Acqua, traditi 27 milioni di Italiani … e anche tutti noi … che fare della riduzione del servizio idrico subito?

Ebbene si, siamo partiti dalla riduzione dell’acqua  e siamo arrivati allo sfinimento!

Dopo aver analizzato diverse possibilità con il legale, valutate diverse opzioni, ricevuti e graditi solidarietà e stimoli ad “andare fino in fondo”, condivise con il Comitato Acqua ed il Forum Nazionale dell’acqua le possibili opzioni, la mia famiglia deve prendere una decisione.

In punta di diritto, cari con-cittadini e co-contribuenti di questo nostro Stato Italiano, il referendum del 2011 sanciva l’abrogazione della “remunerazione del capitale investito” che era al 7%. Questo è stato eseguito, naturalmente all’italiana, e cioè cambiandogli il nome e trasformandolo in “oneri finanziari e fiscali” e portandolo al 6,4% circa in totale. Mi ricorda tanto un altro referendum sull’abrogazione del “finanziamento pubblico ai partiti” che tutti noi sappiamo come è andato a finire e come sia migrato a “rimborsi elettorali”!

Insomma sull’acqua non si possono fare i profitti e così gli italiani sono stati “ripagati” con uno sconto dello 0,6% …. pensa te! Continua a leggere “Acqua, traditi 27 milioni di Italiani … e anche tutti noi … che fare della riduzione del servizio idrico subito?”

Annunci

IMU vs TASI a Meldola

Con la doverosa premessa che sono orgoglioso di pagare le tasse, la mia “consulente fiscale” ha fatto i calcoli per la nuova TASI che tanto elegantemente ci è stata “donata” per sostituire la cara vecchia IMU (sull’abitazione principale) che un “lungimirante” governo ci aveva rimosso.

Ebbene con l’IMU avremmo avuto, con mia moglie, una discreta detrazione base (200€) più anche una detrazione per ogni figlio (50 € a figlio … almeno ci avrei pagato un paio di scarpe(tte) per uno…).

Ma finalmente è arrivata la TASI per la quale il Comune di Meldola ha deciso che le detrazioni invece si basano sul valore dell’immobile; oltre a questo al Comune spetta decidere l’aliquota che può variare dal 1 al 3,3 per mille … e naturalmente noi a Meldola ci siamo attestati al 3,3 per mille .

Ebbene chi vincerà secondo voi la sfida in oggetto?

Dai che è intuibile … a casa mia TASi batte IMU 1,47 a 1

Perdonatemi se, da ora in poi, DIFFIDERO’ di chi prometterà di ridurmi le tasse o di togliermene una, una a caso ….

Saluti radiosi

Resoconto incontro sulla scuola 17 marzo 2014

Presenti circa 25 genitori e 4 Professoresse + 1 maestra + un assistente ATA.

Viene spiegato che il fondo d’Istituto di 3 anni fa ammontava a circa 100.000€ mentre per questo anno scolastico sono stati stanziati circa 23.000€. Finora si è cercato di tagliare il più possibile servizi non indispensabili andando il meno possibile a ritoccare la didattica ma con questi tagli non si può che agire anche sulla qualità della didattica stessa.

Questi fondi servono di solito si utilizzano ad esempio per:

  • Le assenze di docenti; non si riescono sempre a sopperire con docenti supplenti e così i bambini/ragazzi delle classi senza professore vengono suddivisi su più classi generando rallentamenti al programma didattico per tutti.
  • Questi frazionamenti dei ragazzi generano anche alcuni problemi alla sicurezza in quanto le classi normalmente da 20-25 allievi ne vengono ad avere 30 ed anche più.
  • incentivo per il servizio di responsabile di laboratorio che fino ad anno scorso toccava a chi gestiva i laboratori, rimosso;
  • Rimborso spese per professore coordinatore di classe, rimosso;
  • finanziamento corsi di recupero ridotti pertanto per il recupero anche le famiglie dovranno “impegnarsi” privatamente;
  • funzioni strumentali fortemente tagliate (possibilità di seguire nell’orientamento i ragazzi di 3^ media, aggiornamento ed integrazione POF, progetti didattici con esperti ridotti a quelli in cui gli esperti intevengono a titolo gratuito, ecc.)
  • Il contratto dei docenti non è stato rinnovato dall’anno 2006 e sono anche stati bloccati gli scatti di anzianità degli insegnanti.

Insomma le prospettive sono piuttosto fosche e si è optato quindi per cercare intanto di partecipare alla stesura di una lettera aperta a firma dei genitori per sensibilizzare del problema sia l’Amministrazione pubblica che la cittadinanza che il Ministro dell’Istruzione. Sono state raccolte circa 9 mail di genitori a cui aggiungere i membri del Consiglio d’Istituto per la stesura e condivisione della lettera per un giorno della prossima settimana (seguiranno convocazioni ma se uno vuole partecipare … commenti … sotto :-))

Predisposta la lettera la condivideremo con tutti i rappresentanti di classe affinchè si raccolgano le firme di quanti più genitori possibile. Fatto questo valuteremo anche altre possibili azioni come sit-in, ed altre inziative … insieme … ce la faremo!

Saluti radiosi

Chi va?

Pagine da rassegna stampa 27 10 2010 meldolaIo sarò lì in ispirito, ma col corpo sarò tra Bologna e Modena. Partecipate numerosi, e uno (non sempre il radioso che con tutto l’amore del mondo ci ha sfinito) faccia una bella relazioncina, dài!!

Amministratori piccolini piccolini … Ma efficaci!

Mi sa che forse sarebbe da rivedere la posizione che il nostro attuale sindaco aveva preso con il ti impegni a (vedi risposta 3 e 4)

Michele Dotti (un grande!!!) che coordina il Consiglio dei Ragazzi di Cervia (nemmeno troppo in la …) scrive nel suo blog:

E’ davvero incredibile vedere questi piccoli consiglieri discutere civilmente e ordinatamente fra loro, individuare dei temi, parlarne con calma e intelligenza, ordinarli per priorita’ e tradurli poi in proposte semplici ma concrete da presentare al Consiglio dei grandi, come lo chiamano loro”.

Intanto questi ragazzi si sono “curati” i loro percorsi casa/scuola attivando il sevizio piedibus e si sono allestiti e preparati un giardinetto oltre a organizzarsi della cartellonistica stradale … basterebbe ascoltarli i ragazzi … ci darebbero soluzioni che noi nemmeno ci sogniamo … forse solo per nostra miopia …

Saluti radiosi