Resoconto incontro comitato mensa 29/11/2017

Ore 18:45 arrivo in ritardo… quindi qualcosa mi sono perso
Sta parlando il Magazziniere che riceve la carne e la merce in generale ma con riferimento specifico ai controlli sulla carne
La carne rossa arriva da Consorzio Valbidente. Quando arriva la carne chi la riceve controlla e compila una scheda in cui segnala temperatura della merce, stato della stessa ed altri parametri in modo rigoroso.

Valentini (Presidente)
Da quando Lui stesso è Presidente ha avuto circa 3 ispezioni dei NAS da cui, a fine visita particolaremente rigorose, hanno avuto anche i complimenti.
Anche per l’ultima emergenza carne sono arrivati i NAS che anche in questo caso sono usciti senza rilevare problemi.

Dott.ssa Milillo:
Ha sempre lavorato per il bene del servizio ed è ben tranquilla che tutto quello che ha fatto e messo insieme negli anni ha contribuito a raggiungere questo perfetto risultato.

Mario (cuoco che lavora la carne)
Quando arriva da magazzino la carne controlla lo stato della stessa, se ci sono sacchetti aperti o carne strana si attua la procedura di non conformità che rispedisce al mittente le partite di carne che non si reputano idonee. Vengono applicate penali nei casi in cui la carne non è idonea. Alcune ditte sono state perfino escluse dall’appalto. Continua a leggere “Resoconto incontro comitato mensa 29/11/2017”

Annunci

Resoconto conferenza “Corretta alimentazione” del 15/02/2014 c/o ISSD

Alle 11:00 quando sono arrivato la Dott.ssa Cortesi Claudia aveva già iniziato intervento, spero non aver fatto troppi errori di trascrizione!

I disturbi alimentari attuali al contrario delle credenze non vedono in aumento bulimia ed anoressia, quello che è preoccupante è che cala l’età dei ragazzi coinvolti da queste malattie.
Occorre prestare attenzione a mantenere bilanciate assunzione di calorie e consumo energetico.
Uno spuntino pomeridiano ad esempio con tubetto di pringles e barattolo di coca cola da 800 Calorie delle 2000 che servono in una giornata media senza apportare proteine. Come Calorie equivale a circa 350 gr di spaghetti con il pomodoro (chi riuscirebbe a mangiarne così tanti?)
Quel che si mangia in tutto un giorno dovrebbe stare in un piatto. Max 3-4 volte la settimana mangiare carne.
Ora è in auge la nutraceutica (alimenti che hanno una funzione benefica sulla salute umana) anche se con un’alimentazione variegata è perfettamente inutile. In aumento l’ortoressia (attenzione patologica alle regole alimentari e alla scelta del cibo.
Spiega poi che in Emilia Romagna circa il 25% della popolazione è sovrappeso e sono purtroppo in aumento casi di diabete pediatrici. Continua a leggere “Resoconto conferenza “Corretta alimentazione” del 15/02/2014 c/o ISSD”

Mio resoconto incontro Comitato Mensa COMEDA del 15/03/2012

Milillo fa una rapida carrellata sul servizio mensa. Consegna a tutti i presenti un po’ di documentazione come materiale formativo ed informativo.
Si fa una rapida presentazione del lavoro del COMEDA (COmitato Mensa ed EDucazione Alimentare) e del processo che negli anni (un cammino di circa 12-13 anni) ha portato ad avere nella tavola dei nostri figli non solo prodotti certificati biologici ma soprattutto locali creando così indotto e permettendo di creare ricchezza localmente. Ora siamo a circa il 70% di prodotti locali di questo tipo: Verdura, frutta, carne, parmigiano, pasta. Tutto questo senza aumentare sensibilmente costi del pasto e senza gravare in modo pesante sulla collettività con stanziamenti dall’Amministrazione ridotti e mirati (si annovera ad esempio il progetto delle stoviglie compostabili ma non solo) e grazie principalmente a economie di scala ed aumento del numero di pasti preparati.
Si evidenzia, e si conviene fra i membri del COMEDA, l’importanza della formazione della “cultura” alimentare e si sottolinea come la vera Cultura sia fatta un singolo passetto alla volta e il contributo degli insegnanti nei vari cicli di studio è fondamentale. Continua a leggere “Mio resoconto incontro Comitato Mensa COMEDA del 15/03/2012”

Resoconto incontro COMEDA 20 Gennaio 2011.

Per l’Istituzione presenti: Consigliere Bertaccini Francesco, Dott.ssa Milillo Maria Alfonsa, Dott.ssa Giuseppina Campo (Giusi per gli amici). Per gli insegnanti presenti: Renzi Nicoletta per Asilo Nido, Bertaccini Paola per la scuola Primaria, Colangelo Donatina per le Scuole Secondarie di primo grado. Per i genitori presenti: Mengozzi Matteo, Errichetti Davide, Briccolani Paolo, Zeccherini Silvia, Finelli M. Concetta, Zecchini Silvia, Malpede Mirna, Mambelli Licia, Arpinati Loretta, Vignali Alessandra, Mambelli Licia, Zambelli Anna Maria, Venezia Pietro, Giunchi Romeo, Boattini Alessandra, Naldini Achille

L’incontro parte alle 18:40, Bertaccini spiega che alla fine dell’incontro, verso le 20:30, ci sarà una degustazione di alcune portate dal menù dei nostri ragazzi e che il precedente incontro prima di Natale è andato deserto per problemi di neve e così questo è ufficialmente il primo incontro di quest’anno scolastico. Passa poi a presentare la Dott.ssa Milillo e la nuova dietista Giuseppina.
Milillo sottolinea il significato del termine COMEDA che non è solo COmitato Mensa ma anche EDucazione Alimentare. Entro l’anno si vuole far passare in delibera dell’ISSD il regolamento, di cui si può leggere qui la storia …, del COMEDA per renderlo un vero e proprio atto giuridico quindi invita, dopo averne consegnato copia a tutti i presenti, a valutare eventuali integrazioni e proporle direttamente quanto prima (tu che leggi sul blog puoi commentare le tue integrazioni, modifiche).
Spiega l’operato e le aree di azione dell’Istituzione ai Servizi Sociali ai nuovi intervenuti.
Ribadisce che frutta e verdura sono biologiche e territoriali e vengono fornite analisi sia in grafici sia in tabelle che vanno ad approfondire questa “territorialità”  prendondo in esame l’anno 2010. Il progetto iniziale che ci ha portato a questo traguardo ha visto il coronamento con il progetto europeo bio-food di cui Meldola è parte integrante e promotrice. Continua a leggere “Resoconto incontro COMEDA 20 Gennaio 2011.”

Mensa di Meldola a che punto siamo?

Sinceramente è un pò che non riesco a trovare il tempo di scrivere questo articolo ma dopo il recente incontro tenuto a Meldola con il Gruppo di Acquisto Solidale sento la necessità di provare a fare il punto per quello che ho realizzato e assodato nel tempo in merito alla mensa meldolese.

Avevo salutato con estremo piacere e con due dita in segno di vittoria gli sviluppi ottenuti con l’insediamento del nuovo Consiglio di Amministrazione presso l’Istituzione Davide Drudi (che gestisce la mensa centralizzata del nostro comprensorio) ma ora vediamo di fare il punto, che sarà mia cura riportare puntualmente, dopo aver assistito al prossimo incontro del COMEDA che mi hanno anticipato oramai imminente.

Chiederò da quanto tempo i nostri figli mangiano la carne locale, il pollo, il parmigiano i formaggi molli e la pasta come è stato deliberato in Consiglio … e che ci era stato annunciato in avvio con l’inizio di quest’anno scolastico dal Consigliere Francesco Bertaccini; penso che in quasi un anno e mezzo dalla delibera del Consiglio di Amministrazione probabilmente saremo andati anche oltre e sono veramente curioso di saperne di più.

So per certo che a Forlimpopoli da gennaio 2010 la carne rossa proviene da Cusercoli e viene macellata a S.Sofia ed è stata riattivata una stalla dismessa dando anche del lavoro proprio per garantire l’approvvigionamento della mensa, chissà invece la provenienza della carne rossa meldolese.

Nel frattempo so anche per certo che Mengozzi ha perso l’appalto della frutta e verdura in favore dell’azienda Clorofilla di Sarsina ma qualcuno mi ha messo il dubbio che la stessa produca il 51% di quanto rifornisce alla mensa (che pare fosse alla base della gara di appalto) e questo lo ritengo più che indispensabile per mantenere la via che avevamo segnato come comitato mensa … quale momento migliore quindi per avere informazione dall’Istituzione per capire esattamente cosa è prodotto da Clorofilla e cosa no.

Sulle analisi di impatto ambientale e di CO2 emessa con le produzioni locali fatte dalla Bicocca so che abbiamo segnato il passo ma non dispero che ci sia comunque una attenta analisi, magari fatta da altri esperti degni di altrettanta fiducia, perchè è assolutamente importante tenere tracciati i nostri progressi nel giusto senso.

 E poi ci sarà il discorso della frutta alle scuole per merenda che anno scorso era da agricoltuta biologica, fresca e intera e utilizzava la manovalanza dei bambini anche per cercare di farli screscere consapevoli di come madre natura ce la doni e della stagionalità e che ora (rientrando nel progetto europeo frutta nelle scuole)  per un paio di volte la settimana invece è confezionata sotto vuoto dalla apofruit a Longiano, messa in vaschetta di plastica (non producevamo più rifiuti plastici da almeno tre anni…), è coltivata con produzione integrata, da conservare in frigorifero fino al consumo e con antiossidanti come l’acido ascorbico … pensa te che impatto ambientale ha una tale scelta … e che costi avrà per la Comunità Europea (ma chissà poi chi glieli da questi soldi alla Comunità Europea????

Insomma, avremo spazio per confrontarci e per discutere e anche per applaudire i passi avanti fatti e criticare quelli indietro …

Altre idee e questioni da affrontare sull’argomento?

Saluti radiosi

Resoconto incontro Comitato Mensa Meldola del 27/05/2010

Partenza ore 18:40 praticamente puntuali. Per l’Istituzione presenti tre cuochi, la Dietista Dott.ssa Felicita, la Responsabile alberghiera Dott.ssa Milillo, il Vice Presidente Geom. Bertaccini; per i genitori circa 15 presenze, due insegnanti di primaria e una del Nido.

Sui questionari da poco distribuiti ai genitori delle scuole primarie viene presentato un resoconto sintetico da cui, come aspetti salienti, emerge che a fronte di 377 questionari circa distribuiti ne sono rientrati il 94% (Ottimo risultato!)
Dall’analisi di questi emerge che il 94,3 % di questi genitori è a conoscenza dell’importanza del consumo di frutta a merenda; il 78,6 % conosce l’importanza della frutta fresca biologica. I bambini (50,3%) consumano tra 1 e 2 frutti in più al giorno (rispetto a prima del progetto) e in terza e quinta questo già ottimo risultato è migliorato per giungere al 55 e 57%; i genitori sono soddisfatti del progetto al 77%.

Le maestre presenti rilevano un aumentato appetito nei bambini a pranzo nei giorni della merenda a base di frutta nonostante i questionari dimostrino che apparentemente questo risultato è vero solo per il 46% dei genitori. Fino alla terza i bambini mangiano meglio la frutta, quando arrivano alla quinta invece fanno + fatica. Ci sono comunque classi che finiscono il giorno successivo la frutta avanzata il giorno prima. Emergono alcuni problemi per delle classi 4^ in cui la percentuale di genitori che ritiene il progetto della frutta a scuola un’imposizione è più alto rispetto alle altre classi (5% contro 1,8% medio) Continua a leggere “Resoconto incontro Comitato Mensa Meldola del 27/05/2010”

Resoconto della riunione del COMEDA di giovedì 19 novembre 2009.

Eccomi nella mia prima esperienza da verbalizzatrice, spero di non deludervi.

Genitori presenti:

Mengozzi Matteo
Sacco Annamaria
Errichetti Davide
Briccolani Paolo
Marchi Erica
Zeccherini Silvia
Cappelli Alice
Finelli M.Concetta
Sirotti Stefania
Mambelli Licia
Marchi Deni
Marchi Erica
Campana Antonella
Fornasari Marialuisa
Calzolari Dino
Venezia Pietro
Peron Paola
Vignali Alessandra

Presenti anche la dottoressa Melillo in qualità di coordinatore, Francesco Bertaccini (vice presidente dell’istituzione) e la dietologa Francesca Felicità, che ha creato il nuovo menù.

Si comincia alle 18:30 e la dottoressa Melillo presenta Francesco Bertaccini e la dottoressa Francesca Felicità. Continua a leggere “Resoconto della riunione del COMEDA di giovedì 19 novembre 2009.”