ha presentato dimissioni.
Il nuovo Dirigente Scolastico ancora non si conosce e viene spiegato dalla Prof.ssa Monti (Dirigente Scolastica pensionanda a settembre) che: se viene nominato per trasferimento entro metà luglio si conoscerà, se sarà una nuova nomina si saprà entro il 20 agosto circa, se invece si va verso una reggenza fino al 25 agosto non si riuscirà a sapere nulla.
Avendo raggiunto la 40esima classe il prossimo anno scolastico si riuscirà a riconoscere il semi-esonero del vicepreside (di 18 ore ne farà 9 ed il Prof. Orsini ha già espresso di non voler abbandonare le due classi che segue per cui ridurrà le materie e le ore su entrambe).
Cooperativa per le pulizie: Manutencoop, sono stati fatti degli incontri con la ditta in base al corrispettivo che viene loro offerto ed ai metri quadri garantiti dallo stesso. Rispetto alla CSIPM questa ditta pulirà, di fatto, diversi locali in più. Fino a 6 anni fa alla CSIPM si erogavano per 10 mesi circa 75.000€ con cui si puliva parte degli spazi della scuola d’Infanzia e parte delle Primarie. C’è stato poi un primo taglio del 25% dell’importo che ha portato ad una revisione degli spazi concentrando tutto sulla scuola primaria (1 piano intero e la palestra), in concomitanza c’è stato anche taglio degli ATA (collaboratori scolastici – bidelli) e con il taglio del 25% all’appalto esterno è stato ridotto anche 1 bidello. Due anni fa si è ulteriormente calati l’appalto esterno dimezzandolo ulteriormente (riservando così meno di 25.000€ annuali a questo servizio) e la CSIPM tolse un piano delle primarie e faceva solo laboratori e palestra lasciando il resto ai bidelli. L’ufficio Scolastico Regionale ha recentemente fatto nuovo appalto aggiudicato alla manutencoop che con gli stessi 24.000€ circa fa palestra, tutto un piano + 4 aule di un altro piano compresi corridoi (14 aule in tutto + corridoi e palestra). Le pulizie ora hanno un mansionario ufficiale e ci sono due incaricati da parte di questa ditta cui sono riconosciute circa 3 ore ciascuno per queste pulizie. E’ stato raccomandato al corpo docente delle primarie di osservare come sta lavorando questa nuova impresa ed i maestri sono stati invitati ad indicare per iscritto eventuali anomalie o carenze così che si possa meglio incidere proprio fin dall’inizio su questa nuova ditta.

Classi/Sezioni di funzionamento a.s. 2014/15
Scuola d’infanzia (materna): 69 bambini iscritti, Girotondo 14 italiani e 16 non italofoni ma si possono accogliere solo 23 bambini perché uno è certificato quindi si possono inserire 14 italiani e 8 non italofoni. Si è ulteriormente aggiunto un bambino fuori tempo massimo che però verrà automaticamente destinato al Giramondo. Si aggiungono ulteriormente due bimbi polacchi pre-iscritti al Giramondo ed i cui genitori hanno chiesto di spostarli dal Girotondo per problemi di logistica.
Al Giramondo ci sono iscrizioni per 38 bambini (cui sarebbero da sottrarre i due polacchi che vorrebbero venire al Girotondo). Ulteriormente 8 bambini di seconda e terza del Giramondo (di cui 6 non hanno frequentato proprio) vorrebbero venire al Girotondo sempre per motivi logistici.
In tutto ci sarebbero quindi circa dai 16 ai 19 bambini che dovrebbero andare al Giramondo per i quali si pone il problema logistico essendo per lo più famiglie senza auto e con problemi di logistica. Si valuterà quindi un servizio di pedibus se ci saranno disponibilità di genitori, si valuterà con il comune anche il servizio di navetta ben consci del problema dell’accompagnatore obbligatorio per bimbi così piccoli. Si opta quindi per organizzare riunione a Giugno specifica con quei genitori che dovranno andare su al Giramondo magari con la presenza della Direttrice Didattica, dell’Amministrazione Comunale e di rappresentanti del Consiglio d’Istituto.
Le cassi prime delle primarie (elementari) il prossimo anno scolastico sono state confermate a 4 per un totale di 75 bambini. La distribuzione è di 25 sul tempo pieno (di cui 7 non italofoni) mentre le altre classi a 27 ore sono da 16/17 bambini (di cui circa 2-3 non italofoni ciascuna). Purtroppo la legge non permette al Dirigente scolastico di andare ad analizzare (chiedendo eventuali integrazioni di certificazioni ai genitori) le dichiarazioni rese dai genitori perché il numero di 25 alunni rientra già nei parametri pertanto non si vede possibile un ulteriore bilanciamento se non su base volontaria dei genitori. A Giugno si farà un incontro per cercare di spiegare ai genitori del tempo pieno la grande opportunità (offerta dal basso numero di bambini) di poter meglio seguire i loro figli nelle tre classi a 27 ore.
Scuole secondarie: ci sarà una ulteriore classe prima, si teme che anche quest’anno si rimetterà in discussione l’indirizzo musicale  … ci sarà nuovamente da attivarsi … questa è l’Italia!

Ratifica provvedimento di variazione al Programma Annuale e.f. 2014
Con i 3.608€ del progetto “Io non mollo” si dovrebbe ampliare l’offerta formativa con aperture pomeridiane per iniziative di arricchimento (esempio quest’anno si è fatta qualche apertura per lezioni di ballo “danzando nel tempo”); alcuni soldi sono stati già spesi per emergenze e per specifiche esigenze (avanzano 2.375€).
Sono arrivati i soldi dal Ministero per una postazione completa (LIM completa di PC), con questo nuovo acquisto su 20 classi delle primarie (elementari) 12 saranno quelle dotate di LIM. Si dovrà decidere che quota del contributo volontario dei genitori si riserverà alla “Emergenza tecnologica” (manutenzione e mantenimento delle LIM e della tecnologia … iniziano ad esserci degli interventi di manutenzione/sistemazione da effettuare), se ne parlerà al prossimo anno scolastico.
Sono anche arrivati 2.471€ incremento per l’offerta formativa che sono dedicati alla formazione degli insegnanti che in alcuni casi è veramente indispensabile
Lo Stato ha finanziato la scuola per aggiuntivi 2.967€ per acquisto servizi pulizia esterna quindi dedicati alla Manutencoop, è stato deciso di utilizzarli questa estate per la pulizia straordinaria e i traslochi necessari per i lavori della scuola secondaria di primo grado (medie)
Sono stati incamerati 800€ per un corso di informatica fatto dalla pro loco e qualche altro movimento. Tutto approvato.

Ratifica acquisto defibrillatore Scuola Primaria
Già acquistato con i soldi della Centroplast, è in funzione alla scuola primaria (elementari) con gli accessori che occorrevano così come un altro alle scuole secondarie di primo grado (Medie). Il corso è stato fatto a grandi linee in teatro ma si dovrebbe fare uno specifico corso per gli insegnanti delle scuole primarie e secondarie così come i corsi di aggiornamento. Si precisa che questa ulteriore possibilità di cura non è prevista Ministerialmente per le scuole e che è stata possibile solo grazie alle donazioni.
L’amministrazione Comunale si è impegnata a formare gli insegnanti per l’utilizzo del defibrillatore e si continuano i contatti per avere uno specifico corso abilitante ed istituire anche il successivo addestramento periodico.
Si potrebbe anche informarsi per poter fare intervenire le associazioni sportive per la formazione sul defibrillatore, si vorrebbe valutare la possibilità di richiedere di poter inserire degli insegnanti ai corsi obbligatori cui le associazioni sportive che usufruiscono dei locali scolastici sono tenute per legge. In questo modo le Associazioni fruirebbero dei defibrillatori nei plessi gratuitamente con l’impegno però di garantire corso per l’utilizzo degli stessi oltreché ai propri insegnanti anche a qualche insegnante del plesso scolastico stesso.

Ratifica uscite didattiche e viaggi di istruzione
Vengono elencate le uscite che saranno fornite a parte con il verbale. Approvate.

Criteri per contributi alunni uscite didattiche e viaggi di istruzione
Ci sono alcuni alunni di terza (secondaria di primo grado o media che dir si voglia) che non hanno la possibilità di riuscire a finanziare per intero la gita a Roma per la quale la potenziale platea sarebbe di 67 alunni interessati, 57 hanno versato l’acconto e 10 hanno deciso di non andare.
Per un problema di penali che coinvolgerebbe tutti gli interessati che non era prevedibile si decide a maggioranza di concedere un minimo aiuto ai 3 ragazzi (con lunga discussione) con fissato però l’obbiettivo entro il prossimo anno scolastico di redigere una sorta di regolamento chiarificatore per le gite valutando anche eventuali tetti di spesa alle gite in modo che questo increscioso problema non abbia a ripresentarsi.

Chiusura locali scolastici per elezioni europee e amministrative locali
Le primarie (elementari) chiuderanno alle 12:40 del 23 maggio e riaprirà il giorno 28 Maggio. Tutti gli altri plessi non subiranno interruzioni.

Richiesta installazione condizionatore uffici della scuola Secondaria
Avendo pesantemente potato le piante sul viale della Repubblica si è ulteriormente aggravato il problema di vivibilità all’interno dei locali della Segreteria delle scuole secondarie (Medie) pertanto si decide di inoltrare richiesta per un condizionatore anche perché le temperature erano già insopportabili in estate.

Varie ed eventuali.
Esperti AUSL visiteranno due classi terze (scuole primarie) e verrà dato un questionario per le famiglie. Non saranno svestiti i bambini e il questionario è facoltativo per le famiglie ed i dati raccolti saranno disgregati .

Alle 20:00 circa, quasi stremati :-), si chiude l’adunanza.

Grazie a tutti, saluti radiosi

Annunci

16 pensieri riguardo “Resoconto Consiglio d’Istituto 30 aprile 2014

  1. Grazie come sempre,
    mi ritengo fortunata perché grazie al fatto che hai tre figli non uscirai tanto presto dal circuito scolastico e questo sarà un vantaggio per tutti noi grazie ai tuoi verbali.

    Mi auguro che l’indirizzo musicale non venga messo in discussione in quanto gli alunni di questa annata sono già stati pesantemente penalizzati…. ricordo a tutti che sono stati i primi ad entrare alle elementari con la riforma “Gelmini”.

    Provate a fare questo piccolo test:
    Premessa.
    I genitori che all’epoca chiedevano per i propri figli le 30 ore non le hanno ottenute e si sono “adattati” alle 27 ore in classi molto numerose,fino a 26 bambini.

    Fate un calcolo del tempo insegnante medio dedicato ad ognuno di loro.
    Confrontatelo con il tempo insegnante offerto in classi a tempo pieno (40 ore) di venti bambini come è avvenuto in quell’anno e confrontatelo anche con il tempo insegnate che avrebbero avuto se le ore fossero state 30 in classi da 25 bambini.

    Il prossimo anno scolastico vede le classi di prima elementare a 27 ore con 16/17 alunni, calcolate questo tempo insegnante.

    Valutate la diversa offerta formativa settimanale e moltiplicatela per le settimane scolastiche presenti nell’arco dei 5 anni.

    Chi in tale contesto ha usufruito di un offerta formativa minore?
    I genitori di quali alunni possono considerarsi scontenti del sistema anche se sono stati rispettati i requisiti minimi da garantire?

    Il contesto che ci circonda.
    In altre scuole a Forlì vengono proposte più formule orarie e/o più lingue alternative.

    L’ indirizzo musicale è il valore aggiunto che negli anni ha contraddistinto la nostra scuola e visto che mio figlio determinato e convinto chiede di poterlo seguire (senza influenza di noi genitori) io sono qui a rivendicare questa opportunità, almeno questa!

    Ringrazio la scuola che grazie alle persone giuste funziona, la competenza degli insegnati ha garantito i risultati didattici a mio figlio ma credo nell’importanza di questa opportunità e spero che anche altri genitori siano pronti a rivendicarla per i loro figli senza accettare remissivamente di esserne privati.

    Ultima domanda.
    Possono due ore settimanali per tre anni scolastici ricompensare quegli alunni di cui sopra?

    Risposta.
    Certo, forse solo parzialmente ma come sempre “piuttosto è meglio di niente”.

    Un caro saluto a tutti, in particolare a coloro che grazie alla scuola hanno saputo fare bene i conti del test, io non ho i risultati corretti ma solo l’impressione di quelli che potrebbero essere….

    Silvia

    Mi piace

  2. Silvia, sei una straordinaria persona e risorsa!
    Penso che la tua riflessione sia più che condivisibile!Tieni conto che ieri sera sull’indirizzo musicale si è solo ipotizzato una possibile rimessa in discussione … saremo vigili ed attenti ed appena ci saranno dati più certi non mancheremo di segnalarli ed unirci alla “battaglia” per mantenere e difendere con le unghie questa possibilità dell’indirizzo musicale. In alto i cuori!

    Saluti radiosi

    P.s. Sarai mia degna sostituta alle prossime elezioni del Consiglio d’Istituto 🙂

    Mi piace

  3. Romeo attenzione. Expò 2015 non è da aderire. E’ la speculazione finanziaria di tutti i beni comuni. Hai già del materiale in tuo possesso a riguardo. l’ Expò è in piena contestazione da parte di tutta la sociètà civile. Mi raccomando non cadete nella trappola..!!! Dentro ci sono tutte le multinazionali che speculano per cementificare, per fare Brebemi, la Nestlè che sta facendo affari sull’ acqua e tante altre cose…mi raccomando non accettate…
    Marilena

    Mi piace

  4. Sinceramente, Marilena, dell’expo penso che ci si riferisse solo al titolo dello stesso “Nutrire il pianeta” per approfondire un pò il concetto e far convergere i ragazzi su riflessioni nel tema.
    Spero che Massimo voglia approfondire il discorso per come lo vede lui 🙂

    Intanto a Silvia il regalo che per me potrebbe rappresentare la nostra prima “arma” contro eventuali spinte a togliere l’indirizzo Musicale … (Grazie Sergio Lombardi!)
    Titolo: I giovani musici e la liberazione:

    Sottotitolo: Riusciranno a liberarci nuovamente i giovani!

    Saluti radiosi

    Mi piace

  5. Romeo una domanda sulle classi prime delle elementari.
    Il totale di 75 bambini così suddicvisi:
    50 in tre classi (27h) da 16/17 bimbi e
    25 in una unica classe (40h)
    Per le insegnanti del tempo pieno l’impegno è molto più intenso rispetto a quelle delle 27h
    ci saranno 6 insegnanti con soli 16 bambini per 27h e 2 che ne hanno 25 per 40h mi sembra molto sbilanciato.
    Il tutto mi fa sorgere una domanda quanti sono stati i bambini esclusi dal tempo pieno? tre o quattro giusto?
    Non si poteva scegliere di suddividere così le classi?
    46 in 2 classi da 27h (23 in ciascuna)
    29 in 2 classi da 40h (una da 14 e una da 15 tipo)

    Il succo del discorso è:
    invece che disincentivare ora delle famiglie che hanno chiesto il tempo pieno e che evidentemente non hanno alternative perchè lavorano di passare all’orario ridotto perchè non hanno fatto il contrario inizialemente cioè incentivare le famiglie dei bimbi a 27h a passarli alle 40h che credo sia molto più fattibile.

    Inoltre se tra i 25 del tempo pieno ci sono dubbi sul fatto che ci sia una necessita lavorativa reale perchè in fase di compilazione dei questionari (quando c’era il suddetto esubero) non hanno chiesto un certificazione del datore di lavoro (ai tempi non era lecito sapere se si si sarebbe raggiunto il numero limite escludento solo quelli che non lavoravano).
    Io lo chiesi alla segretaria ma lei mi rispose che la preside avrebbe fatto le dovute verifiche sulla veridicità delle dichiarazioni (cosa difficile se uno non doveva neppure mettere il luogo di lavoro ma solo se lavorara più di 6 ore!!!!).
    Ovviamente parlo da mamma coinvolta e mi sembra che la preside abbia disincentivato sin dalla prima riunione al tempo pieno e abbia gestito il tutto in quella direzione senza contare che oggi ci sono 25 bambini e 2 povere insegnanti che avrebbero potuto lavorare meglio se gli equilibri fossero stati diversi.
    Forse non sono a conoscenza di tutte le normative che regolano la cosa ma su 75 bambini mi sembra che 50 in tre classi e 25 in una sola non sia un risultato equilibrato e come in ogni cosa penso che tale risultato sia dato dalle azioni intraprese per gestire le criticità. Mi auguro solo che questo sia il miglior risultato possibile che la scuola sia riuscita a realizzare se non è così spero ci siano ancora i tempi per recuperare.
    Grazie Romeo per il tuo meraviglioso servizio che permette a molti di noi di essere aggiornati anche quando non riusciamo ad essere presenti fisicamente.
    Alice

    Mi piace

  6. Grazie del regalo,
    sotto al loggiato c’eravamo anche noi a guardare il futuro.
    Credo anche io che expo sia uno spunto per affrontare alcuni argomenti, è la corretta informazione su questi che fa la differenza….
    Saluti

    Mi piace

  7. Grazie Alice delle riflessioni, avevo già espresso alcune perplessità durante i lavori del Consiglio d’Istituto ed ora ho reintegrato le stesse con una nuova richiesta alla Dirigente …. sicuramente c’è da rivedere il modo in cui si raccolgono i dati come giustamente dici anche tu e certamente ci possono essere delle alternative anche se secondo me per il secondo tempo pieno è troppo tardi.
    Grazie per aver letto … e anche aver espresso la tua opinione pensavo di essere l’unico ad avere questi dubbi!

    Vediamo che ne viene, ti terrò informato 🙂

    Saluti radiosi

    Mi piace

  8. Ciao Alice,
    anch’io come Romeo sono nel Consiglio d’istituto. Entrambi siamo d’accordo con il tuo discorso (vorrei vedere chi sarebbe contrario…) e, così come ti ha già relazionato Romeo, abbiamo espresso le nostre perplessità in sede di riunione e abbiamo insistito in questi giorni con la Dirigente Scolastica perchè si possa ( e si debba) procedere ad una soluzione del problema. Da parte nostra non lasceremo nulla di intentato.
    Certo è che la soluzione con due classi a tempo pieno è purtroppo oramai non più percorribile.

    Mi piace

  9. Ciao Marilena,
    pur condividendo tutte le tue osservazioni sull’Expo, provo a spiegare brevemente (a te e a chi ci legge), perchè ho lanciato l’idea di andare a visitare l’Expo 2015. Tutto nasce dal fatto che la mia idea per l’anno scolastico 2014-15 è quella di coinvolgere tutto il corpo docente dell’Istituto Comprensivo di Meldola (dalla materna alle medie) in un progetto didattico dal titolo “Educazione ambientale allo sviluppo sostenibile”, un progetto che visto il tema e le sue mille sfaccettature (tutela delle acque, qualità dell’aria, tutela della biodiversità, gestione dei rifiuti, consumo del territorio, mobilità sostenibile, energie rinnovabili, corretta alimentazione, impronta ecologica, cambiamenti climatici, solidarietà, cittadinanza e beni comuni, tutela della salute e chi più ne ha più ne metta), se venisse trattato a largo respiro e in maniera organica, sarebbe davvero interessante e vedrebbe, come giusta e valida conclusione, la partecipazione di alcune classi alla fiera universale di Milano del 2015. Non mi dilungo sull’utilità e sull’importanza che riveste una buona educazione ambientale nelle generazioni future, per evitare che anche i nostri figli, così come sta succedendo alla tua e alla mia generazione, si disinteressino e non capiscano quanto sia importante proteggere il nostro ambiente e tutelare i beni comuni.
    E quindi credo che organizzare un Piano dell’Offerta Formativa di un intero Istituto comprensivo in tale direzione, integrando e sfruttando l’importanza di Expo 2015, non possa che portare risultati positivi.
    Un sincero abbraccio, sempre uniti nella lotta contro tutto il sistema che sia tu che io non condividiamo.
    Massimo

    Mi piace

  10. Ciao Romeo,
    Prima di tutto ti ringrazio di condividere i resoconti del Consiglio d’Istituto in rete: ritengo questa fonte di informazioni molto utile per noi genitori.
    Relativamente alla formazione delle classi primarie credo che ci sia poco da commentare. L’istruzione dei nostri figli è un VALORE o una semplice EQUAZIONE numerica (16+16+16+25?????), purtroppo per noi poco ponderata?
    Per usare le testuali parole del MIUR: “l’iscrizione costituisce per le famiglie un importante momento di decisione relativo alla formazione dei propri figli e rappresenta una rilevante occasione di CONFRONTO ed INTERLOCUZIONE con le Istituzioni Scolastiche, finalizzata ad agevolare e favorire una SCELTA pienamente rispondente alle ESIGENZE degli studenti in una prospettiva orientativa”.
    Secondo me le famiglie devono essere coinvolte di più e probabilmente con una maggiore consapevolezza si arriva in maniera naturale ad una più equa composizione delle classi così da assicurare a tutti i bambini le stesse opportunità!!!!
    Spero vivamente che si possa arrivare ad una composizione più equilibrata delle classi nell’interesse soprattutto dei bambini, degli insegnanti, delle famiglie e della SCUOLA in generale.

    Caterina

    Mi piace

  11. Ciao Romeo
    come dicevi? “saremo vigili e attenti…”

    Ora dubbi sulla fattibilità di realizzazione dell’indirizzo musicale ci sono e la prossima settimana è stata convocata una riunione con i genitori.
    Che dire se penso al diritto dei nostri figli di godere delle stesse opportunità?
    Vorrei doverlo iscrivere ora in prima elementare con una classe di 16, avrebbe anche gli stessi insegnanti che ho apprezzato davvero tanto.

    Sono consapevole che non è popolare nemmeno pensarlo e mi dispiace dirlo ma, perché le classi prime non sono solo tre da 25 ognuna? Rientrerebbero nei parametri (è stato fatto per i bambini che ora sono in quinta, come avevo scritto sopra) e forse si potrebbero recuperare risorse per supplenze, copresenza per uscite e magari per il musicale; ma sebbene l’istituto sia lo stesso forse le risorse della scuola primaria non possono essere conteggiate anche per la secondaria.

    L’equilibrio necessario per garantire il rispetto delle esigenze di tutti è quello posseduto da un funanbolo giocoliere, cadere o rompere qualcosa è molto probabile.

    Ma io sono ottimista e penso si possano salvare CAPRA CAVOLI ALUNNI E INSEGNANTI,
    forse un modo si troverà; ho una certezza… non si può penalizzare ulteriormente questa generazione di alunni meldolesi e se possibile nessun altro… nemmeno gli insegnanti.

    Al prossimo aggiornamento.

    Silvia

    Mi piace

  12. Ciao Silvia,
    provo ad offrire un ulteriore contributo alla discussione. La suddivisione delle classi con tempo da 27 ore composte da 3 sezioni di 16/17 alunni piuttosto che due da 25 è legata al fatto che tra questi bimbi ce n’è uno che ha bisogno di sostegno e in questi casi la classe che ha un bimbo con deficit (che nel caso specifico credo sia anche grave) non può superare le 20 unità. Per quanto riguarda l’eventuale recupero di risorse a cui fai riferimento a seguito della riduzione del numero delle classi, da quello che mi pare di capire in questi due anni di permanenza del consiglio di istituto, purtroppo non si riduce ad una semplice operazione matematica, ma ad una assegnazione di risorse e di personale proporzionale al numero di classi e di alunni. Quindi, meno classi, meno fondi…

    Mi piace

  13. Forza Silvia, abbiamo la fortuna di avere già pronto il testo del ricorso di anno scorso, ho percepito un certo grado di ottimismo da parte della Preside e del vice preside sul discorso dell’indirizzo musicale.
    Facci sapere quando ci sarà la riunione che vediamo di partecipare e in quello che possiamo aiutare.

    Vedrai che ce la faremo! Ottimismo, mi raccomando!

    Saluti radiosi

    Mi piace

  14. Grazie Massimo
    mi dispiace molto per il bimbo con deficit e auspico abbia il giusto sostegno (in questo periodo in cui le risorse sembrano sempre meno)e spero sia accolto in una classe che accolga i suoi bisogni e valorizzi le sue possibilità.

    Ho letto l’ultimo resoconto e ringrazio ancora Romeo.

    Mi dispiace anche apprendere che per l’indirizzo musicale l’organico non sia inquadrato di diritto e sia necessario attendere l’organico di fatto…. credevo che con il Decreto Ministeriale 6 agosto 1999 (in GU 06.10.99, n. 235)in merito di Riconduzione ad ordinamento dei corsi sperimentali ad indirizzo musicale nella scuola media si fosse sanata la precarietà che ancora ci accompagna e si fossero stabilizzate le risorse, ovviamente mi sbagliavo.

    La riunione “al fine di valutare soluzioni alternative” a cui sono convocati i genitori è indetta per il 4 Giugno alle 18.30.

    Vedremo

    Silvia

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...