Un interessante incontro sulle Droghe

Non preoccupatevi … sono ancora in ferie e questo e’ un inserimento programmato, stavo male con l’idea di non rompere le scatole a nessuno per tutta una settimana 🙂

Era un po che seguivo la storia dia’‚ Alberto un ragazzo di Castrocaro come tanti che, trovato in possesso di una modica quantita’di hashish e dopo svariati articoli sui quotidiani, ha deciso di suicidarsi.

Ora, proprio per capire qualcosa di piu’ su queste tanto vilipese “droghe” proprio gli amici di Alberto organizzano un interessantissimo incontro a cui non manchero’ anche se tornero’ dalle vacanze proprio la mattina di quel giorno.

Chi pensa di partecipare puo’ commentare l’articolo che sara’l’unico che guardero’ nella giornata del mio rientro (rientrero’ gradualmente nel PC… 🙂 ).

10 SETTEMBRE 2007 ORE 21,00
CASTROCARO TERME PADIGLIONE DELLE TERME

DROGHE – DEMONI & MITI affinche’ la perdita di Alberto non resti solo un fatto di cronaca

incontro – confronto sui temi dell’intolleranza, della responsabilita’, dell’educazione e dell’informazione civile. Un’occasione di dialogo fra genitori, figli e operatori socio-culturali

sono previsti interventi di:
DON ANDREA GALLO – comunita’san benedetto al porto – Genova
DON DARIO CIANI – Comunita’di Sadurano .- Castrocaro Terme
il presidente dell’Ordine dei Giornalisti dell’Emilia Romagna

senza patrocinii, sponsor o contributi

“Dei giovani bisogna saper ascoltare le parole ed avere il coraggio di spenderle insieme” (Franco Floris ” direttore della rivista Animazione Sociale edita dal gruppo Abele)

Non spendo altre parole oltre a quelle che ho gia’dedicato ad Alberto sul mio vecchio blog.

Spero di non essere l’unico Meldolese presente quella sera ma, anche se fosse, ne saro’ comunque fiero!!!

Saluti radiosi

Buon ferragosto!!!

Mercoledi’ 15 di Agosto: Ferragosto

Tutti in ferie, chi al mare, chi ai monti, chi nel proprio letto a godersi l’infrasettimanale festivo; Ferragosto mi piace perche’ e’ nata come festivita’tipicamente contadina che arrivava in un periodo in cui i lavori nei campi erano finiti (ed io devo ancora trapiantare la coltivazione autunnal/invernale peraltro).

Buon ferragosto a tutti voi, nessuno escluso, ma in particolare a chi non si puo’ permettere le ferie in questo periodo (e non solo per motivi economici).

Domani sera, per chi ne ha voglia ed e’ in circolazione (e magari legge l’articolo per tempo) ci troviamo alle ore 09:00 al Gnak con Corinna che e’ tornata dalla Finlandia e risolvera’lea’‚  nostre curiosita’raccontandoci anche qualche aneddoto prima di ripartire a breve e tornare la’. (E’ probabile che dopo ci trasferiamo alla Mandragola…)

Saluti radiosi e riauguri

Libri???

Libri:

Meglio non leggerne, come peraltro fa una buona fetta di Italiani, cosi’ non si corre il rischio di farsi delle proprie idee, di non credere piu’ ai telegiornali ed alla pubblicita’e, soprattutto, di crearsi una propria personalita’critica.

Saluti radiosi

Il concetto di tempo e di puntualità

Onestamente il fluire del tempo mi affascina e mi piace vedere gli effetti del tempo sulle persone. Ho faticato parecchio a distaccarmi dall’orologio che puntualmente guardavo ogni 20-30 minuti diventando quasi schiavo del tempo; forse schiavo no, ma sicuramente il mio rapporto con il tempo non era dei migliori. Gli appuntamenti erano per me una spada di Damocle e mi ritrovavo ad arrivare con mezz’ora di anticipo e rigirarmi, leggere, sbuffare,a’‚  farmi il manicure per attendere l’orario.

Ho dovuto lavorare parecchio per cercare di “disintossicarmi” dall’orologio e chiedo, a chi pensa sia una bazzeccola, di provare a lasciare l’orologio sul comodino una mattina per vedere come si trovano. Va’detto che comunque tra telefonini, orologi pubblici, orologi pubblicitari e chi piu’ ne ha piu’ ne metta (perfino le caldaie hanno l’orologio al giorno d’oggi) sicuramente non si resta completamente straniti dal tempo.

Ebbene, dicevo, mi piace guardare l’effetto del tempo sugli altri ed oggi voglio provare a fare una analisi di alcune situazioni:

  • Il medico specialista con cui hai appuntamento di solito raramente rispetta l’orario ed alle lamentele generalmente fa rispondere dalle sue assistenti; a volte ho personalmente affrontato il discorso con alcuni di loro per fargli presente che non li avrei piu’ rivisti e questi si sono aggrappati agli specchi in modi a volte esilaranti;
  • Ieri sono andato a Mirabilandia con la famiglia (ogni tanto qualche concessione controvoglia tocca anche a me); l’orario di entrata era le 10:00. Con mia somma meraviglia si poteva entrare gia’prima ma quando abbiamo passato la biglietteria e la prima parte di negozi (cosa non si fa per il marketing…) ho trovato due assembramenti di gente che aspettava a due passaggi obbligati; alle 10:00 in punto i due cancelli si sono aperti in contemporanea … ottimo!!!
  • Ai Consigli Comunali che hanno un orario di inizio (solitamente 20:30) di solito arrivo puntuale e vedo che nei bar della piazza alcuni Consiglieri si sorseggiano il caffe’ oppure l’amaro per poi giungere nella sala del Consiglio anche con 10/20 minuti di ritardo; altri gruppi sono in riunione pre-Consiglio ed anche loro finiscono puntualmente in ritardo sulla tabella di marcia e giungono nella sala del Consiglio in ritardo rispetto all’orario previsto, in pratica prima delle 08:50 non si da mai inizio ai lavori del Consiglio (per completezza comunque va detto che qualche consigliere e’ anche puntuale e, con pochi altri, attende il completamento del consesso).
  • La messa della domenica: solitamente vado a quella delle 11:00 ed e’ sempre ultrapuntualissima (ma li forse le campane aiutano a fissare il tempo… 🙂

Orbene, potrei continuare con altri esempi ma preferisco fermarmi qui’; adesso vi chiedo:

  1. che rapporto avete con il tempo e la puntualita’?
  2. Se andate dal medico (dietro lauto compenso che richiede alla fine della prestazione) e questo ha un ritardo, come la prendete?
  3. Se dopo aver pagato 96 euri per entrare in un parco giochi vi avessero fatto entrare con un ritardo di svariate decine di minuti cosa avreste pensato?
  4. Se per la funzione religiosa domenicale vi facessero attendere a volte 10, a volte 15, a volte 20 minuti prima dell’inizio e conseguentemente anche per la fine della stessa, come la prendereste?

Potrei andare avanti anche qui, ma penso che ognuno possa serenamente avere spunti per le riflessioni che ritiene piu’ opportune; anche la puntualita’e’, per me, una forma di rispetto per gli altri e il ritardo va annunciato e non essere soprattutto … cronico, altrimenti svanisce anche il rispetto!!!

Saluti radiosi

L’istruzione del nostro futuro o il futuro del nostro turismo?

Apprendo ora da un’ANSA dui cui riporto il testo perche’ queste notizie dopo pochi giorni spariscono dall’archivio ed io non so come altro fare per farne rimanere traccia:

Vacanze estive accorciate e allungamento di quelle pasquali, a partire dall’anno scolastico 2008-2009. Lo annuncia Rutelli. Il calendario cambia per adeguare la proposta turistica alle esigenze delle famiglie. Sulla revisione dei calendari scolastici, anticipa il vicepremier, e’ stata trovata l’intesa tra ministero della Pubblica istruzione e dipartimento del Turismo presso la Presidenza del Consiglio.La proposta verra’trasmessa alla conferenza Stato-Regioni per l’approvazione.

Io pensavo che la scuola e le relative vacanze dovessero essere valutate in funzione delle esigenze di istruzione e dell’ottimizzazione dell’apprendimento ed invece …. anche la scuola e l’istruzione dei nostri figli deve adeguarsi alla “proposta turistic”.

Io onestamente resto completamente basito ma non mi spingo oltre perche’ potrei rischiare una denuncia se lo facessi!!!

Poi, per fortuna, vedo che Gustavo Selva ha ritirato le sue dimissioni ed allora mi riprendo subito … magari si potrebbe andare tutti in vacanza in ambulanza!!!

Mi sa che dovro’ proprio essere un attivista del V-Day!!!

Saluti radiosi

La Soprintendenza sull’ex macello

Con questo articolo intendo principalmente pubblicare le risposte della soprintendenza archeologica alla richiesta dell’Amministrazione Comunale di “verifica di interesse culturale” per le quali ringrazio infinitamente Francesco. Pur essendo attempate sono pero’ al momento le uniche risposte ufficiali da enti terzi al Comune.

Provando a leggermi anche l’articolo 10 e 12 della legge citata nelle risposte (incredibile come si riesca a reperire oramai tutto in rete…) sono giunto ad alcune considerazioni personali che non mi trovano completamente d’accordo con la Soprintendenza e cosi’ gli ho scritto. Continua a leggere “La Soprintendenza sull’ex macello”

Me ne frego!

Ieri c’e’ stata una riunione della maggioranza.
Hanno ribadito la decisione!
Il macello si tira giu’. Ci costruiranno un parcheggio.
Cosi’ i meldolesi perderenno l’unica possibilita’di avere, in pochi anni, una struttura in cui ospitare servizi.
Per ripristinare l’Ospedale vecchio (via Cavour), lo spazio che oppongono all’ex macello, ci vorranno ottimisticamente 10 anni.
Complimenti, ottima scelta.
Non hanno fatto i conti con i meldolesi, vi pare?