Altri virtuosismi permessi dalla finanziaria 2008 o attuate nel territorio Italiano

Leggendo una interessante recensione dal blog di Jacopo Fo segnalo alcune cose particolarmente interessanti.

La Finanziaria 2008 assegna ai Comuni importanti responsabilita’: dare un segnale forte e positivo sul territorio, direttamente ai cittadini, per mezzo della possibilita’di ridurre l’ICI, a fronte della installazione del solare termico o di altri sistemi di produzione di energia da fonti rinnovabili; dare, allo stesso tempo, un segnale forte di rigore, imponendo, per il rilascio del permesso a costruire, non soltanto la certificazione energetica dell’edificio, ma anche la predisposizione al recupero delle acque meteoriche: accanto al risparmio di energia, il risparmio dell’acqua! Continua a leggere “Altri virtuosismi permessi dalla finanziaria 2008 o attuate nel territorio Italiano”

Le cartucce da stampante esauste ed i vecchi cellulari possono aiutare MSF

Proprio cosi’, possiamo aiutare Medici Senza Frontiere ed anche l’ambiente smaltendo in modo opportuno le cartucce ed i toner delle stampanti esausti nonche’, magari, i cellulari usati.

Onestamente io mi sono dotato di kit e le cartucce me le ricarico da me e con questa stampante ho su la seconda serie di cartucce da quando l’ho acquistata (2,5 anni) quindi con me faticherebbero parecchio a riempire la scatola ma magari con diversi uffici, scuole, imprese si potrebbe effettivamente rendere un gesto di routine un effettivo gesto di rispetto della natura e del prossimo insieme.

Mi informero’ di cosa e come gestiscono le cartucce le scuole e se si possa coinvolgere anche i bambini (che porterebbero le loro famiglie in dote) in questo progetto. Non lasciatemi solo a farlo 🙂

P.s. Intanto ho prenotato per l’ENEL di Ravenna un paio di scatole di raccolta … stiamo a vedere che succede 🙂

Saluti radiosi

Virtualmente virtuosi??? Molto meglio essere praticamente virtuosi!!!

Ebbene, alla fine vale la pena provarci; sono in contatto gia’ con diversi amici, interessati a ritrovarsi a discutere di qualche possibile virtuosismo da proporre agli amministratori ed ai politici della nostra cittadina.

L’idea e’ quella di fare una tavola rotonda (va bene anche quadrata…) in cui confrontarsi su qualche idea che ci permetta di risparmiare o, meglio, permetta di liberare risorse economiche, e non solo, per obbiettivi o per “miglioramenti ambientali” che potrebbero andare in favore di tutta la citta’.

Lo spunto e’ venuto proprio da recenti incontri con amici e da un articolo recentemente apparso sul blog della lista civica “La tua Meldola” seguito poi da una serie di commenti molto piacevoli e che consiglio di leggere.

Non possiamo permetterci di osservare semplicemente cosa ci succede attorno, vedere possibili cambiamenti validi e lasciarli morire nei nostri pensieri. In fondo Meldola e’ di tutti noi, nessuno escluso!!!

Spero che l’incontro sara’ una buona occasione per ritrovarsi insieme e, costruttivamente, gettare le basi di quello che potra’ diventare un “movimento di meldolesi virtuosi” con cui insieme riuscire a creare belle occasioni di confronto sereno e qualche proposta concreta da vedere poi realizzata in pratica ed in tempi ragionevoli.

Non posso credere che chi leggera’ questo articolo non abbia nemmeno un’idea o un suggerimento, magari legato alla sua esperienza lavorativa oppure alle sue sensibilita’ economiche (risparmiare e veicolare meglio i fondi pubblici, cioe’ interessarsi di dove vanno a finire i soldi delle nostre tasse, penso interessi a tutti)!!!

Avanti allora, per il momento fissiamo la data a lunedi’ 18 febbraio alle ore 20:30, in funzione di quanti saremo allora decideremo il luogo del ritrovo … magari affittiamo il teatro Comunale 🙂

Io mi offro gia’ fin da ora come verbalizzatore e qualche idea l’ho gia’ messa insieme (alcune anche gia’ pubblicate, altre anche qui’)…. e tante altre sono certo arriveranno.

Non deludiamo il prossimo e facciamoci avanti commentando sotto la nostra presenza!

Saluti radiosi

Riciclo dei rifiuti … qualcuno c’è!!!

Degli amici di Forli’ si apprestano ad andare in visita ad una ditta veramente all’avanguardia, capisco che leggere costa fatica quindi almeno invito a guardarsi un filmatino di circa 11 minuti

http://www.centroriciclo.com/else/video.wmv

Spero almeno che i soliti detrattori della frase:

Cosa vuoi stare li a differenziare che tanto va a finire tutto nello stesso calderone (o meglio: inceneritore)

me la risparmino!!!

Magari invece che pensare a impianti di combustione a biomassa per Meldola … potrebbe essere un’idea forse meglio congegnata … e che porterebbe occupazione certa e duratura!!!

Grazie a Michela per la segnalazione.
Saluti radiosi

Il porta a porta ed i suoi costi

So che nella settimana sono apparsi diversi articoli (Carlino, Corriere, La Voce) nella stampa circa interventi del Presidente della Provincia di Forli’ Cesena che presentavano i risultati dell’esperienza del porta a porta forlimpopolese e che anticipavano anche nuove sperimentazioni a Forli’ ed a Cesena.

La nostra Amministrazione aspettava i risultati dell’esperienza di Forlimpopoli, risultati che gentilmente il MIZ (grazie Barbara anche per gli articoli di cui sopra …) ci mette a disposizione gia’ da tempo e che volendo potevano essere semplicemente richiesti all’ATO competente … spero possano bastare.

Adesso magari vedremo allungare le liste dei comuni che proveranno tale sperimentazione … o preferiamo incenerirci tutto il nostro futuro?

Saluti radiosi

P.s.: io Onestamente comunque sono sempre piu’ propenso alla riduzione dei rifiuti … ma e’ gia’ difficile per alcuni affrontare la discussione su qualcosa che si prova vicino a noi … figuriamoci affrontare idee totalmente rivoluzionarie come il Riutilizzo ….

Aggiornamento: Ecco anche quanto salta fuori dalla conferenza Stampa del Presidente della Provincia Bulbi … lettura veramente interessante!!!a’‚

dottoressa gentilini docet…

bellissima intervista sulla dott.gentilini ( forlivese!!!!) sul danno degli inceneritori. ce n’e’ per tutti. dai politici ottusi, alle sciocchezze dei media, agli studi scientifici falsi e deviati per obbedire al potere…

il video e’ tratto dal blog di grillo.

sempre sulla raccolta differenziata

molti di voi penseranno: ma questa differenziata sara’ poi cosi’ comoda? o ci creera’ disguidi? e quanto ci vorra’ per metterla in pratica?

ecco un esempio concreto di un comune che un bel giorno ha deciso, poche parole e subito fatti. e tutt’altro che impossibili. e meldola? ci stiamo girando i pollici?

Software libero, perchè?

Avevo annunciato che sarei passato a linux … cosa mi ci aveva fatto pensare?

Partendo da un amico informatico che lo utilizzava e ne parlava moooolto bene (che ci fece anche una lezioncina di Word Press, altro programma “libero” con cui per esempio anche un impedito come me riesce a gestire questo sito) passando ad un blog di uno che ama definirsi “contadino” (forse perche’ lo e’ ed e’ anche parecchio in gamba!!!) ho iniziato con Open Office (il pacchetto Office in versione “apert”), Mozilla Thunderbird per la posta e Firefox per navigare e che si possono tutti tranquillamente scaricare in rete. Poi mi sono documentato un po’ ed ho iniziato a seguire i ragazzi del FoLUG di Forli’. Ho visto un semplice filmatino trovato in rete (ma veramente semplice!!!)

E poi … il grande salto, dovendo acquistare un portatile ho deciso che li sarebbe finito il “cerbiatto esuberante” ed i ragazzi del LUG mi hanno dato assistenza (e continuano a farlo…) insegnandomi come installarlo e risolvendo i piccoli problemi inziali (per la verita’ per quelli ho anche un altro custode, protettore anche di questo blog…).

Ho scelto la distribuzione Ubuntu perche’ mi e’ piaciuto subito una delle sue possibili traduzioni:

Io sono cio’ che sono per merito di cio’ che siamo tutti

Adesso ormai ho finito gli scornamenti e inizio a trovargi il verso per diverse e svariate cose. Mi sento soddisfatto prima di tutto perche’ NON ho piu’ un solo programma pirata e spero di poter iniziare presto ad avere gli elementi per diffondere anche alle Scuole locali questo software; infine la ciliegina sulla torta, mi potro’ confessare tranquillamente senza temere quanto viene paventato da Don Tommaso … dover disinstallare tutto visto che di dare altri soldi al grande zio Bill (Gates) proprio non ne ho voglia…

Saluti radiosi

raccolta differenziata porta a porta. SUBITO

video segnalato dal blog il passatore

leggendo una intervista nel carlino del nostro primo cittadino venturi ( intervista modello emilio fido) ho letto due risposte per lo meno curiose (romeo, mi sto limitando nei vocaboi, lo sai):

1-per fare la raccolta differenziata a meldola aspetteremo i dati di forlimpopoli. (stanno arrivando? si sono persi per strada? oppure e’ troppo grande la distanza?)

2 per la centrale a biomasse faremo un incontro verso aprile/maggio con i cittadini. noi aspettiamo…

domanda che il giornalista avrebbe dovuto fare al primo cittadino meldolese: mai sentito parlare di nanoparticelle e nanopatologie? (clikka qui) mai sentito che con la differenziata si porta a riciclo quasi il 90% dei nostri rifiuti?

aspetto risposte volenterose da volenterosi…

Compostiamo insieme? Perchè no se fossimo premiati!!!

Io penso che non servano “emergenze” (se proprio ci sono…) per capire che la riduzione e la differenziazione dei rifiuti sia un’abitudine che dovrebbe far parte di ognuno di noi.

Fino a tempi relativamente recenti non esistevano rifiuti che non si biodegradassero nell’ambiente in tempi piuttosto rapidi, proprio quei rifiuti che tuttora sono e restano comunque presenti anche nel nostro quotidiano e che potrebbero trasformarsi in Compost che altri non e’ che terriccio per le piante: la famosa frazione umida

Considerandomi mebro di una “famiglia tipo” (due adulti e due bambini) lascio a chi ne ha voglia fare due conti per capire se questa analisi dei rifiuti possa indicare l’impatto dei rifiuti.

Orbene, mi sono accorto che ci sono realta’ (qui potete trovare qualcosa riguardo Ferrara) che hanno fatto la scelta di premiare i cittadini che decidono di usare buon senso e mettersi in gioco offrendo in cambio delle compostiere gratuite e/o degli sconti sulla tassa dei rifiuti.

Penso che siano strade da battere, da perseguire e da agevolare perche’ non c’e’ bisogno di essere messi come a Napoli per capire che i rifiuti sono un costo ambientale insostenibile se non opportunamente differenziati e come seconda importante conseguenza riducendo quelli a discarica/inceneritore.

Spero che anche Meldola persegua questa strada … con fatti concreti e non solo con idee incenetoriste che pur essendo state smentite tempo fa ora tornano prepotentemente in auge viste le dichiarazioni sui quotidiani locali del nostro Sindaco !!!

Saluti radiosi