MISURE ANTICRISI …. della repubblica delle banane

Riporto un bellissimo resoconto di un amico che va ad analizzare l’operato del Governo e nei decreti legge ultimi venuti … effettivamente anche Repubblica non è stata troppo “più buona” …

Cari amici e clienti

ho letto e riletto incredulo e poi sconcertato il testo dell’art.29 del D.L. 185 (denominato “decreto legge anticrisi”) in merito alle nuove disposizione per l’accesso alle detrazioni fiscali del 55% per interventi di risparmio energetico. In particolare, mi sconvolge il fatto che il provvedimento in oggetto, intervenga con efficacia retroattiva a ridurre drasticamente l’entità di un contributo.

LE SPESE SOSTENUTE NEL 2008

Se dividiamo il totale dei fondi che il Governo ha destinato con il D.L. a tale scopo per il 2009 riferita agli interventi del 2008 (82,7 milioni di €) con la proiezione delle domande per il 2008 presentate ad ENEA (c.a. 140.000 ad oggi sono 90.700) otteniamo per ciascuna domanda il contributo di c.a. 600 €.

Come noto l’ammontare del contributo richiesto normalmente è molto superiore, pertanto questo sciagurato intervento legislativo, priverà inevitabilmente moltissimi cittadini del contributo che hanno chiesto che noi tecnici gli abbiamo consentito di richiedere. Si può stimare nel 10% la quota di copertura totale del finanziamento in rapporto al totale degli investimenti.

Toccherà inoltre ai cittadini l’onere aggiuntivo di inoltrare una ulteriore domanda all’Agenzia delle Entrate per chiedere di ottenere il contributo, e toccherà ai tecnici l’onere di spiegare l’inspiegabile di tutto ciò ai cittadini.

GLI EFFETTI DEVASTANTI DEL PROVVEDIMENTO

Se verranno confermate queste misure tutto il settore SANO del risparmio energetico e delle energie alternative, rischia di ricevere un colpo mortale, proprio nel momento del decollo definitivo.

Sono nate e stanno nascendo molte nuove aziende nel settore, costituite soprattutto da giovani ragazzi volenterosi e pieni di sani principi. Molte di queste aziende, contavano su una legge emanata due anni fa che dava certezza di investimenti per i prossimi anni. Queste certezze stanno venendo meno.

Finalmente stavamo combattendo in maniera attiva l’inquinamento e la dipendenza energetica dall’estero, diminuendo i consumi del settore civile che rappresenta più del 40% del consumo di energia primaria del nostro Paese. Adesso non abbiamo più l’aiuto certo su cui facevamo affidamento.

Saluti dal dePerito Max Barzanti

In calce alcune magre consolazioni e flebili speranze:

1) Chi ha fatto domanda per il 55%(risparmio energetico) può usufruire delle detrazioni del 36% in 10 anni

2) Un decreto legge deve poi essere convertito in legge per divenire efficace a tutti gli effetti. Non è la prima volta che nei testi di conversione si verificano dei cambiamenti ai testi dei disegni legge, per cui nonostante il preallarme generale non mi butterei ora sotto il treno..

3)Dicono “ognuno ha i politici che si merita”. Io non me li merito non so voi

Saluti radiosi

Video di spiegazione lampade a led

Pietro mi ha suggferito la buona idea di una sezione dedicata a dei video che possano illustrare alcune interessanti iniziative prese in altri Comuni per invogliare chi magari ha poca voglia di leggere e tanta di usare il PC modello Televisione.

Basta chiacchiere, ecco il video che lui stesso suggerisce

Saluti radiosi

Energia, dubbi perplessità ed incertezze?

Dopo aver letto un interessante libro “Non è vero che tutto va peggio” scritto da Michele Dotti (un vulcano di intraprendenza e tra l’altro anche Faentino…) e Jacopo Fò e che mi ha dato una bella sferzata di energia positiva, mi è stato segnalato un bel video che lo stesso Michele Dotti ha realizzato e che riporta una interessantissima analisi sulle energie del futuro.

Chi si aspetta un’ode al nucleare rimarrà deluso per la dimostrazione di come, in fondo, anche il pensiero di ricavare energia dall’atomo sia attualmente un bluff … ma non vi voglio togliere il gusto e non ne parlo oltre; concedetevi dieci minuti!!!

Clicca per vedere il video

Il Blog di Michele è qui

Saluti radiosi

Finalmente ho spento la caldaia a gas!!!

Finalmente ho spento la caldaia ed i pannelli solari termici hanno iniziato a fare il loro importante lavoro.
Come vedete ancora nella foto i pannelli solari erano coperti ed in fase di posa ma adesso sono in funzione e riscaldano alla grande (temperatura in accumulo stasera di circa 85 gradi!!!)

Pietro mi diceva che gusto diverso c’era farsi la doccia con acqua riscaldata dal sole e non ci credevo e così, nonostante io faccia la doccia 365 gg all’anno con acqua fredda, ho voluto provare la doccia calda da pannello solare e devo dire che è veramente tutt’altra cosa!!!

Luca è venuto e ci ha sbracciato sul tetto con la gru il complesso e lassù ad attenderlo io Matteo ed anche mio suocero e dalla mattina alle 07:30 al pomeriggio alle 13:00 il complesso era fissato ….

Matteo è stato un grande nella posa di tutto, nonostante la giovane età ha una professionalità esagerata, è un meldolese (tra l’altro cugino di mia moglie) e mi ha veramente estasiato vederlo lavorare sulle finezze come appunto il by-pass per spegnere la caldaia oppure tutto il dispositivo di miscelazione termostatica.

Circa 4 metri quadri di tetto e un bell’accumulo da 3 q.li di acqua forniranno alla mia famiglia l’acqua calda necessaria in primavera/estate/autunno e aiuterà la caldaia in inverno a produrre acqua calda per i vari utilizzi visto che per poco che si riscaldi l’acqua sanitaria dal boiler dei pannelli passerà alla caldaia che così … consumerà meno gas.

Purtroppo per poter scaldare anche il termosifone si sarebbe dovuto sacrificare troppo spazio in cucina … se mai ci faremo una nuova casa certamente non mancherò di prevedere il tutto fin dal progetto!!!

Un’ultima annotazione e particolare ringraziamento all’amico Max che mi ha seguito e consigliato facendomi anche diversi calcoli e diverse analisi (qui quella relativa all’impianto realizzato…) di situazioni diverse dandomi anche preziosi consigli; un amico molto importante e prezioso che ho conosciuto grazie agli inGASati (Gruppo di Acquisto Solidale), vera dimostrazione che è vero che votiamo ogni volta che facciamo la spesa e fare la spesa insieme contribuisce a cementare amicizie e creare veri rapporti duraturi che ci aiutano tutti a vivere meglio…

Adesso vi lascio, torno sotto la doccia :-)))

Saluti radiosi

Piano energetico anche a Meldola

All’ultimo Consiglio Comunale ho appreso che sono stati stanziati 20.000€ per l’elaborazione di un piano energetico anche per il nostro territorio comunale e di questo mi felicito veramente con l’Amministrazione Comunale.

Per meglio capire l’importanza dell’energia invito chiunque a provare ad andare ad aprire l’interruttore del “contatore della luce” o a chiudere il rubinettto del Gas; provate a vedere per quanto tempo riuscite a farne a meno; da li sono certo capiremo bene che cosa sia l’energia oggi. Gia’il fatto che stiate leggendo questa riflessione significa che si consuma energia, per poca che sia, e che da qualche parte la stessa deve essere generata in qualche modo.

Ritengo che l’Energia sia, subito dopo l’acqua ed il cibo, uno dei primi beni da salvaguardare e da non sprecare assolutamente ed in alcun modo.

Per me e’ ormai non piu’ procrastinabile il fatto di fare un piano energetico anche a livello di “Comune” per capire come e dove si vuole andare a finire, magari anche in barba a dei referendum che hanno detto di NO alle centrali nucleari in Italia. Non mi voglio certo lanciare in una discussione contro le centrali nucleari in questo articoletto ma sono fermamente convinto che prima di essere contro una soluzione piuttosto che un’altra, per soddisfare il bisogno di energia che abbiamo, sia fondamentale fare il punto di dove siamo analizzando il dove, come, quanto e quando consumiamo. Continua a leggere “Piano energetico anche a Meldola”

Distribuzione d’acqua di Ridracoli in tempo reale

Scopro grazie ad un commento sul blog degli amici di Vecchiazzano che e’ disponibile on-line ed in tempo reale sul sito di Romagna Acque la distribuzione dell’acqua potabilizzata nelle aree servite dall’acquedotto della Romagna.

Romagna Acque e’ una S.p.A. e l’acqua a me non piace privatizzata ma … non posso cambiare le cose da solo quindi almeno godiamoci lo spettacolo e capiamo dove va a finire l’acqua che il cielo ci manda …

Se poi volete vedere il  livello della diga di Ridracoli (vedasi sezione “Dati di Esercizio” – “Grafico dell’invaso”) … non c’e’ che da accomodarsi

Saluti radiosi

Il Nucleare e la casta!

Siamo in periodo elettorale quindi e’ meglio fare la tara alle segnalazioni che provengono dai media su un argomento cosi’ spinoso ma questa notizia del nucleare bipartisan mi ha lasciato esterefatto.

A quel punto occorre cercarsi notizie possibilmente autorevoli ed anche circostanziate e quando si parla di energia penso che la Aspo sia una buona fonte e cosi’ la lettura di questo documento e’ piuttosto sconvolgente … pensa te la Francia che sembrava avesse risolto ogni problema con il nucleare e praticamente non avesse piu’ bisogno di petrolio … e noi che facciamo??? Cercheremo di seguirla!!!

Poi mi imbatto anche in un comunicato stampa di un politico candidato nelle file della sinistra arcobaleno alle prossime elezioni che mostra possibili siti delle prossime centrali nucleari… e resto definitivamente sbalordito (segnalo che Ravenna e’ nella piantina …).

A questo punto in vena di contadino quale sono chiedo: se abbiamo dobbiamo portare dell’acqua in una cisterna che ha tanti piccoli fori e invece di chiudere sti fori pensiamo di cambiare le dimensioni della gomma o mettere una nuova pompa con un’ulteriore gomma senza occuparci dei fori come potremmo essere considerati normali?

Ma d’altronde il PIL deve aumentare e per farlo aumentare e’ meglio sperperare acqua e cambiare gomme che mettersi a rattoppare i buchi!!!! (Non accenno nemmeno al mare di possibili rivoli che potrebbero prendere i fondi pubblici necessari a costruire le centrali rispetto a quelli che invece si spenderebbero per

W l’Italia bipartisan dei secchi sfondi!!!

Saluti radiosi

P.s.: Certo che al loro personale conto in banca i nostri politiconi Nazionali ci hanno pensato bene … W chi non si ricandida!!!

P.s.2: Grazie a loro per avermi fatto tornare la voglia di andare a votare!!!!